Centinaia di visitatori ai gazebo degli scienziati. Del Zompo: “Reciproca e proficua contaminazione con la città e le nuove generazioni”
30 September 2016

Si è conclusa a Palazzo Belgrano e in via Università la Settimana europea della scienza. Centinaia di visitatori ai gazebo divulgativi e informativi allestiti dagli scienziati. “Un altro passo verso una reciproca e proficua contaminazione con la città e le nuove generazioni” dice il rettore Maria Del Zompo

Vedi anche i servizi su Facebook con le foto di Francesco Cogotti e i video della manifestazione



   
alcune immagini della serata in Rettorato e in via Università - nella prima foto il rettore Del Zompo e il sindaco Zedda (IC)

La delegazione del Cagliari alla Notte dei ricercatori. Si è conclusa a Palazzo Belgrano e in via Università la Settimana europea della scienza. Centinaia di visitatori ai gazebo divulgativi e informativi allestiti dagli scienziati. “Un altro passo verso una reciproca e proficua contaminazione con la città e le nuove generazioni” dice il rettore Maria Del Zompo
 
Cagliari, 30 settembre 2016
Mario Frongia
 
 
Oggi, venerdì 30 settembre, dalle 16.30 alle 23, in via Università - con la strada chiusa al traffico - nel chiostro interno e nell’aula magna del rettorato,nell’atrio della Biblioteca universitariasi è sviluppata la seconda giornata curata dall’ateneo per la Notte dei ricercatori, evento incluso nella Settimana europea della scienza. “Lavoriamo all’integrazione e alla contaminazione reciproca con i cittadini, le scuole e il contesto urbano” ha rilanciato Maria Del Zompo. “Una bellissima festa con un intento principale: avvicinare la società civile all’Università per far capire che la ricerca e la scienza sono al centro della quotidianità di chiunque. I nostri ragazzi - ha detto Micaela Morelli, pro rettore per la Ricerca - devono avere, e saper cogliere, le massime opportunità di formazione per farsi strada nella vita”. Per Annalisa Bonfiglio, pro rettore all’Innovazione, “la Settimana della scienza rafforza la nostra mission: accentuare l’intesa con il tessuto produttivo e promuovere al meglio le potenzialità, i progetti e le idee dei nostri allievi”.
   
Accademia e pallone. Il rettore, grande appassionata di calcio, ha poi incontrato Simone Padoin e Bartosz Salamon, mezzala e difensore del Cagliari. “Vi faccio un in bocca al lupo di cuore per la partita contro il Crotone. La vostra presenza testimonia attenzioni verso il nostro lavoro, la città e i giovani. Siamo grati a voi e alla società per la sensibilità e l’attenzione agli eventi del mondo universitario”. Su input del presidente Giulini e con il coordinamento del marketing guidato da Mario Passetti, i due rossoblù hanno toccato con mano il mondo accademico, più vicino alla città e alle nuove generazioni. Padoin e Salamon, tra foto, selfie e autografi, hanno incontrato anche i pro rettori alla Ricerca e all’Innovazione, Morelli e Bonfiglio, gli assessore regionali alla Programmazione e ai Trasporti, Raffaele Paci e Massimo Deiana. Tra i gazebo divulgativi, Café scienza, seminari e tavole rotonde centrocampista e difensore hanno risposto ai quesiti dei tifosi-studenti e posato con laureandi di Scienze della comunicazione e della formazione. Cultura e sport, binomio che piace. “L’università? Non avessi fatto il calciatore mi sarei iscritto a Scienze motorie” ha detto Salamon. “Ho fatto lo scientifico e mi sono iscritto in Lingue” ha aggiunto Padoin. Inevitabile il tema campionato. “La salvezza rimane il nostro principale obiettivo. Cercheremo di raggiungerla quanto prima, poi ci leveremo altre soddisfazioni. Il Crotone? Match complicato ma stiamo bene e abbiamo preparato nei dettagli la partita. Saremo agguerriti, vogliamo fare punti per un altro passo avanti”. Padoin ha ribadito: “Il supporto del pubblico è fondamentale: spero che il Sant’Elia domenica sia al completo”.


 
Un successo senza confini. La “Notte dei ricercatori” ha avuto vasta eco e consensi diffusi. I giovani hanno assediato i gazebo divulgativi allestiti in via Università. Particolarmente intenso lo scambio e la richiesta di informazioni e materiale divuklgativo sui vari corsi di laurea. Café scienza, seminari, tavole rotonde hanno esplorato un vasto campionario diargomenti. Da “Coccodrilli, squali e tartarughe: fossili nell’area urbana di Cagliari” a “Nanotecnologie per l’acqua potabile”, “Digital media”, “La collaborazione Università-Imprese”, “Sardegna oltremare”, “L’esistenza degli dei”, “Il Ballu tundu fa bene al cuore”, “Infinito, arte filosofia e matematica”, “Identità a confronto: il linguaggio delle donne sarde e iraniane”, “Sai cosa mangi? Cibo e scienza si incontrano”, “Musica e identità in Sardegna”, “La comunicazione utile”, “Domus de janas e tecnologia Ict”, “Psicologia della disabilità”, “La scienza e il restauro”, “La letteratura salva la vita”, “Abissi ultima frontiera”, “Pensare, comunicare, interpretare”, “Unica in blue: un mare di ricerche”, “Le regole della Rue Morgue”, “Le nuove sfide del mondo contemporaneo: Medio Oriente e Cina”, “La ricerca degli antibiotici del futuro”, “La memoria dell’Università di Cagliari”. In breve, una serata di forte interesse, con dimostrazioni, incontri ed esperimenti affascinanti. Apprezzata anche la degustazione di prodotti dell’agroalimentare isolano. Numerosi i visitatori della Collezione Piloni e dell’Archivio storico. L’Università per la “Notte” ha avuto il supporto di Fondazione di Sardegna e Comune di Cagliari.
 

   

 sotto: Micaela Morelli, Bartosz Salamon, Maria Del Zompo e Simone Padoin nell’Aula Magna del Rettorato



CAGLIARI NEWS 24

www.cagliarinews24.com/cagliari-oggi-padoin-e-salamon-a-la-notte-dei-ricercatori-in-via-universita-18453.html

 
www.cagliarinews24.com/la-notte-dei-ricercatori-salamon-e-padoin-contro-il-crotone-gara-complicata-sara-fondamentale-il-supporto-dei-tifosi-18460.html





 

 

Padoin e Salamon alla Notte dei ricercatori: sport e innovazione
 
Prosegue stasera in rettorato la Settimana europea della scienza. Via Università ospita i gazebo divulgativi degli scienziati, tavole rotonde e seminari nel chiostro e in aula magna. Alle 18.30 la visita della delegazione rossoblù. L’ateneo in campo con cinquanta progetti.
Aperti al pubblico anche la Collezione Piloni e l’Archivio storico
 
Cagliari, 30 settembre 2016
Mario Frongia

 
Oggi, venerdì 30 settembre, dalle 16.30, in via Università – la strada sarà chiusa al traffico – nel chiostro interno e nell’aula magna del rettorato, nell’atrio della Biblioteca universitaria si sviluppa la seconda giornata curata dall’ateneo per la Notte dei ricercatori.  “Lavoriamo all’integrazione e alla contaminazione reciproca con i cittadini, le scuole e il contesto urbano” rilancia il rettoreMaria Del Zompo. Alle 18.30 circa Simone Padoin e Bartosz Salamon, mezzala e difensore del Cagliari, sono attesi in rettorato.
 
SCIENZA A PORTATA DI MANO. Gazebo divulgativi, Café scienza, seminari, tavole rotonde su un vasto campionario di argomenti. Da “Coccodrilli, squali e tartarughe: fossili nell’area urbana di Cagliari” a “Nanotecnologie per l’acqua potabile”, “Digital media”, “La collaborazione Università-Imprese”, “Sardegna oltremare”, “L’esistenza degli dei”, “Il Ballu tundu fa bene al cuore”, “Infinito, arte filosofia e matematica”, “Identità a confronto: il linguaggio delle donne sarde e iraniane”, “Sai cosa mangi? Cibo e scienza si incontrano”, “Musica e identità in Sardegna”, “La comunicazione utile”, “Domus de janas e tecnologia Ict”, “Psicologia della disabilità”, “La scienza e il restauro”, “La letteratura salva la vita”, “Abissi ultima frontiera”, “Pensare, comunicare, interpretare”, “Unica in blue: un mare di ricerche”, “Le regole della Rue Morgue”, “Le nuove sfide del mondo contemporaneo: Medio Oriente e Cina”, “La ricerca degli antibiotici del futuro”, “La memoria dell’Università di Cagliari”. Attenzioni anche per le altre discipline accademiche. Una serata di forte interesse, con dimostrazioni, incontri ed esperimenti affascinanti. La scienza a portata di mano, trampolino ideale per suscitare passione. In scaletta anche una degustazione di prodotti dell’agroalimentare isolano. Aperti al pubblico anche la Collezione Piloni e l’Archivio storico.
 
L’ATENEO CHE GUARDA AL DOMANI. La Settimana della scienza (24/30 settembre) coinvolge oltre 300 città europee e culmina stasera con la Notte europea dei ricercatori. In Italia il progetto (coordina Frascati Scienza) si snoda in 29 città con 350 appuntamenti. Il team organizzativo dell’ateneo di Cagliari, fa capo alla direzione Ricerca e Territorio ed è diretto dal pro rettore Micaela Morelli.
 
INFO: 070.6756526 direzione Ricerca e Territorio – www.unica.it - www.frascatiscienza.it


 

 

settimana della scienza 2016

 

INNOVAZIONE, STORIA E DIVULGAZIONE
La Cittadella universitaria accoglie le scuole

 

 

 

LA NOTTE DEI RICERCATORI A "BUONGIORNO REGIONE", RUBRICA DELLA TGR RAI SARDEGNA
 
Oggi pomeriggio nel campus di Monserrato gli eventi della Settimana europea della scienza dedicati alle nuove generazioni. L’ateneo in campo con cinquanta progetti: magie della chimica, gare di matematica, natura al microscopio, cellule del corpo umano, la luna senza fossili. Previsti esperimenti, visite a musei e laboratori. Su MetroCagliari si viaggia gratis
 
Cagliari, 29 settembre 2016
Mario Frongia

 
Oggi, giovedì 29 settembre, dalle 16.30, nei laboratori e nelle aule dei dipartimenti di Matematica, Scienze (Chimiche e geologiche, della Vita e dell’ambiente, Biomediche) - Cittadella universitaria, Monserrato - si apre la Notte dei ricercatori. “L’evento punta a sensibilizzare cittadini e nuove generazioni sull’importanza della ricerca e l’impatto che la scienza ha nella quotidianità” dice Micaela Morelli (prorettore Ricerca scientifica, ateneo Cagliari).
 
APPEAL IN CITTADELLA. Matematica in action,Chimica: scoprire e sperimentare, La natura al microscopio, Physics in lab, Perché sulla luna non ci sono fossili? Alla scoperta del mondo animale: dalla cellula ai vertebrati, Il regno vegetale al microscopio: la vita da scoprire, Come comunicano le cellule nervose, Come si osservano le cellule del corpo umano, Lo studio dell’uomo: modelli anatomici e preparati istologici, Lo studio dell’uomo: colture cellulari col microscopio a fluorescenza, Lo studio dell’uomo con il microscopio elettronico a scansione, Gare di matematica fami(g)liare: giochi matematici, La filiera della conoscenza: dal cartaceo al digitale, Mostra/giochi scientifici con esperimenti sugli inchiostri, Gli strumenti e gli apparecchi dei chimici, Una notte al museo sardo di antropologia ed etnografia, Lo studio dell’uomo: museo anatomico e strumenti storici, La magia della chimica, Science show, Dal sole alle galassie: un viaggio nello spazio e nel tempo alla scoperta dell’Universo, Alla ricerca delle origini: viaggio antropologico nel tempo e intorno al mondo, Open night ai laboratori di ricerca, Scienza, storia ed esperimenti al museo di fisica: un bouquet di forte interesse, con dimostrazioni ed esperimenti affascinanti. La scienza a portata di mano, trampolino ideale per suscitare interessi e passione: questo il tema della serata in Cittadella.

Cittadella di Monserrato, 24 settembre 2015 - Foto: Ivo Cabiddu (www.unica.it) Cittadella di Monserrato, 24 settembre 2015 - Foto: Ivo Cabiddu (www.unica.it) Notte dei ricercatori nell’atrio del Rettorato di Cagliari Cittadella di Monserrato, 24 settembre 2015 - Foto: Ivo Cabiddu (www.unica.it)
repertorio UniCa.it: la Notte dei Ricercatori 2015 (link)

METROCAGLIARI E CONCORSO PER GLI STUDENTI.
La Settimana della scienza (24/30 settembre) coinvolge oltre 300 città europee e culmina domani, venerdì 30 con la Notte europea dei ricercatori. In Italia il progetto (coordina Frascati Scienza) si snoda in 29 città con 350 appuntamenti. Il team dell’ateneo di Cagliari, diretto dalla professoressa Morelli, prosegue domani, venerdì 30, in rettorato. I ricercatori cagliaritani prendono parte a tavole rotonde, Caffè scienza e gazebo tematici distribuiti su via Università, aula magna e chiostro. Tra gli argomenti trattati “Coccodrilli, squali e tartarughe: fossili nell’area urbana di Cagliari”, “L’esistenza degli dei”, “Il Ballu tundu fa bene al cuore”, “Infinito, arte filosofia e matematica”, “Identità a confronto: il linguaggio delle donne sarde e iraniane” e “Sai cosa mangi? Cibo e scienza si incontrano”. Ampia attenzione anche a tematiche di biologia, astrofisica, comunicazione, innovazione tecnologica e attualità. Tra le news della due giorni il voucher gratuito per andare in Cittadella con MetroCagliari e il concorso per gli studenti con in palio 500 euro per il miglior reportage video di due minuti da postare su Youtube e unica.it.
 
SINERGIE E PARTNER: ANCHE IL CAGLIARI CALCIO IN RETTORATO. L’Università per la “Notte” ha patrocinio e supporto di Fondazione di Sardegna e Comune di Cagliari. Il progetto, promosso dalla Commissione Europea, è realizzato con, tra gli altri, Regione Lazio, Cnr, Enea, Inaf, Cineca, Sardegna Ricerche, Sapienza Università Roma, “Tor Vergata”, Roma Tre, Lumsa Roma e Palermo, Università Parma, Università Sassari. La Settimana fa capo in Italia a Frascati Scienzare.
 
INFO: 070.6756526 direzione Ricerca e Territorio – www.unica.it - www.frascatiscienza.it



 

Attualità, storia, sport e divulgazione per la Notte dei ricercatori
Anche una delegazione del Cagliari calcio all’evento di giovedì e venerdì. I coccodrilli nel capoluogo, ballu tundu e salute, donne iraniane e donne sarde, cibo e matematica. L’Università in campo per la Settimana europea della scienza con cinquanta progetti. “Divulghiamo innovazione, tecnologia e umanesimo per suscitare curiosità. Aspettiamo i cittadini per creare una reciproca contaminazione” le parole del rettore Maria Del Zompo 

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO
 
Cagliari, 26 settembre 2016
Mario Frongia

Oggi, lunedì 26 settembre, il rettore Maria Del Zompo, il pro rettore per la Ricerca scientifica, Micaela Morelli e l’assessore comunale alla Cultura, Paolo Frau, hanno presentato la Notte dei ricercatori. L’evento rientra nell’ambito della Settimana della scienza. Atenei e centri di ricerca presentano le proprie attività per contribuire alla crescita del tessuto produttivo, sociale e culturale.
 
clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire
clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire
Rettorato di Cagliari, 26.09/2016 - Alcune immagini della conferenza stampa di presentazione (foto: Francesco Cogotti)
 

CLICCA PER STAMPARE IL VOUCHER (.PDF)
VOUCHER GRATUITO
PER METRO CAGLIARI

Anche quest’anno Arst e Assessorato Regionale dei Trasporti hanno accolto con entusiasmo l’invito dell’Università di Cagliari per il più importante appuntamento europeo di comunicazione scientifica.

Domani, giovedì 29 settembre, l’Arst offre un voucher gratuito (link) che permette a quanti vorranno partecipare agli eventi della "Notte" di raggiungere la Cittadella di Monserrato con Metro Cagliari.

CLICCA QUI o sull’immagine a lato per la stampa del voucher


CINQUANTA GOL DELL’UNIVERSITÀ DI CAGLIARI.

La Settimana della scienza - 24/30 settembre - coinvolge 300 città europee e culmina venerdì 30 con la Notte europea dei ricercatori. In Italia il progetto coordinato da Frascati Scienza si snoda in 29 città con 350 tra spettacoli, workshop ed eventi di biologia, astrofisica, comunicazione, innovazione tecnologica e attualità. Il programma coordinato dal pro rettore si sviluppa giovedì 29 in Cittadella universitaria (Monserrato) e venerdì 30 in rettorato.
 
COINVOLGERE E INCURIOSIRE. Il Cagliari calcio in ateneo.Con la Notte puntiamo ad avvicinare la città e i nostri giovani al mondo della ricerca umanistica, tecnologica e scientifica. Mi piace pensare a una interazione reciproca, una contaminazione che susciti curiosità e attenzioni: l’Università - ha sottolineato la professoressa Del Zompo - crede fortemente nel fare sistema. Un percorso che piace anche al Cagliari calcio: una delegazione di primo piano del club sarà con noi venerdì sera in rettorato. In bocca al lupo!”.
 
SCIENZA, APPEAL E RICERCA.La Notte ospita tavole rotonde, Caffè scienza e gazebo su temi quali Coccodrilli, squali e tartarughe: fossili nell’area urbana di Cagliari, Esistenza degli dei, Il Ballu tundu fa bene al cuore, Infinito, arte filosofia e matematica, Identità a confronto: il linguaggio delle donne sarde e iraniane e Sai cosa mangi? Cibo e scienza si incontrano. Grazie al team della direzione Ricerca e Territorio - ha detto la professoressa Morelli - proponiamo una scaletta di forte impatto. Siamo grati anche all’Arst, alla Fondazione di Sardegna e al Comune di Cagliari (via Università sarà chiusa al traffico)”. Il pro rettore ha segnalato anche il concorso per gli studenti con in palio 500 euro per il miglior reportage video di due minuti da postare su Youtube e UniCa.it.
  
COMUNE E ATENEO IN SIMBIOSI.Alla base della nostra politica c’è una forte intesa con l’Università, valore di enorme pregio per la nostra comunità. Abbiamo siglato diversi protocolli con varie facoltà, tra cui quello firmato dal rettore e dal sindaco Massimo Zedda sull’Orto botanico quale raccordo con l’Anfiteatro e primo passo per un parco storico che si apre da Buoncammino fino a piazza Yenne, che testimoniano – ha rimarcato Paolo Frau – la nostra vicinanza alla massima istituzione cittadina dei saperi”. Per l’assessore il più importante appuntamento europeo di comunicazione scientifica è un altro tassello “per la visibilità e la crescita di Cagliari e del suo contesto”.

INFO: Lidia Melis, 070.6756526 – www.unica.it - www.frascatiscienza.it
 
CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO


 



Coccodrilli, ballo tondo, cibo e matematica per la Notte europea dei ricercatori

 
NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI. L’ateneo divulga e incontra i cittadini. A Cagliari e Monserrato oltre cinquanta iniziative il più importante evento europeo di comunicazione scientifica. Dal 24 al 30 settembre per la Settimana della Scienza aperitivi, seminari e tavole rotonde interattive

Cagliari, 7 settembre 2016
Mario Frongia

CINQUANTA GOL DELL’UNIVERSITÀ DI CAGLIARI. Dal 24 al 30 settembre 2016 si tiene la Settimana della scienza.L’evento coinvolge oltre 300 città europee e culmina venerdì 30 con la Notte europea dei ricercatori. In Italia il progetto coordinato da Frascati Scienza si snoda in 29 città con 350 appuntamenti tra spettacoli, workshop e laboratori. Il team dell’Università di Cagliari, coordinato dal pro rettore Micaela Morelli, prevede due date clou: giovedì 29 la Cittadella universitaria di Monserrato apre laboratori e musei ai cittadini e ospita varie iniziative. Il 30, tra via Università, per l’occasione chiusa al traffico, e il Rettorato - aula magna, chiostro interno, ex seminario tridentino - si tengono Science’s cafè e altri eventi divulgativi. La scaletta della due giorni prevede, dalle 17 a mezzanotte, oltre cinquanta appuntamenti che fanno capo alle sei facoltà e ai diversi ambiti disciplinari e scientifici dell’ateneo.
 
SCIENZA, APPEAL E RICERCA IN ATENEO. Tra i vari eventi promossi dai ricercatori cagliaritani - la scaletta definitiva è in fase di chiusura - tesi a cogliere le attenzioni del pubblico e delle nuove generazioni si segnalano “Coccodrilli, squali e tartarughe: fossili nell’area urbana di Cagliari”, “L’esistenza degli dei”, “Il Ballu tundu fa bene alla salute”, “Infinito, arte filosofia e matematica”, “Identità a confronto: il linguaggio delle donne sarde e iraniane” e “Sai cosa mangi? Cibo e scienza si incontrano”. Ampia e variegata attenzione anche a tematiche di biologia, astrofisica, comunicazione, innovazione tecnologica e attualità.
 
FONDAZIONE DI SARDEGNA E COMUNE DI CAGLIARI. L’Università di Cagliari per la Notte dei ricercatori ha il patrocinio e il supporto di Fondazione di Sardegna e Comune di Cagliari. Il progetto, promosso dalla Commissione Europea, è realizzato in collaborazione con Regione Lazio, Comune di Frascati, Asi, Cnr, Enea, Esa-Esrin, Inaf, Infn, Ingv, Iss, Cineca, Garr, Ispra, Crea, Sardegna Ricerche, Sapienza Università di Roma, Università Roma “Tor Vergata” e Università Roma Tre, Università Lumsa di Roma e Palermo, Università di Cagliari, Università di Cassino e del Lazio Meridionale, Università di Parma, Università Politecnica delle Marche, Università di Sassari, Università di Modena e Reggio Emilia.
 
FRASCATI SCIENZA. L’eccellenza e l’importanza della ricerca italiana quale filo conduttore della settimana. Capofila di una rete di ricercatori, università e istituti di ricerca, sparsi per il Paese, Frascati Scienza promuove il più importante appuntamento europeo di comunicazione scientifica. Previsti centinaia di eventi dedicati alla scienza e all’importanza della figura del ricercatore. Tra le infrastrutture di ricerca - fra le più importanti in Italia ed Europa - oltre a Cagliari e Monserrato sono coinvolte le città e le istituzioni di Ancona, Roma, Frascati, Firenze, Sesto Fiorentino, Milano, Trieste, Genova, Modena, Ferrara, Napoli, Caserta, Palermo, Bari, Catania, Lecce, Parma, Pavia, Reggio Emilia, Sassari, Carbonia, Cassino, Gorga, Grottaferrata, Monte Porzio Catone, Colleferro, Rocca di Papa e Santa Maria di Galeria. Il programma prevede aperitivi scientifici, conferenze, laboratori, giochi, mostre, ‘science trips’, visite nei centri di ricerca e spettacoli. Grande attenzione alle scuole di ogni ordine e grado con eventi riservati agli studenti.
 
INFO: 070.6756526 – programma, giorni, orari e luoghi sul sito http://www.frascatiscienza.it

Il 30 settembre si rinnova l’appuntamento con la scienza che attrae
 
L’ateneo di Cagliari tra le nove università italiane coinvolte. Il progetto coordinato da Frascati Scienza vede impegnate 23 città con oltre 200 eventi tra spettacoli, workshop e laboratori. Con la Settimana della scienza dal 24 al 30 settembre attività per adulti e bambini: ‘Made in Science’, la filiera della conoscenza

Cagliari, 8 agosto 2016
Mario Frongia

Dal 24 al 30 settembre 2016 al via la Settimana della Scienza che culminerà il 30 Settembre con la Notte Europea dei Ricercatori. La manifestazione è promossa dalla Commissione Europea. Il progetto coordinato da Frascati Scienza vede tra i suoi partner principali i più importanti enti di ricerca nazionali (ASI, CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, ISS, CINECA, GARR, ISPRA, CREA, Sardegna Ricerche), tra le migliori università della Penisola (Sapienza Università di Roma, Università Roma “Tor Vergata”, Università Roma Tre, Università LUMSA, Università di Cagliari, Università di Cassino, Università di Parma, Università di Sassari, Università di Modena e Reggio Emilia) e la Regione Lazio.

Made in science. Le prossime due edizioni, a cura di Frascati Scienza previste a settembre 2016 e 2017, saranno all’insegna del MADE IN SCIENCE, per una scienza vista come vera e propria ’filiera della conoscenza’, capace di produrre e distinguersi per eccellenza, qualità, creatività, affidabilità, transnazionalità, competenze e responsabilità. MADE IN SCIENCE sarà il marchio che distingue la qualità, l’eccellenza e l’importanza della ricerca italiana e il filo conduttore degli appuntamenti in programma.

 

 

Frascati Scienza il 24 settembre, in occasione dell’evento lancio della Notte Europea dei Ricercatori 2016, guiderà il pubblico in un viaggio attraverso una "Casa della Scienza" che sarà allestita a Roma con il contributo della Regione Lazio. Saranno realizzati spazi che riproducono una cucina camera, soffitta e giardino per promuovere varie attività scientifiche aperte a tutti. I partecipanti, dopo essere stati accolti all’ingresso, potranno visitare la casa attraverso un percorso che li guiderà in cucina per conoscere le “ricette di chimica”, in cameretta per scoprire la fisica dei giocattoli, fino a salire in soffitta per osservare con il telescopio la stella che scalda il nostro pianeta, per riscendere infine in giardino e conoscere da vicino i segreti della biologia. All’interno di ciascuna stanza le persone vivranno delle brevi esperienze scientifiche che permetteranno loro di guardare con occhi nuovi quello che accade ogni giorno nelle nostre case. L’idea della casa guiderà tutte le attività che caratterizzeranno la settimana della scienza e la Notte Europea dei Ricercatori: ogni giorno della settimana, dal 26 al 29 settembre sarà, infatti, dedicato ad una delle 4 stanze e sarà caratterizzato da attività, laboratori e spettacoli a tema. Infine, il 30 settembre la casa della scienza verrà ricostruita a Frascati all’interno delle Mura del Valadier e le stanze saranno ampliate così da ospitare un maggior numero di attività e consentire ai visitatori di vivere un numero maggiore di esperienze.

Horizon 2020. Gli eventi rientrano nella azione Marie Sklodowska-Curie del programma Horizon 2020. In Italia oltre al progetto coordinato da Frascati Scienza sono cinque i progetti vincitori del finanziamento europeo: Sharper, Luna 2016, Closer, Bright e Society.

Commissione europea. La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea. Il progetto coordinato da Frascati Scienza è realizzato in collaborazione con Regione Lazio, Comune di Frascati, ASI, CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, ISS, CINECA, GARR, ISPRA, CREA, Sardegna Ricerche, con Sapienza Università di Roma, Università Roma “Tor Vergata”, Università Roma Tre, Università LUMSA di Roma e Palermo, Università di Cagliari, Università di Cassino, Università di Parma, Università di Sassari, Università di Modena e Reggio Emilia. L’evento vede la partecipazione di G.Eco, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Accatagliato, Associazione Arte e Scienza, Gruppo Astrofili Monti Lepini (Osservatorio di Gorga), Associazione Culturale Chi Sarà di Scena, RES Castelli Romani, Associazione Eta Carinae, Associazione Tuscolana Amici di Frascati, Astronomitaly – La Rete del Turismo Astronomico, Explora il Museo dei Bambini di Roma, L.U.D.I.S, Museo Tuscolano delle Scuderie Aldobrandini, Native, Sotacarbo, STS Multiservizi, Science4Biz, Dinosauri in Carne e Ossa.

Informazioni: www.frascatiscienza.it

 

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO

 


  

 

 

 

 

 

Last news

24 September 2022

Consorzio Industriale della Gallura, intesa con il DICAAR

Un progetto di ricerca sotto la responsabilità di Roberto Ricciu, docente del Dipartimento di Ingegneria Civile Ambientale e Architettura, che coordina un gruppo di ricerca di Fisica Tecnica Ambientale, ha mosso i primi passi nelle scorse settimane: l'obiettivo è studiare il fabbisogno di energia attuale e pianificare il futuro sviluppo socio economico del nord est della Sardegna provando a rispondere in modo opportuno ad alcune domande fondamentali per lo sviluppo

24 September 2022

Percorsi mediterranei di mediazione per la pace, interviene il Segretario della CEI

L'arcivescovo di Cagliari mons. Giuseppe Baturi apre i lavori dell'iniziativa organizzata dal docente di Diritto privato Carlo Pilia: l'appuntamento è per lunedì 26 settembre alle 16 con una relazione sulla "Carta di Firenze". “L’inizio delle lezioni è l’occasione propizia per animare un confronto con gli studenti universitari sulle tematiche di interesse generale e di maggiore attualità – spiega il professore - che quest’anno riguardano lo sviluppo sostenibile e gli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite”.

24 September 2022

BESTMEDGRAPE, al via la conferenza internazionale

L'appuntamento è per martedì 27 settembre dalle 9 nell'Aula magna del Polo di via Marengo: si tratta del progetto finanziato dalla Commissione Europea con oltre tre milioni di euro, guidato dall'Università di Cagliari, che punta a promuovere il riutilizzo degli scarti della vinificazione per ottenere creme di bellezza, integratori e prodotti farmaceutici, creando al contempo nuove opportunità commerciali per giovani imprenditori

23 September 2022

Bullismo, sistema di videosorveglianza intelligente per segnalare episodi di violenza ideato dagli specialisti dell’Università di Cagliari

Dalle App per smartphone e pc agli studi avanzati sul rilevamento degli artefatti video utilizzati dai bulli per molestare e minacciare. Il team dell’Università di Cagliari guidato da Gian Luca Marcialis nel progetto BullyBuster con gli atenei di Foggia, Bari e Napoli Federico II. I lavori saranno presentati anche all’Orto botanico il 30 settembre per Sharper european researchers’ night 2022

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie