27 October 2009
COMUNICATO STAMPA di MARTEDI’ 27 OTTOBRE 2009
  
Cagliari, 27 ottobre 2009 (unicapress) - In un “clic”, ecco a disposizione l’intero patrimonio scheletrico della Sardegna dalla preistoria alla caduta dell’impero romano. Il materiale archeologico sardo è stato censito e reso disponibile a tutto il mondo grazie a Anthroponet, un progetto portato avanti dall’antropologo Marco Lodde, dottore di ricerca del dipartimento di Biologia sperimentale dell’Università di Cagliari, sotto la guida della prof.ssa Elisabetta Marini.
 
Anthroponet è uno dei primi esperimenti sul territorio nazionale e internazionale di censimento e diffusione on line di materiale archeologico, un prodotto innovativo che permette di accedere via internet, attraverso l’indirizzo web www.anthroponet.it, al patrimonio scheletrico della Sardegna di epoca preistorica, protostorica e storica; dal paleolitico alla caduta dell’impero romano. A tutt’oggi sono stati censiti 300 siti archeologici e il sito web è stato visitato da navigatori di oltre 30 paesi del mondo.
 
Anthroponet è molto di più di un museo virtuale, consente di reperire facilmente informazioni sulle caratteristiche dei singoli siti della Sardegna, di realizzare analisi statistiche su base geografica o storica, di ricercare informazioni bibliografiche. e di interagire direttamente con alcuni reperti di particolare interesse attraverso le loro ricostruzioni in 3D. Grazie a quest’ultima applicazione un reperto di interesse può essere reso disponibile ad un numero illimitato di persone, in qualsiasi regione del mondo, senza rischio di danni dovuti alla manipolazione
 
Ma non finisce qui. Il sito internet comprende schede informative di approfondimento e un glossario della terminologia tecnica che lo rende particolarmente prezioso per la didattica e la divulgazione dei contenuti scientifici. Senza contare l’importante ruolo che può svolgere nella valorizzazione del patrimonio ambientale e storico-culturale della Sardegna.
Il materiale scheletrico derivante da anni di campagne di scavo è conservato presso istituzioni diverse, non sempre è accessibile e spesso rimane sconosciuto o se ne perde la memoria. Con grande pazienza e dedizione il dottor Marco Lodde, ha censito i 300 siti individuando 322 serie scheletriche appartenenti a diverse culture. Per ciascuna serie ha raccolto le informazioni di interesse disponibili e ha reperito materiale fotografico. La raccolta delle informazioni è avvenuta sia attraverso la ricerca bibliografica, sia in maniera diretta presso le soprintendenze, le università e i musei regionali ed extraregionali.
 
Consentendo una condivisione in larga scala delle risorse antropologiche, Anthroponet può offrire un enorme contribuito allo sviluppo della  ricerca antropologica. Il gruppo di ricerca del dipartimento di biologia sperimentale dell’Università di Cagliari ha già in mano i primi risultati di un’analisi dei dati inclusi in Anthroponet. Un primo studio, rivolto ai siti censiti e effettuato su base geografica, ha mostrato una elevata presenza di siti al nord e al sud, mentre nella parte centrale se ne riscontra una buona densità solo lungo la costa occidentale. In particolare a nord e a sud sono prevalentemente collocati i siti più recenti, di epoca romana, mentre la maggiore concentrazione di siti di età preistorica è nella regione centro-settentrionale del versante orientale, che risulta un’area ricca di monumenti di età preistorica e protostorica, tra cui numerose strutture sepolcrali come domus de janas e tombe di giganti nuragiche.
 
L’analisi può fornire indicazioni per lo studio della diffusione delle popolazioni umane nel tempo e per la definizione delle aree maggiormente caratterizzate da riutilizzo di strutture funerarie preesistenti. Alla luce dello stato dell’arte, quindi, è previsto un approfondimento di tale studio
 
Il lavoro di censimento si è svolto in parallelo con l’implementazione della struttura informatica. Anthroponet è il frutto di una collaborazione sinergica fra il dipartimento di biologia sperimentale dell’Università di Cagliari e due società informatiche: Applidea, che ha progettato e creato il sito internet e la base di dati e la Società 3DDD, responsabile delle ricostruzioni tridimensionali. Di primaria importanza la partecipazione di entrambe le soprintendenze archeologiche della Sardegna.
 
Il sistema di catalogazione e di utilizzo delle informazioni sul patrimonio scheletrico progettato per Anthroponet può costituire la base per esperienze analoghe in altre regioni perché pensato per accogliere informazioni su scala nazionale. Inoltre l’attuale struttura potrebbe essere ampliata e associata ad altre basi di dati di approfondimenti, ad esempio sulle caratteristiche archeologiche dei siti.


 
Vedi rubrica "Comunic@re la scienza"

Last news

07 December 2021

DUST IN THE WIND

Perturbazioni e problemi idroclimatici antropogenici nelle terre aride: giovedì 9 dicembre il seminario della professoressa statunitense Kathleen Nicoll (University of Utah) su cause ed effetti della desertificazione in regioni a rischio di siccità, come il Mediterraneo, a confronto con le variabili ecogeomorfiche e le attività umane alla base delle tempeste di polvere a Salt Lake City e nelle vicine montagne Wasatch. Appuntamento organizzato su Teams dal Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche e coordinato dal professor Guido Mariani nell’ambito del ciclo di seminari 2021-22 dei Corsi di laurea in Geologia e Scienze e tecnologie geologiche

07 December 2021

Transizione energetica e mobilità

Venerdì 10 dicembre, ore 17:45, continua la serie di conferenze organizzate da Legambiente Sardegna con la collaborazione del Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e architettura dell'Università di Cagliari (Dicaar) con il comune obiettivo di tenere alta l’attenzione a focalizzare ogni sforzo sull’Agenda impostata dall’Unione europea per il Green Deal, la transizione “verde”, giusta e solidale, che ha messo a disposizione ingenti risorse mirate per la ripresa e la resilienza dei Paesi membri. Con i docenti di UniCa Giorgio Massacci, Giorgio Querzoli, Gianfranco Fancello e Italo Meloni, partecipano: Paride Gasparini (Ctm), Paolo Diana (Arst) e l’assessore comunale Alessandro Guarracino. Coordina Vincenzo Tiana (Legambiente)

07 December 2021

BIP, giornata di recruiting

Si svolgerà martedì 21 dicembre, nel Centro servizi di Ateneo per l'innovazione e l'imprenditorialità dell‘Università di Cagliari in via Ospedale 121, la giornata di reclutamento organizzata dalla società di consulenza internazionale BIP Consulting. L'evento è riservato a studentesse e studenti laureandi o laureati nelle discipline STEM. Per partecipare occorre inviare il curriculum entro il 16 dicembre

07 December 2021

Adotta un'impresa

Giunge al quarto anno il progetto che mette in relazione le studentesse e gli studenti dell'Università degli Studi di Cagliari con le aziende del territorio. L'iniziativa è promossa all'interno del corso di Marketing digitale, tenuto da Francesca Cabiddu, per il corso di laurea in Data Science, Business Analytics e Innovazione. Sette le imprese coinvolte: IMI Remosa, Fluorsid, Portale Sardegna, Eurobetonsud, Fattorie Renolia, Biho Cafè Bistro' e Fantasy Pizzeria

Questionnaire and social

Share on: