04 January 2007
(unicaweb) - Un accordo per l´avvio di comuni progetti di ricerca scientifica è stato raggiunto tra la Scuola di specializzazione in Medicina dello Sport dell'Universita' di Cagliarie la Capital Sports University della capitale cinese Beijing, sede di ricerca e nota tra l´altro per essere la sede degli allenamenti della Nazionale cinese in vista delle Olimpiadi del 2008. L´intesa tra i due atenei è stata perfezionata durante una recente missione svolta in Cina dai responsabili della Scuola di specializzazione diretta da Alberto Concu.
 
"Si tratta di un accordo che offre grandi soddisfazioni ed enormi potenzialità ? è il commento del prof. Concu ? Si potranno mettere a frutto le diverse competenze acquisite dai rispettivi scienziati e ricercatori. La Cina, infatti, sta pubblicando sempre più sulle riviste scientifiche internazionali grazie ai grandi investimenti che il Governo sta attuando in vista delle Olimpiadi, con una grande dotazione di mezzi e tecnologie. Oltre che di atleti di indiscusso talento mondiale".
 
La Capital Sports University è la principale struttura universitaria della capitale cinese: al suo interno si trovano il campus studenti, il centro ricerche, il centro didattico e tutti gli impianti sportivi dal nuoto al pattinaggio su ghiaccio. Il centro ricerche cinese si è dichiarato pronto ad attivare protocolli sperimentali su atleti di élite in team con il gruppo dell´Università di Cagliari con obiettivi scientifici comuni.
 
Entro il prossimo mese sarà avviata la prima fase della collaborazione scientifica con l´attivazione dei primi protocolli sperimentali che si terranno presso i laboratori sardi e cinesi.
 
"L´Università di Cagliari ? conclude Concu - sta lavorando con grande attenzione sulla ricerca applicata alla Scienza dello Sport grazie ad un team di ricercatori, dottorandi e specialisti in Medicina e scienza dello sport che ha iniziato da alcuni anni ad ottenere importanti riconoscimenti internazionali. Lavorare ora anche con la Cina, in anteprima assoluta tra le università italiane ed europee, ci consentirà di condividere ed accrescere le conoscenze. Il nostro obiettivo è quello di trasferire a livello nazionale e regionale le conoscenze verso i tecnici e gli atleti di élite per contribuire alla ricerca di nuove performance. Il progetto `Sport Science Labs´ presentato recentemente a Cagliari dal nostro gruppo è infatti parte di questa visione complessiva."
 

Last news

19 June 2021

Samsung Innovation Campus - Smart Things Edition. Le candidature entro il 30 giugno.

L’università di Cagliari con il colosso coreano Samsung per formare le professionalità del futuro in ambiti quali intelligenza artificiale, Internet delle cose e sicurezza informatica. Da settembre il corso multidisciplinare per preparare esperti di trasformazione digitale e problem-solvers rivolto a studenti dei corsi dei dipartimenti di Matematica e Informatica e di Ingegneria elettrica ed elettronica. PREMI DA 1500 EURO PER I MIGLIORI STUDENTI.

18 June 2021

Economia, colpiti durante una piccola ripresa

Presentato il 28mo rapporto CRENoS sull’economia della Sardegna: “L'Isola è stata colpita dal covid durante una piccola ripresa - hanno spiegato i ricercatori - in particolare nel settore turistico. Sul mercato del lavoro sono le donne con basso titolo di studio le più colpite dalla crisi". Per la ripresa occorre puntare sulla capacità di formare e soprattutto attrarre capitale umano, con elevate abilità nelle tecnologie digitali, nella valutazione di investimenti e nella redazione e gestione di progetti; sulla capacità di diffondere e promuovere l’adozione di tecnologie a risparmio di risorse, tra cui quelle energetiche; sulla piena consapevolezza del valore dell’ambiente. Il Rettore dell'Università di Cagliari Francesco Mola: "CRENoS esempio virtuoso di collaborazione tra atenei. Per la ripresa ognuno deve fare la sua parte, pensando anche agli altri". RESOCONTO con le IMMAGINI e il VIDEO dell'incontro. RASSEGNA STAMPA con i servizi di tutti i TG sardi

17 June 2021

L’ Università di Cagliari ospita online Medcom 2020+1

Linguaggi, inclusione, media e parità di genere. La sesta conferenza mondiale sui media e la comunicazione, curata con l’Aou di Cagliari e l’Università di Tor Vergata, si apre giovedì. All’evento multidisciplinare, fruibile su https://mediaconference.co/, vengono presentati dieci lavori di studiosi dell’ateneo. Il rettore Francesco Mola, i presidenti di Corecom, Ordine dei giornalisti e Assostampa, Susi Ronchi, Francesco Birocchi e Celestino Tabasso, prendono parte ai saluti inaugurali

Questionnaire and social

Share on: