ELETTRONICA. Su Physical Review B il lavoro dei ricercatori guidati da Giancarlo Cappellini nel campo dei transistor e dei diodi
13 July 2016
ELETTTRONICA. Su Physical Review B il lavoro dei ricercatori dell'Università di Cagliari guidati da Giancarlo Cappellini nel campo dei transistor e dei diodi
 
Giancarlo Cappellini Roberto Cardia Giuliano Malloci
da sinistra: Giancarlo Cappellini, Roberto Cardia e Giuliano Malloci
 
I ricercatori guidati da Giancarlo Cappellini hanno elaborato un sistema teorico-computazionale con applicazioni nel campo dei transistor e dei diodi. Il lavoro è stato pubblicato sulla rivista internazionale Physical Review B
 
Cagliari, 13 luglio 2016
Mario Frongia
 
TEAM DI PREGIO. Un gruppo di ricercatori del dipartimento di Fisica dell’ateneo di Cagliari ha messo a punto un metodo teorico-computazionale efficiente per il calcolo delle proprietà ottiche ed elettroniche di molecole a base organica in differenti stati di aggregazione. A ricerche e sperimentazioni hanno preso parte Giancarlo Cappellini (associato), Roberto Cardia (borsista post dottorato) e Giuliano Malloci (ricercatore). Da rimarcare l’aspetto nazionale e internazionale della collaborazione: il lavoro - pubblicato sulla rivista Physical Review B, Aps - ha avuto il contributo di Elena Molteni (Università Milano), Xavier Blase (Istituto Cnrs, Grenoble) e Gian Marco Rignanese (Naps-Università Louvain la Neuve, Belgio). Un pool di specialisti coordinatori di gruppi di studio impegnati nella simulazione numerica per la Fisica dei materiali.
 
RICERCA E APPLICAZIONI. Le “nuove” molecole possono trovare applicazioni in campi differenti che vanno dalla costruzione dei transistors alla produzione di diodi emettitori di luce alle celle fotovoltaiche. Le tecniche utilizzate dal gruppo dell’ateneo di Cagliari permettono di determinare proprio quelle proprietà legate ai fenomeni di eccitazione e di diseccitazione delle molecole, che poi possono dare luogo ad applicazioni importanti. I risultati sono stati ottenuti sia per molecole in fase gassosa che per molecole assemblate in solidi cristallini. Proprio la possibilità di comparare gli stessi effetti per le stesse molecole in stato di aggregazione differente, rende la metodologia adottata strategica per la ricerca di base e per quella applicata. Tra le molecole studiate c’è il pentacene (Pnt): tra i costituenti fondamentale per i materiali alla base dei dispositivi a stato solido per l’elettronica e la fotonica organica.
 
METODO E FUTURO. L’estensione di questa metodologia a molecole di natura diversa getta il seme per possibili collaborazioni future con gruppi sperimentali e teorici sia del dipartimento dell’Università di Cagliari, sia di altre strutture dell’ateneo legate a simili tematiche di ricerca. La natura stessa delle tecniche utilizzate (teoriche-computazionali) permette il coinvolgimento di altri gruppi nazionali e internazionali.

Last news

27 September 2022

BESTMEDGRAPE, al via la conferenza internazionale

L'appuntamento è per martedì 27 settembre dalle 9 nell'Aula magna del Polo di via Marengo: si tratta del progetto finanziato dalla Commissione Europea con oltre tre milioni di euro, guidato dall'Università di Cagliari, che punta a promuovere il riutilizzo degli scarti della vinificazione per ottenere creme di bellezza, integratori e prodotti farmaceutici, creando al contempo nuove opportunità commerciali per giovani imprenditori

27 September 2022

La Banca del Germoplasma compie 25 anni

La struttura ospitata all'interno del polmone verde del nostro Ateneo taglia un importante traguardo: giovedì 29 settembre iniziano le celebrazioni nell'Aula Eva Mameli Calvino. BG-SAR, con il suo scrigno di biodiversità a 25 gradi centigradi sotto zero, attualmente custodisce circa 3500 lotti di semi riferibili a circa 1500 taxa vegetali provenienti da numerosi territori del Mediterraneo, specialmente insulari. Una realtà importantissima per la nostra Isola, ma non solo, in cui si confrontano ogni giorno ricercatrici e ricercatori provenienti da tutto il mondo

27 September 2022

EDUC Entrepreneurship Days

Mercoledì 28 e giovedì 29 settembre si svolgono gli EEDays, organizzati dal team Educ dell'Università di Cagliari con il coordinamento della prorettrice all’Internazionalizzazione, Alessandra Carucci, in collaborazione con il Centro per l'Innovazione e l'imprenditorialità (Crea) di UniCa. Partecipano studenti e studentesse dei diversi atenei europei partner dell'alleanza che avranno modo di incontrare e confrontarsi con il mondo dell'imprenditoria e della ricerca

26 September 2022

Il mondo della virologia al Parco scientifico di Pula

Il Dipartimento di Scienze della vita e dell'ambiente dell'Università di Cagliari al lavoro con Sardegna Ricerche per costruire un polo di eccellenza per la ricerca sugli antivirali. Si tratta del più importante evento formativo europeo per dottorandi ed early-post doc nel campo della virologia e della terapia antivirale che dal 26 settembre radunerà docenti e studenti provenienti da ogni parte del mondo

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie