Venerdì 2 marzo alle 17 si terrà la presentazione del volume di Caterina Giannattasio, Silvana Maria Grillo e Stefania Murru, edito da L'«ERMA» di Bretschneider
28 February 2018
Il volume, pur ponendosi in continuità con le precedenti esperienze di ricerca, propone una nuova prospettiva sul tema delle torri costiere della Sardegna

di Valeria Aresu

Cagliari 21 febbraio 2018 Venerdì 2 marzo alle 17, nell’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria e Architettura (Via Corte d’Appello 87) Francesco Doglioni, docente di Restauro all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, Fabio Fratini, ricercatore dell’Istituto per la Conservazione e la Valorizzazione dei Beni Culturali al Centro Nazionale delle Ricerche di Firenze, Marco Milanese, Direttore del Dipartimento di Storia, Scienze dell'Uomo e della Formazione dell'Università di Sassari, e Gian Giacomo Ortu, docente di Analitica storica dei Luoghi del nostro ateneo, interverranno alla presentazione del volume Il Sistema di Torri Costiere in Sardegna. Forma, materia, tecniche murarie.

L’evento, promosso in collaborazione con la Sezione Sardegna dell’Istituto Italiano dei Castelli, sarà introdotto da Antonello Sanna, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura (DICAAR) e moderato da Paolo Scarpellini, dirigente del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Parteciperanno all’evento - al quale saranno presenti le autrici - anche Antonella Giglio, Direttore generale Enti locali e Finanze della Regione Autonoma della Sardegna, Giovanni Pilia, Commissario straordinario dell'Agenzia conservatoria delle coste della Sardegna, Francesca Ghirra, Assessore alla Pianificazione strategica e urbanistica del Comune di Cagliari, Paolo Margaritella, funzionario della Soprintendenza A.B.A.P. di Cagliari e Oristano, Teresa Demontis, Presidente dell'Ordine degli Architetti di Cagliari, e Sandro Catta, Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Cagliari.

Il volume, pur ponendosi in continuità con le precedenti esperienze di ricerca, propone una nuova prospettiva sul tema delle torri costiere della Sardegna. L' attenzione si focalizza principalmente sugli aspetti tecnici e costruttivi, con un particolare riguardo per le strutture murarie, arricchendosi attraverso il confronto con sistemi congeneri in ambito mediterraneo ed evidenziandone relazioni culturali e affinità tipologiche, materiche e costruttive.

Le torri sono state studiate da un punto di vista multidisciplinare, privilegiando un approccio di tipo stratigrafico, calibrato sulle specificità dei casi investigati. La definizione delle caratteristiche tecniche e dimensionali delle apparecchiature murarie delle architetture investigate, tutte filologicamente datate, diventa strumento attraverso cui poter collocare cronologicamente, per analogia, altre fabbriche presenti sul territorio, con riferimento alle quali mancano date di costruzione certe, e spesso non tutelate proprio per la mancanza di riconoscimento del loro valore storico e culturale. Lo studio si pone anche l'obiettivo di individuare strategie e azioni atte a garantire la qualità del progetto di restauro e valorizzazione del sistema di torri, riconoscendo in esse significativi valori paesaggistici e architettonici.

La locandina dell'evento
La locandina dell'evento

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA  di martedì 27 febbraio 2018
Torri costiere nell'Isola:un libro in Architettura
Venerdì presentazione del volume in via Corte d'Appello

L'agenda della città ( pag 23 - Edizione CA)

Venerdì alle 17, in facoltà di Architettura (via Corte d'Appello) sarà presentato il libro “Il sistema di torri costiere in Sardegna (XVI-XVII sec.). Forma, materia, tecniche murarie”, di Caterina Giannattasio, Silvana Maria Grillo, Stefania Murru. Dopo l'introduzione di Antonello Sanna, direttore del dipartimento di ingegneria, interveranno Francesco Doglioni, docente di Restauro architettonico all'Iuav di Venezia, Fabio Fratini, ricercatore del Cnr all'Icvbc (Istituto per la conservazione e valorizzazione dei beni culturali) di Firenze, Marco Milanese direttore del dipartimento di storia dell'Università di Sassari, e Gian Giacomo Ortu, docente di Analitica storica dei luoghi dell'Università di Cagliari. Modera Paolo Scarpellini, già dirigente del ministero dei Beni culturali e delle attività culturali. Il suggestivo, quanto complesso, tema delle torri costiere della Sardegna ha suscitato da tempo l'interesse di numerosi studiosi e appassionati. Questo lavoro, pur ponendosi in continuità con le precedenti esperienze di ricerca, propone una prospettiva nuova: l'attenzione si focalizza principalmente sugli aspetti tecnici e costruttivi, con un particolare riguardo per le strutture murarie, arricchendosi attraverso il confronto con sistemi congeneri in ambito mediterraneo ed evidenziandone relazioni culturali e anità tipologiche, materiche e costruttive. Al ne di cogliere le numerose sfumature del tema trattato, si è adottato un protocollo multidisciplinare e integrato. Le torri sono state studiate da un punto di vista storico, architettonico-tipologico, tecnico e mineropetrograco, privilegiando un approccio di tipo stratigraco, calibrato sulle specicità dei casi investigati.
L'evento è gratuito e riconoscerà agli ingegneri e architetti che parteciperanno all'intero seminario due crediti formativi professionali.

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie