Inaugurata la mostra su Franca Sonnino allestita negli spazi del MUACC, il Museo dell’Ateneo di via Santa Croce. La soddisfazione del Rettore Francesco Mola: “Iniziativa lodevole inserita in un luogo di incontro informale tra studenti e docenti, aperto e anzi deputato all’interazione e al dialogo costante con la realtà intorno a noi, simbolo del lavoro che portiamo avanti come ateneo”. Le parole della referente scientifica Pamela Rita Ladogana e dei curatori Simona Campus e Paolo Cortese
13 October 2022
Un momento dell'inaugurazione

L'importanza delle mostre temporanee nelle parole di Pamela Rita Ladogana: "Mantengono alta l'attenzione sugli aspetti dello studio e della ricerca e interagiscono con le collezioni permanenti, dando la possibilità di un discorso multidisciplinare"

Sergio Nuvoli

Cagliari, 13 ottobre 2022 – E’ stata inaugurata ieri pomeriggio la mostra “Franca Sonnino. Il filo, il segno, lo spazio”, ospitata dal Museo universitario delle arti e delle culture contemporanee dell’Università di Cagliari (MUACC) complementare all’esposizione visitabile alla Galleria Gramma Epsilon di Atene, che permette di ammirare l’opera di Franca Sonnino, artista romana legatissima alla Sardegna per essere stata allieva di Maria Lai. Entusiasmo e partecipazione tra le sale di via Santa Croce per l’istituzione culturale che muove i suoi primi passi.

Si tratta della prima mostra temporanea promossa dal MUACC, fedele all’originario scopo della sua fondazione: “Questo tipo di iniziativa ricopre un ruolo fondamentale – ha detto la referente scientifica, Pamela Rita Ladogana - Risponde anzitutto all’esigenza di mantenere alta e costante l’attenzione agli aspetti dello studio e della ricerca; è volta all’approfondimento di contenuti che interagiscano con le collezioni permanenti, intessendo rimandi e corrispondenze tra le opere e le esperienze degli artisti, col proposito di inglobarle in un discorso multidisciplinare sul contemporaneo; sono occasione fondamentale per rendere il museo un luogo dinamico di confronto, di scambio e di integrazione culturale in continua evoluzione”.

Le opere di Franca Sonnino in mostra al MUACC
Le opere di Franca Sonnino in mostra al MUACC

Tra le installazioni, un posto privilegiato occupa l’opera intitolata “Orchestra”, costituita da diciassette leggii vuoti, esposta alla personale che Sonnino tenne a Cagliari, alla Galleria Duchamp

Soddisfazione è stata espressa dal Rettore Francesco Mola, presente all’inaugurazione: “E’ certamente un punto di riferimento per gli studenti, uno strumento inedito, può certamente diventare un luogo di incontro informale in cui ci si possa ritrovare per dialogare e dibattere – ha sottolineato il Magnifico – Ho in mente il modello del Beaubourg (il Centro nazionale d'arte e di cultura Georges Pompidou di Parigi, nda), un museo aperto che interagisce e si confronta continuamente con la realtà circostante. In questo senso il MUACC può essere il simbolo dell’importante lavoro che ci vede quotidianamente impegnati a considerare la nostra presenza sul territorio, rispondendo ad una concezione dell’Università che sia in misura sempre maggiore al servizio della comunità e del suo sviluppo sostenibile”.

“Il percorso espositivo presenta un’ampia selezione di opere, che comprende sia le prime prove pittoriche sia i lavori che contraddistinguono la transizione verso l’utilizzo del filo come medium privilegiato d’espressione e come vasta riflessione sul segno – hanno spiegato i curatori della mostra Simona Campus e Paolo Cortese - Uno dei nuclei centrali della mostra è costituito dai “libri”, databili a partire dagli anni Ottanta, che tra tutte le opere di Sonnino sono quelle che maggiormente rimandano alla sorellanza con Maria Lai, ma che anche, allo stesso tempo, rendono esplicite la differenza tra le due artiste. Tra le installazioni, un posto privilegiato occupa l’opera intitolata “Orchestra”, costituita da diciassette leggii vuoti, esposta alla personale che Sonnino tenne a Cagliari, alla Galleria Duchamp, nel 1985, unico precedente in Sardegna di questo progetto”.

Il rettore ammira una delle opere in mostra
Il rettore ammira una delle opere in mostra

Come e quando visitare la Mostra

La mostra sarà visitabile nei seguenti giorni e orari: martedì, ore 10-14; mercoledì, ore 10-18; giovedì, ore 10-18; venerdì, ore 10-14; l’ingresso è sempre gratuito. Verranno organizzate un giovedì al mese visite guidate; sono previste iniziative collaterali in collaborazione con il Dipartimento di Lettere, lingue e beni culturali di UniCA, rivolte a scuole e associazioni del territorio.

In contemporanea alla mostra di Franca Sonnino, il Museo universitario delle arti e delle culture contemporanee di Cagliari ripropone in veste rinnovata la collezione di Italo Antico: sculture, gioielli e manufatti tessili che l’artista nato a Cagliari nel ’34 donò all’Università di Cagliari nel febbraio del 2021.

Il pubblico in visita alla mostra
Il pubblico in visita alla mostra

Links

Last news

06 February 2023

BullyBuster, il tour dell’acchiappa-bulli nelle scuole d'Italia

Dopo il via in un istituto di Avellino, ora è il turno del Liceo Motzo di Quartu Sant'Elena per la presentazione e prova pratica del sistema multidisciplinare messo a punto dai ricercatori delle università di Napoli, Cagliari, Foggia e Bari. Per UniCa il referente scientifico è il professor Gian Luca Marcialis: “La piattaforma e l’app per smartphone e pc sono ora a disposizione di ragazzi, famiglie, scuole e forze dell'ordine. Andando nelle scuole riusciamo a far ‘toccare con mano’ il semplice modo con cui le soluzioni avanzate, permesse dagli algoritmi dell’intelligenza artificiale e unite al diritto e alla psicologia, riescono ad essere estremamente utili per il rilevamento e il contrasto delle azioni di bullismo o cyberbullismo”

05 February 2023

Torna la Coppa Rettore di calcio a 11. Adesioni entro venerdì

SCADENZA ISCRIZIONI IL 10 FEBBRAIO. Il torneo universitario 2023 è organizzato dal Cus Cagliari in collaborazione con l’ateneo. Ogni squadra (necessario per tutti il certificato medico) può essere composta da un numero illimitato di studenti, anche appartenenti a facoltà diverse, che per tutta la durata del campionato non potranno giocare con nessun altro team partecipante

03 February 2023

Addio all'architetto Giovanni Carbonara

Si è spento mercoledì primo febbraio a Roma il professor Giovanni Carbonara, maestro di restauro, capofila della cosiddetta “scuola romana”. Aveva ottant’anni. Il prossimo 31 maggio avrebbe dovuto essere a Cagliari, ospite della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio del nostro ateneo. Pubblichiamo un suo ricordo a cura delle docenti Caterina Giannattasio, Donatella Rita Fiorino e Valentina Pintus.

03 February 2023

PREMI ERC. Le ricerche di Miriam Melis al top in Europa

NEUROSCIENZE. L’ateneo tra le università e centri scientifici di grande prestigio internazionale. Il riconoscimento di eccellenza alla professoressa del dipartimento di Scienze biomediche porta a Cagliari un finanziamento di circa 2 milioni di euro per il proseguo degli studi sulla dopamina e sulla sua importanza nei meccanismi di elaborazione degli stimoli sensoriali e nell’ambito dei disturbi inerenti apprendimento, sviluppo, comportamento e interazioni sociali. RASSEGNA STAMPA

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie