“Un percorso di formazione e orientamento che ci vede protagonisti nel tessuto produttivo locale e internazionale” spiega il pro rettore Francesco Mola, durante i lavori tenutisi in partnership con il gruppo Saras. “Non abbiamo neanche un laureato a spasso” aggiunge Giacomo Cao, direttore del dipartimento di ingegneria meccanica, chimica e dei materiali
22 November 2017
Francesco Mola, prorettore vicario dell'ateneo di Cagliari

Nell’aula magna di via Marengo i lavori del convegno “L'ingegnere chimico nell'industria 4.0”, organizzato dall’Associazione Italiana di Ingegneria Chimica

Cagliari, 22 novembre 2017
Mario Frongia

  
BILANCIO POSITIVO, TREND IN ASCESA. L’Università di Cagliari conferma e rafforza la propria “produzione” di risorse umane preparate, competenti e attrezzate per fornire risposte adeguate alle esigenze del mondo industriale isolano e d’oltre Tirreno. Un bel colpo per l’ateneo, attento e spedito nel sostenere e promuovere relazioni stabili con le aziende e il tessuto imprenditoriale. Ma ancora prima, scrupoloso nel mettere al centro della propria mission, una didattica avanzata e filiere di ricerca all’avanguardia. Maturano anche su queste frequenze le parole di soddisfazione del pro rettore vicario, Francesco Mola, e del direttore del dipartimento di ingegneria meccanica, chimica e dei materiali, Giacomo Cao (vedi nella pagina video di entrambi). Il bilancio è stato messo nero su bianco durante i lavori del convegno “L'ingegnere chimico nell'industria 4.0”, organizzato dall'Aidic (Associazione italiana ingegneria chimica), tenutosi stamani nell'aula magna della facoltà di Ingegneria e architettura. Un trend confortato dai numeri: l’ateneo del capoluogo laurea in chimica circa quaranta specialisti l’anno nella triennale e una ventina nel  percorso magistrale.

Francesco Marini
Francesco Marini
Intervista all'ing. Marini

INDUSTRIA CHIMICA, OPZIONI OCCUPAZIONALI. Ai lavori hanno preso parte numerosi studenti, attenti allo sviluppo della disciplina e alle dinamiche occupazionali del settore. Dati confortanti sono stati introdotti da Francesco Marini (coordinatore Aidic Sardegna, presidente Sarlux, vice presidente Confindustria; vedi video). Al centro del dibattito-confronto-esperienze, il check up sull'industria chimica nei sistemi azienda 4.0. Ovvero, le risposte al come si riesca - in un’era quale quella dell’industria 4.0 che porterà a una produzione industriale del tutto automatizzata e interconnessa - a rendere interfacciabile l’industria chimica, motore di progresso e di modernità il cui futuro è legato ai giovani, al contesto produttivo e al Paese. Dagli esperti un mosaico di indicazioni con il segno più. All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, Michele Mascia, Laura Pilia e Simonetta Palmas (Università di Cagliari), Gilberto Callera, Carlo Guarrata e Francesco Mura (consigliere Saras, amministratore delegato Sarlux e Digital platform manager Saras), Michele Bargiacchi (Business leader Honeywell), Alessandro Brambilla, (Università di Pisa e senior partner Alpha process control), Fabrizio Caschili (direttore generale Ecoserdiana), Filippo Trivella (amministratore delegato Alpha process control), Pietro Pirellas (capo impianto piattaforma Assemini Ecotec) e Antonello Mavuli (responsabile produzione Fluorsid). La chiusura dei lavori è stata affidata a Raffaele Avella (consigliere Aidic e Wec Italia).

22 novembre 2017 - Convegno nell'aula magna di Ingegneria
22 novembre 2017 - Convegno nell'aula magna di Ingegneria
Giacomo Cao, direttore del Dipartimento di Ingegneria meccanica, chimica e dei materiali

TEMI ATTUALI E BUONE PRATICHE. Da “La transizione energetica e l'ingegnere chimico” a “Saras 4.0 per la sicurezza e l'eccellenza operativa”, “Trend tecnologici nell'industria di processo 4.0”, “Il ruolo dell'Università e dell'Industria nella formazione dell'Ingegnere Chimico 4.0” fino a “La figura dell’Ingegnere chimico nei Sistemi Azienda 4.0 nel settore bonifiche”. A seguire, le testimonianze operative di alcuni ingegneri chimici.

da sinistra: Laura Pilia, Francesco Mola, Giacomo Cao
da sinistra: Laura Pilia, Francesco Mola, Giacomo Cao

Last news

27 October 2021

Nobel per la Fisica 2021, riconoscimento importante per tutta la scienza italiana

Mercoledì 27 ottobre, alle 14,30, evento divulgativo nell’Aula A del Dipartimento di Fisica e in streaming sulla piattaforma Zoom. Per l’Università di Cagliari intervengono il prorettore alla Ricerca, Luciano Colombo, e il direttore del Dipartimento di Fisica, Gianluca Usai, con Enzo Marinari (Università La Sapienza, Roma) e Piero Olla (Isac-Cnr, Cagliari)

25 October 2021

L'Orto botanico festeggia i 400 anni di UniCa

Si concludono mercoledì 27 ottobre alle 10.30 gli appuntamenti organizzati dalla Facoltà di Biologia e Farmacia per l'anniversario dell'Università di Cagliari con una visita guidata al polmone verde del nostro Ateneo e al l Museo Herbarium. Ad accompagnare i partecipanti il direttore dell'Orto Gianluigi Bacchetta e la docente di Botanica Annalena Cogoni

25 October 2021

«Un orto al mese» fa tappa all'Università di Cagliari

Il gruppo “Orto botanici e giardini storici” della Società Botanica Italiana racconta sui social le bellezze verdi dell'Italia attraverso una diretta con i protagonisti: dal Nord al Sud del nostro Paese in mostra i polmoni verdi che fanno respirare le nostre città. “Si tratta di una modalità certamente nuova e coinvolgente – spiega Gianluigi Bacchetta, direttore dell’Orto Botanico cagliaritano – per raccontare le collezioni e le attività che quotidianamente si svolgono nel polmone verde dell’Università di Cagliari". I LINK PER SEGUIRE LA DIRETTA GIOVEDI' 28 OTTOBRE A PARTIRE DALLE 17

25 October 2021

Ricerca, territorio e innovazione: l’Università di Cagliari capofila per la formazione avanzata nei trasporti del Mediterraneo

I simulatori di CentraLabs nel progetto da tre milioni e mezzo di euro con il Cirem capofila. Dalle gru portainer a bus e camion, logistica, competitività e performance di addetti portuali e autotrasporto. “La leadership dei colleghi è riconosciuta a livello mondiale” dice Francesco Mola. “Un passo strategico di rilievo” aggiunge Alessandra Carucci. “Dopodomani si parte con il kickoff meeting” spiega Gianfranco Fancello. “La ricerca si chiude nel gennaio 2024” rimarca Patrizia Serra

Questionnaire and social

Share on: