Dalla cartografia alla zoologia, dalla geologia alla paleontologia. Dal 25 al 30 settembre le esercitazioni su terreno degli studenti di Scienze naturali
27 September 2017
Porto Pino - Sabbie bianche di Teulada. Lezioni di geografia fisica e morfodinamica. Studenti del Campo scuola naturalistico al lavoro sulle avandune

di Sara Piras

È in corso a Porto Pino, dal 25 al 30 settembre, il campo scuola naturalistico del corso di laurea in Scienze naturali, classe Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e la Natura. L’iniziativa, scandita da esercitazioni su terreno, attiverà un processo virtuoso che permetterà di implementare la conoscenza multidisciplinare del piano di gestione del SIC ITB040025 “Promontorio, dune e zona umida, di Porto Pino”.

Molteplici le tematiche affrontate. Gli studenti hanno messo in pratica le loro conoscenze nell’ambito della Geografia fisica e della Cartografia, concentrandosi sulla cartografia tematica, i processi, le forme, i depositi litorali ed eolici e quelli transizionali, grazie alla partecipazione dei professori Sandro De Muro e Giosuè Loj e al contributo tecnico S. Vacca. Nel campo della Mineralogia ambientale sono state svolte analisi della composizione mineralogica, della stabilità dei minerali e dell’interazione minerali-biosfera dietro la supervisione del professor Giovanni Battista De Giudici. Gli esperti in Zoologia sistematica Maria Cristina Follesa e Francesco Fois hanno posto particolare enfasi sul monitoraggio entomologico, mentre il docente di Geologia Luca Giacomo Costamagna si è concentrato sulla stratigrafia del Mesozoico, sulla sedimentologia delle piattaforme carbonatiche, sui sedimenti eolici di età quaternaria e sulle deformazioni tettoniche di età terziaria del promontorio. Nell’ambito della Botanica ambientale la professoressa Maria Cristina Fogu e il dottor Gianluca Iiriti hanno diretto un’analisi della vegetazione rupicola costiera in relazione agli assetti geomorfologici, con particolare attenzione alla vegetazione caratterizzata da Pinus halepensis e Quercus calliprinos. Il professor Gian Luigi Pillola si è infine dedicato alla Paleontologia e alla Paleoecologia.

Il campo, grazie al progetto Life Natura Safeguard and management Of South-western Sardinian Dunes, (SOSS DUNES – LIFE13 NAT/IT/001013), con accordo di partenariato tra il Comune di Sant’Anna Arresi ed il Coastal and Marine Geology Group dell'Università di Cagliari coordinato dal professor Sandro De Muro, ha potuto usufruire delle strutture delle ex batterie di difesa costiera di Candiani nel Comune di Sant’Anna Arresi.
Tutte le attività preparatorie per le esperienze in campo si sono svolte nel comprensorio di educazione ambientale,  in rete con l'Osservatorio Coste e Ambiente Naturale Sottomarino OCEANS di Punta Sardegna (Palau).

Panoramica dell'area di studio
Panoramica dell'area di studio

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie