15 May 2007

Una ricercatrice dell'Istituto di neuroscienze del Cnr di Cagliari ha vinto una
borsa di studio di 15.000 euro, della durata di un anno, promossa da L'Oréal Italia e dall'Unesco
con l'intento di dare un sostegno concreto alla ricerca scientifica al femminile



Un'assegnista di ricerca presso l'Istituto di neuroscienze (In) del Consiglio
Nazionale delle Ricerche, ventotto anni, Paola Maccioni è stata premiata con una
borsa di studio di 15.000 euro per la durata di un anno, dalla giuria - presieduta
da Umberto Veronesi - del programma "L'Oréal Italia per le donne e la scienza
2007", promosso in collaborazione con la Commissione italiana dell'Unesco, grazie a
uno studio nel settore delle neuroscienze. Il premio, giunto alla quinta edizione, è
andato anche ad altre quattro giovani ricercatrici.

Laureata a pieni voti in scienze biologiche all'Università di Cagliari, Paola
Maccioni attualmente frequenta il terzo anno del dottorato di ricerca in
neuroscienze all'Università di Cagliari ed è assegnista di ricerca presso l'In-Cnr
di Cagliari dove conduce studi sulla neurobiologia dell'alcolismo. In particolare,
il progetto per il quale è stata premiata è dedicato allo "Studio delle proprietà
anti-alcol dei modulatori allosterici positivi del recettore GABAB".

"Il nostro progetto di ricerca si propone di studiare in opportuni modelli
sperimentali l'effetto di diversi farmaci che attivano il recettore GABAB sul
consumo di alcol e le proprietà gratificanti dell'alcol", spiega la ricercatrice.
"Oltre agli agonisti diretti, verrà prestata particolare attenzione ad una nuova
classe di farmaci che svolgono un'azione di modulazione allosterica positiva sul
recettore GABAB". "L'alcolismo costituisce un grave problema di ordine medico e
sociale", aggiunge Giancarlo Colombo, ricercatore dell'In-Cnr, con il quale lavora
la dr.ssa Maccioni, "e le terapie farmacologiche attualmente disponibili sono di
modesta efficacia. La comprensione del meccanismo d'azione dell'alcol nel cervello è
condizione necessaria per sviluppare nuovi farmaci per il trattamento di questa
forma di dipendenza".

Per questi studi vengono utilizzati ratti della linea Sardinian Alcohol preferring
(sP), selezionati geneticamente per l'elevato consumo 'volontario' di alcol.



Roma, 15 maggio 2007



La scheda:

Chi: Paola Maccioni, assegnista di ricerca presso l'Istituto di neuroscienze del Cnr
di Cagliari, vincitrice di una delle cinque borse di studio di L'Oréal Italia e
Unesco

Che cosa: borsa di studio di 15.000 euro per la durata di un anno, assegnata da
"L'Oréal Italia per le donne e la Scienza" e Commissione italiana per l'Unesco


Last news

20 October 2021

L’Università di Cagliari accoglie altri due studenti di origine eritrea

UNICORE 3.0. Tiegisti e Nahom sono arrivati dall’Etiopia per seguire i corsi di UniCA grazie al progetto «University Corridors for Refugees» promosso dall’Agenzia Onu UNHCR e sostenuto in città dalla Caritas diocesana e dal College universitario Sant’Efisio di Cagliari, che collaborano con il nostro ateneo. Ieri la conferenza stampa presieduta dall’arcivescovo, monsignor Giuseppe Baturi, e dalla prorettrice all’internazionalizzazione, Alessandra Carucci

20 October 2021

Giornate Deleddiane, al via la tre giorni di iniziative

Aperte con l'intervento del Rettore Francesco Mola le manifestazioni organizzate dall'Università degli Studi di Cagliari, l'Istituto Superiore Regionale Etnografico e l'Università di Sassari per celebrare la scrittrice premio Nobel a 150 anni dalla nascita. "È un’iniziativa importante, che coinvolge i due Atenei e le scuole. Portare l’università fuori dall’università vuol dire accogliere la più grande parte del sapere: è uno sforzo che dobbiamo e vogliamo fare anche con Università di Sassari, tanto più dopo l’esperienza drammatica che abbiamo vissuto" queste le parole del Magnifico

Questionnaire and social

Share on: