Incontro di riflessione storica e di dibattito "SHOAH A ROMA" venerdì 27 gennaio alle 15,30 nell’Aula magna del Polo Umanistico
23 January 2017
clicca per scaricare l’invito

In occasione della Giornata della memoria dei Lager e della Shoah,
è promosso l’incontro di riflessione storica e di dibattito "SHOAH A ROMA", in programma a Cagliari - venerdì 27 gennaio 2017, alle 15,30 - nell’Aula magna del Corpo aggiunto di via Is Mirrionis 1 (Polo Umanistico, loc. Sa Duchessa).

 
RELATORI. L’incontro – a cui saranno presenti autorità accademiche e pubbliche, annunciata anche la presenza del sindaco di Cagliari Massimo Zedda – sarà aperto con l’introduzione ai lavori da parte del professor Francesco Atzeni,  direttore del Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio. Interverrà quindi Lutz Klinkhammer, dell’Istituto storico-germanico di Roma, tra i più qualificati studiosi della Seconda guerra mondiale e in particolare dell’occupazione tedesca dell’Italia dal 1943 al 1945. Il tema della sua relazione sarà La razzia del 16 ottobre 1943: persecutori, vittime, spettatori. Seguirà l’intervento di Anna Foa, storica degli ebrei nell’Italia medioevale e moderna, la quale ricostruirà, grazie a testimonianze personali e archivistiche, la storia degli ebrei abitanti in via Portico d’Ottavia 13, in rapporto alla persecuzione e alla deportazione dal ghetto. Il titolo della sua relazione è Portico d’Ottavia: una casa nel ghetto nel lungo inverno 1943. A conclusione sarà proiettato un video-testimonianza con Settimia Spizzichino, ebrea romana catturata durante il rastrellamento del 16 ottobre e unica donna del gruppo dei deportati sopravvissuta ad Auschwitz



xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx



clicca per scaricare l’invito
 
TEMI. Le vicende approfondite negli interventi dei relatori si inseriscono nel quadro dell’occupazione nazi-fascista dell’Italia centrosettentrionale dopo l’8 settembre 1943, la quale, avvalendosi della collaborazione dei fascisti di Salò, si contraddistinse per un crescendo di atti di violenza, stragi, razzie e deportazioni di ebrei, politici e militari, anche in relazione al rafforzarsi del movimento di Resistenza nella guerra di liberazione.
 
RICORRENZA. La Giornata della Memoria, sancita dall’ONU, è celebrata a livello internazionale il 27 gennaio di ogni anno in commemorazione di tutte le vittime dell’Olocausto e nell’anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, nel 1945, ad opera delle truppe dell’Armata Rossa.
   
ORGANIZZAZIONE. L’iniziativa, rivolta alla cittadinanza tutta e in particolare alle scuole, è curata dal Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio dell’Università di Cagliari con l’Istituto sardo per la storia della Resistenza e dell’Autonomia (Issra), in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, l’Archivio di Stato di Cagliari, l’Istituto storico germanico-Roma, l’Istituto tecnico-industriale “D. Scano”, l’I.I.S. Bacaredda –Atzeni, l’I.I.S. “Da Vinci”-“Besta”, l’I.I.S. “Primo Levi”, l’Istituto professionale per l’Industria e artigianato “A. Meucci”, l’Istituto professionale per i Servizi sociali “S. Pertini”, il Liceo statale “Eleonora D’Arborea”, il Liceo statale “F. De Sanctis”, il Liceo ginnasio “G.M. Dettori”, il Liceo ginnasio “G. Siotto Pintor”, il Liceo scientifico “A. Pacinotti”, il Liceo classico scientifico e delle scienze umane “B. Motzo”, il Liceo scientifico “G. Brotzu” e altre istituzioni della Sardegna.
  
INFO. Per ulteriori informazioni contattare il Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio tramite email all’indirizzo di posta elettronica 
dipstoge@unica.it oppure telefonicamente al numero 070.275655.

clicca per scaricare la locandina
clicca sulle immagini per scaricare l’invito e la locandina 
 
(IC)

 

Last news

04 October 2022

Archeologia, le scoperte di Nora

Una statuetta in maiolica di un babbuino del VII secolo Avanti Cristo e proveniente probabilmente dall’Egitto. Tombe integre contenenti piccole statue e monili: sono queste i ritrovamenti emersi dagli scavi nella necropoli. Il lavoro dei ricercatori dell'ateneo, e delle Università di Padova, Genova e Milano, si è aperto nel 2013. Ieri, l'area archeologica è stata visitata dal rettore Francesco Mola e dal direttore del dipartimento di Lettere, lingue e beni culturali, Ignazio Putzu. Alla visita hanno preso parte i docenti Marco Giuman, Rossana Martorelli, Romina Carboni ed Emiliano Cruccas

04 October 2022

Tutti a caccia della bomba e dello scienziato pazzo: storie e fantasia per comunicare la ricerca

Quattrocento partecipanti all'Adventure nights: la caccia al tesoro scientifica all'Orto botanico è stata vinta dai team "Spagna" e "Stati Uniti", ha chiuso Sharper 2022. Enigmi e tranelli curati dai ricercatori dell'Università di Cagliari, Massimo Barbaro, Maria Polo, Michela Marignani, Gian Luca Marcialis, Gian Battista Cocco, Giorgia De Gioannis, Francesca Maltinti, Roberto Ricciu e Tiziana Pivetta. Tra i temi del gioco di ruolo, transizione energetica, specie aliene invasive, cybersecurity, intelligenza artificiale, inquinamento acustico e modelli 3d del volto. L'approfondimento sulla Notte oggi in prima serata tv su Tele Sardegna

02 October 2022

Sharper 2022, la festa della scienza e della ricerca all’Orto botanico

Una Notte speciale nel cuore di Cagliari. Oltre duemilacinquecento presenze, 400 volontari, un centinaio di ricercatrici e ricercatori e una sessantina di eventi. La divulgazione chiara e immediata tra salute, stili di vita, robotica, astrofisica, costruzione di strade e ponti con gli scarti, fascino della chimica e della matematica, riciclo, crisi idrica, droghe, mondo animale, farmaci antitumorali, preistoria, tecniche di indagine di Polizia e Carabinieri, impronte digitali, voce e visi contraffatti: ricerche e discipline raccontate nei talk, tra laboratori, esperimenti e giochi per i bimbi curati. Molto apprezzato anche l’angolo solidale per Giulio Regeni. La manifestazione ha colto una forte attenzione da comunità civile e sociale, giovani e associazioni. In chiusura la caccia al tesoro scientifica con il successo dei team “Spagna” e “Stati Uniti”. “La scienza è passione e lavoro. Siamo soddisfatti, l’Università punta a coinvolgere e includere le diverse fasce della popolazione” ha detto Luciano Colombo

29 September 2022

«Un fiore all’occhiello dell’Ateneo»

Le parole di Fabrizio Pilo, prorettore all’innovazione e ai rapporti con il territorio, all’avvio delle celebrazioni per i 25 anni della Banca del Germoplasma della Sardegna: una realtà di altissimo livello scientifico, custodita nell’Orto Botanico di UniCa, al centro di una fitta rete di collaborazioni internazionali: quasi 7 milioni e 400mila euro di finanziamenti per 65 progetti realizzati con partner di 26 Paesi, 293 articoli scientifici, di cui 258 su importanti riviste internazionali, firmati da oltre 230 autori diversi, 19 volumi pubblicati

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie