Via libera di Cda e Senato accademico all’istituzione del nuovo Centro interdipartimentale. Il Laboratorio contribuisce a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo. RASSEGNA STAMPA
01 December 2017
Il logo del GramsciLab

di Sergio Nuvoli

Cagliari, 1 dicembre 2017 - Via libera dagli organi collegiali dell’Università degli Studi di Cagliari all’istituzione del Centro interdipartimentale GRAMSCILAB (Laboratorio di studi internazionali gramsciani, denominato GramsciLab), cui afferiscono, in sede di prima attivazione, il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura, Linguistica dell’Università degli Studi di Cagliari. Dopo l’approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, ieri il Consiglio di amministrazione ha completato l’iter di attivazione della nuova struttura.

“Quando sono stata eletta Rettore – è il commento del Rettore Maria Del Zompo – ho scoperto con piacere l’esistenza di un progetto chiamato ‘GramsciLab’, che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d’Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in Ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell’identità”.

Obiettivo del neonato Centro è infatti contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento, in sinergia con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani, nonché attivando occasioni di riflessione su specifici approfondimenti tematici e concettuali centrali nel dibattito internazionale.

Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo.

Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano specifiche competenze scientifiche nell’ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

ANSA.IT
Nasce laboratorio studi GramsciLab
Dimensione sempre più internazionale delle opere
Venerdì 1 dicembre 2017 – 13.38


Via libera al Centro interdipartimentale Gramscilab, Laboratorio di studi internazionali gramsciani. Dopo l'approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, il Consiglio di amministrazione dell'Università di Cagliari ha completato l'iter di attivazione della nuova struttura. Obiettivo: approfondire e far conoscere sempre di più il pensiero di Antonio Gramsci.
"Quando sono stata eletta - ricorda la rettrice Maria Del Zompo - ho scoperto con piacere l'esistenza di un progetto chiamato 'GramsciLab', che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d'Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell'identità".
Il centro vuole contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento. Collaborando anche con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani. Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo. Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano competenze scientifiche nell'ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

ANSA.IT
ANSA.IT

RASSEGNA STAMPA

UNIONESARDA.IT
Cultura » Cagliari
"Gramscilab", il nuovo centro di studi gramsciani è realtà
Venerdì 1 dicembre 2017 – 13:01


Via libera ufficiale dall'Università di Cagliari al Gramscilab, laboratorio di studi internazionali gramsciani istituito nell'ateneo del capoluogo e cui afferiscono il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica.
Via libera ufficiale dall'Università di Cagliari al Gramscilab, laboratorio di studi internazionali gramsciani istituito nell'ateneo del capoluogo e cui afferiscono il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica.
Dopo l'approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, ieri il Consiglio di amministrazione ha infatti completato l'iter di attivazione della nuova struttura.
Obiettivo del neonato centro - che si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post - lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo - è infatti contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento, in sinergia con centri di studio diffusi anche all'estero, secondo un approccio multidisciplinare e che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani.
"Quando sono stata eletta Rettore – il commento di Maria Del Zompo, alla guida dell'ateneo cagliaritano – ho scoperto con piacere l'esistenza di un progetto chiamato 'GramsciLab', che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d'Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in Ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell'identità".
Il GramsciLab si pone come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano specifiche competenze scientifiche nell'ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche.

UNIONESARDA.IT
UNIONESARDA.IT

CASTEDDUONLINE.IT
All’università di Cagliari nasce il GramsciLab
Un nuovo centro interdipartimentale contribuirà a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo. Il rettore: "Fondamentale per approfondire i temi della nostra identità'"
Venerdì 1 dicembre 2017


Via libera dagli organi collegiali dell’Università degli Studi di Cagliari all’istituzione del Centro interdipartimentale GRAMSCILAB (Laboratorio di studi internazionali gramsciani), cui afferiscono, in sede di prima attivazione, il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura, Linguistica dell’Università degli Studi di Cagliari. Dopo l’approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, ieri il Consiglio di amministrazione ha completato l’iter di attivazione della nuova struttura.
“Quando sono stata eletta Rettore – è il commento del Rettore Maria Del Zompo – ho scoperto con piacere l’esistenza di un progetto chiamato ‘GramsciLab’, che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d’Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in Ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell’identità”.
Obiettivo del neonato Centro è infatti contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento, in sinergia con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani, nonché attivando occasioni di riflessione su specifici approfondimenti tematici e concettuali centrali nel dibattito internazionale.
Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo.
Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano specifiche competenze scientifiche nell’ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

CASTEDDUONLINE.IT
CASTEDDUONLINE.IT

SARDINIAPOST.IT
Università Cagliari, nasce il GramsciLab: laboratorio di studi gramsciani
Venerdì 1 dicembre 2017

Via libera dagli organi collegiali dell’Università degli Studi di Cagliari all’istituzione del Centro interdipartimentale Gramscilab (Laboratorio di studi internazionali gramsciani), cui afferiscono, in sede di prima attivazione, il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura, Linguistica dell’Università degli Studi di Cagliari. Dopo l’approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, ieri il Consiglio di amministrazione ha completato l’iter di attivazione della nuova struttura.
“Quando sono stata eletta Rettore – è il commento del Rettore Maria Del Zompo – ho scoperto con piacere l’esistenza di un progetto chiamato ‘GramsciLab’, che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d’Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in Ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell’identità”.
Obiettivo del neonato Centro è infatti contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento, in sinergia con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani, nonché attivando occasioni di riflessione su specifici approfondimenti tematici e concettuali centrali nel dibattito internazionale. Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo.
Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano specifiche competenze scientifiche nell’ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

SARDINIAPOST.IT
SARDINIAPOST.IT

SARDEGNAOGGI.IT
All'Università di Cagliari nasce il centro studi GramsciLab
All'università di Cagliari nasce il "GramsciLab": un nuovo centro interdipartimentale contribuirà a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo.
Venerdì 1 dicembre 2017

Via libera dall'Università degli Studi di Cagliari all'istituzione del Centro interdipartimentale GramsciLab (Laboratorio di studi internazionali gramsciani), cui afferiscono, in sede di prima attivazione, il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura, Linguistica dell'Università degli Studi di Cagliari. Dopo l'approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, ieri il Consiglio di amministrazione ha completato l'iter di attivazione della nuova struttura.
"Quando sono stata eletta rettore – è il commento del rettore Maria Del Zompo – ho scoperto con piacere l'esistenza di un progetto chiamato 'GramsciLab', che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d'Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in Ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell'identità".
Obiettivo del neonato Centro è infatti contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento, in sinergia con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani, nonché attivando occasioni di riflessione su specifici approfondimenti tematici e concettuali centrali nel dibattito internazionale.
Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo.
Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano specifiche competenze scientifiche nell'ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

SARDEGNAOGGI.IT
SARDEGNAOGGI.IT

TTECNOLOGICO.COM
Cultura, all’Università di Cagliari nasce il Gramscilab, laboratorio di studi Gramsciani che diffonderà la conoscenza del grande pensatore nel mondo
Venerdì 1 dicembre 2017

Via libera dagli organi collegiali dell’Università degli Studi di Cagliari all’istituzione del Centro interdipartimentale GRAMSCILAB (Laboratorio di studi internazionali gramsciani), cui afferiscono, in sede di prima attivazione, il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura, Linguistica dell’Università degli Studi di Cagliari. Dopo l’approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, ieri il Consiglio di amministrazione ha completato l’iter di attivazione della nuova struttura.
“Quando sono stata eletta Rettore – è il commento del Rettore Maria Del Zompo – ho scoperto con piacere l’esistenza di un progetto chiamato ‘GramsciLab’, che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d’Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in Ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell’identità”.
Obiettivo del neonato Centro è infatti contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento, in sinergia con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani, nonché attivando occasioni di riflessione su specifici approfondimenti tematici e concettuali centrali nel dibattito internazionale.
Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo.
Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano specifiche competenze scientifiche nell’ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

TTECNOLOGICO.COM
TTECNOLOGICO.COM

CAGLIARIPAD.IT
Nasce laboratorio studi GramsciLab
Dimensione sempre più internazionale delle opere
Venerdì 1 dicembre 2017

Via libera al Centro interdipartimentale Gramscilab, Laboratorio di studi internazionali gramsciani. Dopo l’approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, il Consiglio di amministrazione dell’Università di Cagliari ha completato l’iter di attivazione della nuova struttura. Obiettivo: approfondire e far conoscere sempre di più il pensiero di Antonio Gramsci.
“Quando sono stata eletta – ricorda la rettrice Maria Del Zompo – ho scoperto con piacere l’esistenza di un progetto chiamato ‘GramsciLab’, che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d’Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell’identità”.
Il centro vuole contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento. Collaborando anche con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani. Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo. Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano competenze scientifiche nell’ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

CAGLIARIPAD.IT
CAGLIARIPAD.IT

Links

Last news

20 October 2020

Nature Italy, nuova voce della comunità scientifica italiana

La rivista digitale del gruppo Springer è diretta da Nicola Nosengo. È disponibile in italiano e inglese su www.nature.com/natitaly. “Un prezioso riferimento anche per i ricercatori della nostra Università. Una notizia proficua anche per la divulgazione al grande pubblico” dice il prorettore dell’ateneo di Cagliari, Micaela Morelli

20 October 2020

Al voto per eleggere il rappresentante dei docenti nel CdA dell’ERSU

Giovedì 22 ottobre alle urne (elettroniche) per l’elezione del rappresentante nel Consiglio di Amministrazione dell’Ente Regionale per il diritto allo studio di Cagliari. Per la prima volta la procedura di voto sarà completamente telematica: si potrà esprimere la propria preferenza dalle 9 alle 18. On line le istruzioni, i nomi dei candidati e il LINK PER VOTARE

19 October 2020

Ester Cois intervistata dal TGR RAI Sardegna sul cyberbullismo

Intervistata da Antonia Moro, la docente di Sociologia del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali ha sottolineato i pericoli del flaming nei canali telematici. "Nonostante la possibilità di cancellazione - ha puntualizzato Cois - il contenuto può restare nel web e influenzare la biografia successiva della vittima"

18 October 2020

La Città Cosmopolita al centro di un ciclo di seminari

Partirà il 23 ottobre il seminario permanente "La Città Cosmopolita. Teorie, fonti e metodi di ricerca” organizzato dal Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali con il Dottorato di Ricerca in Storia, Beni Culturali e Studi Internazionali. La riflessione scientifica sul tema nasce all'interno del progetto Narra_Mi - Re-thinking Minorities. National and Local Narratives from Divides to Reconstructions. Gli incontri si svolgeranno nella forma del webinar

Questionnaire and social

Share on: