Giovedì 15 e venerdì 16 dicembre due giornate di seminari nell'aula magna di Architettura, in via Corte d'Appello a Cagliari
06 December 2016
Il 15 e 16 dicembre luce, promozione e stato dell’arte su competenze, relazioni con istituzioni, società civile e imprese, acquisite dai dottorandi dell’Università di Cagliari. Apre i lavori il pro rettore vicario, Francesco Mola

Cagliari, 6 dicembre 2016
Mario Frongia
  
SCARICA IL PROGRAMMAGiovedì 15 e venerdì 16 dicembre, alle 10 nell’aula magna di Architettura - via Corte d’Appello -  si apre “PhDays, due giornate per conoscere e valorizzare il dottorato di ricerca”. L’evento si inserisce nel quadro delle attività volte a promuovere nella società civile, il mondo delle istituzioni e delle imprese, il lavoro svolto e le  competenze acquisite da dottorandi e dottori di ricerca. Un percorso di conoscenza, studi e mestiere indispensabile per la valorizzazione delle ricerche e del titolo di dottore di ricerca. Ovvero, la principale mission dell’Adi (Associazione dottorandi e dottori di ricerca) di Cagliari.
 
QUATTRO INIZIATIVE. La due giorni, coordinata dall’ingegnere Valeria Saiu (PhD, Dipartimento ingegneria civile, ambientale e architettura, Università di Cagliari), avrà per riferimento: 1) Conoscere il percorso-PhD Lab. Il seminario che apre l’evento introduce al mondo del dottorato, presentando il quadro nazionale e locale, e offrendo ai  nuovi iscritti il Vademecum elaborato da Adi Cagliari per aiutare i dottorandi   ad orientarsi fra i mille ostacoli, ma anche le tante opportunità che il percorso offre. 2)  Valorizzare le ricerche-PhD Research Collection. Prevista la presentazione di due volumi, pubblicati per dare visibilità all’enorme patrimonio scientifico e culturale elaborato dai dottori di ricerca formati nella nostra isola, scarsamente conosciuto soprattutto nel suo valore d’insieme: a) gli atti del convegno “Ricerca in Vetrina 2015” - seconda edizione, appuntamento biennale per i giovani ricercatori - restituiscono uno spaccato multidisciplinare delle ricerche di dottorandi e post-doc non ancora strutturati nel sistema accademico. b) La prima “Rassegna delle tesi di dottorato di architettura e urbanistica”, offre un modello per l’elaborazione di un catalogo delle tesi discusse nel tempo all’interno dei diversi corsi di dottorato. Entrambi i volumi nascono dalla stretta collaborazione tra Adi Cagliari e Adi Sassari che insieme lavorano per costruire un osservatorio regionale della ricerca. 3) Conoscere il mestiere-PhD Portraits. Proiezione dei video selezionati e la premiazione dei vincitori del concorso “PhD Portraits”. L’iniziativa, promossa dalle venti sedi italiane di Adi, intende restituire la ricchezza e la diversità delle esperienze che dottorandi e dottori di ricerca vivono ogni giorno, descrivendo le attività e i risultati del loro lavoro, nonché le ragioni che li hanno spinti a intraprendere questa strada, anche al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’utilità sociale della ricerca. 4) Valorizzare il titolo-PhD Horizons. Il convegno con cui si chiude l’evento nella mattinata di venerdì è dedicato alla valorizzazione del titolo di Dottore di ricerca nella pubblica amministrazione. L’articolazione del programma - con la partecipazione di esponenti del mondo accademico e politico, nonché dei dottori di ricerca impiegati nella Pubblica amministrazione - rappresenta da diverse angolazioni le questioni inerenti l’assunzione dei dipendenti pubblici e la valorizzazione del titolo nei bandi di concorso delle Pa.
 
INAUGURAZIONE, STAFF, PATROCINI. “PhDays” viene aperto da Francesco Mola (pro rettore vicario ateneo di Cagliari), Enzo Tramontano (direttore Consulta direttori dottorato, Unica) e Luca Funedda (presidente Ersu). La segreteria organizzativa dell’evento è coordinata da Valeria Saiu e comprende Emanuele Mura, Giuseppe Desogus, Lorenza Di Pilla, Federico Onnis Cugia, Andrea Claudi, Moreno Frau (comunicazione). L’evento ha il patrocinio del Dicaar, del comune di Cagliari ed è co-finanziata da Ersu e dal contributo della Biblioteca Poggio dei Pini (Capoterra).
 
INFO: Valeria Saiu, 070.6755376. www.dottorato.it; facebook: ADI Cagliari; mail: cagliari@dottorato.it
  

LINK: LOCANDINA E PROGRAMMA DETTAGLIATO

 

 

 

Last news

19 May 2022

Unica&Imprese, al via l’Agrifood edition 2022

Tecnologie e applicazioni avanzate, prodotti, processi, promozione e commercializzazione. Il confronto tra ricercatori e imprese del territorio coinvolte nell’agroalimentare in Sardegna. “L’Università di Cagliari è da anni impegnata a promuovere e alimentare il processo di produzione di valore fungendo da motore di sviluppo e generatore di innovazione del settore” dice Fabrizio Pilo. Le iscrizioni all’evento del Crea si chiudono il 10 giugno. All'interno il link per formalizzare l'adesione

19 May 2022

Il Premio La Marmora a Beppe Severgnini

L’Aula Magna di Palazzo Belgrano ha ospitato la consegna del riconoscimento al giornalista del Corriere della Sera e scrittore, assegnato dai cinque Rotary Club di Cagliari. L’amore per la nostra terra nelle parole del premiato: “Molti sedicenti amici della Sardegna in realtà non la conoscono. Se facessimo un esame a quanti sbarcano nell’Isola, forse staremmo tutti un po’ più larghi”. Quindi l’analisi: “In corso una periferizzazione del pianeta. Chi ha già vissuto in periferia sa già come fare, per questo avete grandi potenzialità”

19 May 2022

Amazon Women in Innovation, assegnata la borsa di studio

E' Giorgia Orofino, studentessa nel corso di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica, la vincitrice della selezione promossa per il secondo anno dalla multinazionale in collaborazione con l'Università degli Studi di Cagliari. L'iniziativa fa parte del programma Amazon nella Comunità, creato per incentivare e aiutare le giovani donne a intraprendere un percorso di studi e a soddisfare la propria ambizione di lavorare nel settore dell’innovazione e della tecnologia. RASSEGNA STAMPA

18 May 2022

Ricerca, quattro dipartimenti dell’Università di Cagliari al top in Italia

Giurisprudenza, Ingegneria elettrica ed elettronica, Matematica e Informatica, Scienze politiche e sociali hanno superato la prima selezione e sono in corsa per entrare nella lista dei 180 Dipartimenti di eccellenza. Confermato il trend positivo dei risultati ottenuti sulla VQR. L’orgoglio dell’Ateneo nelle parole del Rettore Francesco Mola: “Risultato importante e incoraggiante”. RASSEGNA STAMPA

Questionnaire and social

Share on: