Il Dipartimento di Scienze della vita e dell'ambiente dell'Università di Cagliari al lavoro con Sardegna Ricerche per costruire un polo di eccellenza per la ricerca sugli antivirali. Si tratta del più importante evento formativo europeo per dottorandi ed early-post doc nel campo della virologia e della terapia antivirale che dal 26 settembre radunerà docenti e studenti provenienti da ogni parte del mondo
26 September 2022
Sardegna Ricerche, l'agenzia con base al Parco scientifico di Pula

La Scientific school è il primo passo del “NEXT GENERATION VIROLOGY”, il progetto strategico avviato da Sardegna Ricerche e dal Dipartimento di Scienze della vita e dell’ambiente dell’Università degli studi di Cagliari

Il mondo della virologia si dà appuntamento al parco scientifico di Sardegna Ricerche a Pula (Cagliari). Si terrà dal 26 al 30 settembre la Scientific school “Innovative Approaches for Identification of Antiviral Agents”, organizzata dal Dipartimento di Scienze della vita e dell’ambiente dell’Università degli studi di Cagliari e da Sardegna Ricerche. Si tratta del più importante evento formativo europeo per dottorandi ed early-post doc nel campo della virologia e della terapia antivirale che porterà al parco di Pula (Cagliari) docenti e studenti provenienti da ogni parte del mondo.

Tra i relatori spiccano i nomi di Priscilla Yang della Stanford University (USA), Kathie Seley-Radtke, presidente della Società scientifica internazionale ISAR (International Society for Antiviral Research), Johan Neyts e Graciela Andrei, del Rega Institute dell’Università Cattolica di Lovanio, Vincenzo Summa della Federico II di Napoli e Enzo Tramontano dell’Università di Cagliari.

 L’evento – a cui prenderanno parte 34 studenti provenienti da Belgio, Germania, Italia, Olanda, Repubblica Ceca, Regno Unito e Stati Uniti – ha coinvolto nelle attività di formazione anche importanti aziende biotech come Reithera, Takisbiotech, Dompé, ViroStatics.

La Scientific school è il primo passo del “NEXT GENERATION VIROLOGY”, il progetto strategico avviato da Sardegna Ricerche e dal Dipartimento di Scienze della vita e dell’ambiente dell’Università degli studi di Cagliari che hanno firmato un accordo di programma per trasformare i laboratori del parco di Pula in un punto di riferimento per la ricerca più all’avanguardia sugli antivirali. Un percorso che punta a realizzare ricerche innovative nel settore della virologia e dello sviluppo di farmaci antivirali, il potenziamento dei laboratori della Piattaforma Biomed del Parco scientifico e Tecnologico di Pula per la ricerca sui farmaci e l’organizzazione di percorsi di formazione, workshop scientifici ed eventi di divulgazione.

Enzo Tramontano
Enzo Tramontano

"L'Università di Cagliari, coinvolta in numerosi progetti di ricerca scientifica in questi campi, si pone come un punto di riferimento italiano ed europeo in questo ambito", commenta Enzo Tramontano

«Sardegna Ricerche potrà potenziare i propri laboratori anche grazie alle imminenti 28 assunzioni autorizzate dalla Regione per Pula e per Alghero. Un risultato importante per la ricerca e per i territori in cui hanno sede le nostre strutture», ha rimarcato Mariassunta Serra, direttore generale di Sardegna Ricerche.

«La pandemia da cui stiamo faticosamente uscendo ha mostrato l'importanza di essere preparati alle sfide che possono sorgere dalle infezioni virali. Occorre essere pronti per evitare che si verifichi di nuovo quanto abbiamo vissuto negli ultimi anni. L'Università di Cagliari, coinvolta in numerosi progetti di ricerca scientifica in questi campi, si pone come un punto di riferimento italiano ed europeo in questo ambito. Questa scuola è un bell'esempio di come si possa partecipare a formare una nuova generazione di giovani scienziati nel campo della ricerca virologia e antivirale ad un livello di eccellenza internazionale», ha ricordato Enzo Tramontano, direttore del Dipartimento di scienze della vita e dell’ambiente.

Per l’Agenzia regionale la promozione e lo sviluppo del parco scientifico e tecnologico della Sardegna nel settore della Biomedicina, sia a Pula che ad Alghero, avrà un ruolo sempre più rilevante nei prossimi anni.

Attachments

Last news

08 December 2022

Chiusura uffici del 9 dicembre

Per il ponte dell'Immacolata 2022 le strutture dell’amministrazione centrale dell’Università di Cagliari resteranno chiuse nella giornata di venerdì 9 e riapriranno regolarmente lunedì 12 dicembre. Nel periodo delle festività di fine e inizio anno gli uffici osserveranno chiusure per ferie nei giorni 23, 27, 30 del mese di dicembre e, a gennaio 2023, nei giorni 2 e 5

06 December 2022

Laureandi dell’Università di Cagliari a Ecomondo

Transizione ecologica e innovazione tecnologica, i corsi di UniCa precorrono i tempi e preparano gli specialisti per un mondo più sostenibile e vivibile. Report della visita tecnica di studentesse e studenti del corso di laurea magistrale in Ingegneria ambientale per lo sviluppo sostenibile dell’ateneo agli stand dell’esposizione internazionale che si è svolta a Rimini dal 10 al 12 novembre scorso. Ad accompagnare e guidare il gruppo il professor Aldo Muntoni (Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e architettura)

06 December 2022

CAREER DAY 2023 (#incontrailtuofuturo). Aperte le registrazioni ai colloqui di selezione

Il 12 e il 13 gennaio 2023 sono in calendario le due giornate organizzate dall’Università di Cagliari con l’Assessorato regionale del Lavoro e con l’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (Aspal) per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Da una parte laureati/e, studenti e studentesse di UniCa e dall’altra le imprese del territorio impegnate nella ricerca di giovani preparati per garantire un apporto innovativo alle esigenze aziendali presenti e future. CHALLENGE A PREMI: IL 28 DICEMBRE LA SCADENZA PER PARTECIPARE ALLE "SFIDE"

06 December 2022

Piano nazionale di ripresa e resilienza, 85 milioni di euro per i progetti curati da UniCa

Approvate da Senato accademico e Cda le nomine dei ventidue referenti scientifici dell’ateneo di Cagliari per il Pnrr. Mobilità sostenibile, terapie geniche, scenari energetici, rischi ambientali, malattie infettive, biofarmacologia, economia, medicina di previsione, ecosistema dell’innovazione e cybersecurity tra gli ambiti delle ricerche

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie