Unità di intenti, condivisione e trasferimento tecnologico nel bando Azioni Cluster “Top down”
06 December 2016

Unità di intenti, condivisione e trasferimento tecnologico. Ma anche idee, esigenze aziendali e innovazione nel bando Azioni Cluster “Top down”
 

la professoressa Annalisa Bonfiglio, Prorettore dell’Università di Cagliari Delegata per il territorio e l’innovazione, commenta la tre giorni dedicata alle azioni Cluster, tenutesi in ateneo dal 30 novembre al 2 dicembre
 
La dotazione finanziaria è di nove milione e mezzo di euro. In aula magna di Ingegneria l’incontro tra docenti, ricercatori e imprenditori
 
Cagliari, 6 dicembre 2016
Mario Frongia

Giovedì 15 dicembre, alle 15.30, l’aula magna della facoltà di Ingegneria e Architettura - via Marengo, n. 2, Cagliari - ospita l’incontro tra le imprese del territorio isolano e i ricercatori dell’ateneo di Cagliari. Le delegazioni imprenditoriali possono presentare una sintesi delle proprie esigenze di ricerca e innovazione per individuare partner e altre imprese con le quali formare i cluster e partecipare al bando. La partecipazione all’evento è libera, ma è necessaria l’iscrizione su https://goo.gl/forms/0E5RBeyXDdkDMF7O2. Si segue il format di Unica&Imprese: presentazioni di pochi minuti da cui cogliere i concetti chiave delle proposte da approfondire in networking.
 
BANDO, FACILITAZIONI, OBIETTIVI. I progetti devono appartenere a uno dei settori S3 (Strategia di specializzazione intelligente, Regione Sardegna). Ovvero, Ict, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente e Bioeconomia, che racchiude le declinazioni dell’impresa “green”. I progetti potranno avere una durata massima di 30 mesi dalla firma della convenzione. Possono partecipare: 1) uno o più organismi di ricerca, con un soggetto attuatore; 2) almeno cinque Pmi (Piccole e medie imprese) e/o grandi imprese; 3) altri organismi di ricerca non regionali e soggetti, pubblici o privati, che, per l’attività che svolgono, portano un contributo al progetto in qualità di partner. Il proponente deve obbligatoriamente essere un organismo di ricerca. Quest’ultimo, responsabile dell’attuazione, deve garantire che le imprese siano almeno cinque. Ciascuna impresa può partecipare al massimo a due proposte progettuali. Le imprese aderenti sono destinatarie dell’attività e non ricevono alcun contributo finanziario per la partecipazione, ma potranno beneficiare degli aiuti alle aziende per l’utilizzo dei risultati dei progetti cluster. I progetti saranno ammessi, secondo la procedura a graduatoria, fino all’esaurimento dei fondi. Saranno ammesse le proposte che avranno riportato una valutazione di almeno 60/100. La dotazione finanziaria è di nove milioni e mezzo di euro. La domanda di partecipazione deve pervenire a Sardegna Ricerche entro le 11 del 31 gennaio 2017.
 
INCONTRI SETTORIALI. La scorsa settimana l’ateneo ha curato incontri settoriali di presentazione del bando di Sardegna Ricerche. Ai lavori, sviluppatisi tra le aule di Sa Duchessa, facoltà Ingegneria e Cittadella universitaria di Monserrato, assieme a delegati di Sardegna Ricerche, hanno preso parte Annalisa Bonfiglio, pro rettore Territorio e innovazione, e Maria Silvana Congiu, responsabile direzione Ricerca e territorio.
 
INFO: Paola Carboni - content manager Innova.Re, direzione Ricerca e territorio – 070.6756511;  imprese@unica.it - Twitter @unicaliaisonoff - FB www.facebook.com/unicaeimprese


Last news

27 September 2022

BESTMEDGRAPE, al via la conferenza internazionale

L'appuntamento è per martedì 27 settembre dalle 9 nell'Aula magna del Polo di via Marengo: si tratta del progetto finanziato dalla Commissione Europea con oltre tre milioni di euro, guidato dall'Università di Cagliari, che punta a promuovere il riutilizzo degli scarti della vinificazione per ottenere creme di bellezza, integratori e prodotti farmaceutici, creando al contempo nuove opportunità commerciali per giovani imprenditori

27 September 2022

La Banca del Germoplasma compie 25 anni

La struttura ospitata all'interno del polmone verde del nostro Ateneo taglia un importante traguardo: giovedì 29 settembre iniziano le celebrazioni nell'Aula Eva Mameli Calvino. BG-SAR, con il suo scrigno di biodiversità a 25 gradi centigradi sotto zero, attualmente custodisce circa 3500 lotti di semi riferibili a circa 1500 taxa vegetali provenienti da numerosi territori del Mediterraneo, specialmente insulari. Una realtà importantissima per la nostra Isola, ma non solo, in cui si confrontano ogni giorno ricercatrici e ricercatori provenienti da tutto il mondo

27 September 2022

EDUC Entrepreneurship Days

Mercoledì 28 e giovedì 29 settembre si svolgono gli EEDays, organizzati dal team Educ dell'Università di Cagliari con il coordinamento della prorettrice all’Internazionalizzazione, Alessandra Carucci, in collaborazione con il Centro per l'Innovazione e l'imprenditorialità (Crea) di UniCa. Partecipano studenti e studentesse dei diversi atenei europei partner dell'alleanza che avranno modo di incontrare e confrontarsi con il mondo dell'imprenditoria e della ricerca

26 September 2022

Il mondo della virologia al Parco scientifico di Pula

Il Dipartimento di Scienze della vita e dell'ambiente dell'Università di Cagliari al lavoro con Sardegna Ricerche per costruire un polo di eccellenza per la ricerca sugli antivirali. Si tratta del più importante evento formativo europeo per dottorandi ed early-post doc nel campo della virologia e della terapia antivirale che dal 26 settembre radunerà docenti e studenti provenienti da ogni parte del mondo

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie