Nel centro comunale “Il Ghetto”, ingresso libero e gratuito sabato 17 e domenica 18 settembre per vivere due intense giornate con laboratori e spettacoli interattivi, mostre e seminari. Il tema scelto per la prima edizione del festival – ideato, organizzato e coordinato dagli studiosi Matteo Tuveri e Walter Bonivento – è “Oltre il senso comune”, affrontato in modo informale e anche divertente con esperti, artisti, ricercatrici e ricercatori universitari di Cagliari, dell’Infn e di altri atenei italiani e stranieri. La manifestazione è inserita nel calendario nazionale degli eventi preliminari di Sharper - Researchers’ Night 2022 – in programma il 30 settembre in tutta Italia. All’apertura previsto l’intervento del prorettore per la ricerca, Luciano Colombo
15 September 2022
Pre-evento di Sharper (SHAring Researchers’ Passion for Enhanced Roadmaps), la Notte dei ricercatori e delle ricercatrici 2022, manifestazione nazionale in calendario il 30 settembre (sede di Cagliari l'Orto botanico)

L'evento il 17 e 18 settembre nel centro comunale di arte e cultura “Il Ghetto”

L’organizzazione di GravitasFest porta a compimento un progetto pilota di divulgazione scientifica multidisciplinare, destinato principalmente agli studenti del triennio delle scuole superiori, che spazia dai temi della fisica contemporanea a quelli inerenti la filosofia della scienza. Nei prossimi anni l’intenzione è di far diventare questo festival una manifestazione itinerante nelle varie regioni italiane.

Nella prima edizione tutte le attività e gli incontri, con esperti, ricercatori e ricercatrici, rispetteranno il carattere divulgativo e stimoleranno l'interazione dei partecipanti, nel quadro di un programma assai ricco e variegato, tra fisica, filosofia, arte e sociologia.
 
Si discuterà di storia della scienza, massimi sistemi, buchi neri e onde gravitazionali, vita fuori dalla Terra con o senza gravità, teletrasporto quantistico, materia ed energia oscura, rapporto tra scienza e filosofia e tra scienza e industria culturale, gravità quantistica, filosofia del digitale, di nuove scienze e di molto altro ancora.

Il prorettore alla ricerca, Luciano Colombo, porterà i saluti dell'Università di Cagliari
Il prorettore alla ricerca, Luciano Colombo, porterà i saluti dell'Università di Cagliari

Scienza e sapere al servizio delle persone, dell'ambiente e del nostro futuro

Il festival offrirà anche approfondimenti sulle ricerche di punta nel campo della fisica in Sardegna. Si parlerà dei grandi progetti scientifici sul territorio ovvero il “Sardinia Radio Telescope” di San Basilio, strumento d’eccellenza per la radioastronomia; del progetto “Aria” nelle miniere di Seruci per la distillazione dell’Argon, elemento fondamentale per la ricerca della materia oscura con l’esperimento DarkSide ai Laboratori nazionali del Gran Sasso; del “Einstein Telescope”, rivelatore di onde gravitazionali che potrebbe essere ospitato in Sardegna, tra Lula, Bitti e Onanì.

Senz'altro importante il contributo dell’Università di Cagliari, non solo con il patrocinio dell’ateneo e del dipartimento di Fisica, diretto dal professor Gianluca Usai, ma anche per il numero di docenti e studiosi di UniCa che fanno parte dei comitati scientifico e organizzativo di GravitasFest e che intervengono nel corso delle due giornate: Elisabetta Gola (prorettrice per la comunicazione e l’immagine), Giacomo Cao (dipartimento di Ingegneria meccanica, chimica e dei materiali), Francesca Ervas, Giuseppe Sergioli e Michele Camerota (dipartimento di Pedagogia, psicologia, filosofia), Emiliano Ilardi (dipartimento di Scienze politiche e sociali), Maria Chiara di Guardo (dipartimento di Scienze economiche ed aziendali, direttore Crea UniCa), Viviana Fanti, Mariano Cadoni, Matteo Tuveri, Daniela Fadda e Riccardo Stefanizzi (dipartimento di Fisica).

Una parte dei docenti e ricercatori dell'Università di Cagliari coinvolti nel GravitasFest. Dall'alto e da sinistra: Gola, Cao, Di Guardo, Camerota, Fanti, Cadoni, Ervas, Ilardi, Sergioli e Tuveri
Una parte dei docenti e ricercatori dell'Università di Cagliari coinvolti nel GravitasFest. Dall'alto e da sinistra: Gola, Cao, Di Guardo, Camerota, Fanti, Cadoni, Ervas, Ilardi, Sergioli e Tuveri

GravitasFest nasce da un’idea di Matteo Tuveri, ricercatore del dipartimento di Fisica dell’Università e dell’Infn di Cagliari, insieme al collega Walter Bonivento (Infn Cagliari) e conclude una serie di attività svolte nello scorso anno scolastico con studenti e studentesse delle scuole secondarie di secondo grado. “Sono proprio i più giovani e le più giovani ad aver selezionato i temi da discutere e ad aver suggerito i format comunicativi del festival” – ha spiegato Walter Bonivento – “Con loro ci impegniamo a costruire una comunicazione della scienza che parta dalle loro esigenze di conoscenza, che rompa le barriere che impediscono a tutti e a tutte di accedere al sapere scientifico e che riporti la scienza nelle piazze e nei vicoli di paesi e città” – ha aggiunto Matteo Tuveri.

I due ricercatori, Bonivento e Tuveri, ideatori e coordinatori del festival
I due ricercatori, Bonivento e Tuveri, ideatori e coordinatori del festival

PROGRAMMA

Nel corso delle due giornate sarà la gravità, uno dei temi scientifici che ha stuzzicato la curiosità di scienziati e filosofi nel corso dei secoli, a fornire spunti di confronto e di racconto dei progressi della scienza. Scopo del Festival è anche quello di offrire una visione unitaria del sapere, coniugando aspetti strettamente scientifici e tecnologici con quelli più concettuali, che invitano a riflettere su ciò che sta intorno a noi.

Come preannunciato, molto spazio sarà dedicato a laboratori e spettacoli divulgativi. Tra questi l’intervento del presidente Infn, Antonio Zoccoli, che nella sera del 17 settembre racconterà “Dante e la Scienza moderna” in compagnia dell’attore Stefano Sabelli. Spicca, ancora, lo spettacolo “Tacchini e raggi di luce, storie di incroci tra scienze e filosofia” della divulgatrice, youtuber e filosofa della scienza Gaia Contu, previsto per la chiusura del 18 settembre.

Gaia Contu e Antonio Zoccoli
Gaia Contu e Antonio Zoccoli

SABATO 17 SETTEMBRE
====================

9:30
Toccare con mano l’invisibile
attività divulgative a cura dell’associazione culturale IDeAs, rivolte a studenti e studentesse delle scuole secondarie di secondo grado

16:00
Apertura ufficiale con la presentazione del festival e i saluti di organizzatori, autorità e rappresentanti istituzionali. Per l’Università di Cagliari previsto l’intervento del professor Luciano Colombo, prorettore delegato per la ricerca

16:35
Ascoltare e vedere l’oscurità del cosmo: i buchi neri
Interventi di Michele Punturo (Infn Perugia, responsabile dell’esperimento Einstein Telescope) e Mariafelicia de Laurentis (Università di Napoli, ricercatrice nell’esperimento Event Horizon Telescope).

17:20
Un punto di vista poetico sull’infinito - An Endless PPOV
spettacolo teatrale a cura dell’attore e docente Dario Cosseddu

17:55
Uno sguardo filosofisico sulla scienza
Federico Laudisa (Università di Trento)

18:30
La vita fuori dalla Terra, con o senza gravità
Dialogo con Giovanni Covone (Università di Napoli) e Giacomo Cao (Università di Cagliari, Dass e Crs4).

19:15
Il mondo tra simmetrie e asimmetrie
Elena Castellani (Università di Firenze)


20:00
Meraviglie dal mondo quantistico: il teletrasporto
Laboratorio-spettacolo interattivo, a cura di Paola Verrucchi (Cnr Firenze)
 

21:30
Dante e la scienza moderna
Spettacolo artistico e divulgativo commentato da Antonio Zoccoli (presidente dell’Istituto nazionale di fisica nucleare) e con la narrazione dell’attore Stefano Sabelli
 

DOMENICA 18 SETTEMBRE
======================

9:30
Giocare col cosmo
Attività per bambini e bambine in compagnia dell’associazione IDeAS e di Silvia Casu (Inaf-Osservatorio astronomico di Cagliari)

15:00
Filosofisica dell’universo oscuro
Dialoghi sui misteri della cosmologia, tra materia ed energia oscura, con Riccardo Murgia (Gran Sasso Science Institute), Claudia Sciarma (astrofisica e comunicatrice della scienza) e Walter Bonivento (Infn Cagliari)

15:45
Il sogno di unificare l’infinitamente grande e l’infinitamente piccolo
Mariano Cadoni (Università di Cagliari) e Giovanni Amelino-Camelia (Università di Napoli) parlano di gravità quantistica

16:30
In dialogo con l’universo, tra arte e scienza
Arte e scienza si rincontrano nell’appuntamento con Marilena Streit-Bianchi (Cern Alumni, Arscienza), Enrico Magnani (artista, già ricercatore scientifico), Efisio Carbone (Macc) e Andrea Galvani (artista)

17:35
La scienza nell’industria culturale: divulgazione o fiction?
Emiliano Ilardi (Università di Cagliari) fa il punto sui rapporti tra cinema e scienza

18:10
La filosofia del digitale tra nuovi linguaggi e nuove scienze
Riflessioni di Silvano Tagliagambe (professore emerito Università di Sassari) ed Elisabetta Gola (prorettrice alla comunicazione Università di Cagliari)

19:00
Tacchini e raggi di luce, storie di incroci tra scienza e filosofia
Spettacolo a cura di Gaia Contu (divulgatrice, youtuber e filosofa della scienza)

 

Durante le due giornate del 17 e 18 settembre, nella stessa sede del festival (in via Santa Croce 18 a Cagliari), sarà possibile visitare le opere al confine tra arte e scienza dell’artista Enrico Magnani (ex ricercatore scientifico, ingegnere nucleare), le vignette “Gatti e Cosmo” a cura di Sabrina Milia (Inaf, Osservatorio astronomico di Cagliari) e la mostra “Raccontare la gravità” a cura degli studenti e delle studentesse delle scuole secondarie di secondo grado che nell’anno scolastico 2021/2022 hanno partecipato al progetto “Gravitas”.

Il Ghetto. Nella foto uno scorcio dello spazio esterno
Il Ghetto. Nella foto uno scorcio dello spazio esterno

COMITATI

ORGANIZZAZIONE E PARTNER
========================

GravitasFest è organizzato e promosso dalla sezione di Cagliari dell’Infn, con il sostegno e i patrocini di Infn, Unversità di Cagliari, Dipartimento di Fisica e Piano lauree scientifiche di UniCa e Comune di Cagliari, in collaborazione con “Il Ghetto”, l’associazione culturale IDeAS, l’Osservatorio astronomico di Cagliari e la sezione cagliaritana dell’Istituto nazionale di astrofisica. Nel comitato organizzatore figurano: Matteo Tuveri, Mariano Cadoni, Viviana Fanti e Riccardo Stefanizzi (UniCa/ Infn-Ca), Daniela Fadda  (UniCa), Arianna Steri e Walter M. Bonivento (Infn Cagliari).
 

COMITATO SCIENTIFICO
====================

Marco Selvi (Infn, Bologna), Luca Porcelli (Infn, LNF), Francesco Vissani (Infn, Lngs), Cristiano Galbiati (Università di Princeton), Giovanni Covone (Università di Napoli Federico II), MariaFelicia De Laurentiis (Università di Napoli Federico II), Giuliana Fiorillo (Università di Napoli Federico II), Luca Stanco (Infn Padova), Michele Punturo (Infn Perugia), Paolo Pani (UniRoma La Sapienza), Daniele De Gruttola (Università’ di Salerno), Riccardo Murgia (Uni Montpellier), Silvia Casu (Inaf Cagliari), Paola Verrucchi (CNR, Firenze), Giacomo Cao (UniCa, Amministratore unico Crs4, Cagliari), Elisabetta Gola (UniCa, prorettrice comunicazione), Federico Laudisa (Logica e filosofia della scienza, Università di Trento), Matteo Morganti (Filosofia della scienza e metafisica, UniRoma3), Elena Castellani (Filosofia della scienza, Università di Firenze), Rossella Lupacchini (Logica e filosofia della scienza, Università di Napoli Federico II), Nicola Russo (direttore Laboratorio di filosofia della tecnica “Mechane”, UniNapoli Federico II), Francesca Ervas (Filosofia e teoria dei linguaggi, Unica), Giuseppe Sergioli (Logica e filosofia della scienza, UniCa), Manuela Sanna (Cnr, Napoli), Michele Camerota (Storia della scienza, Unica, Lincei), Emiliano Ilardi (Sociologia dei processi culturali e comunicativi, Unica), Chiara di Guardo (Direttore Crea, UniCa)
 

COORDINAMENTO
===============

Walter M. Bonivento (INFN Cagliari),  Matteo Tuveri (Universita’ degli Studi  e Infn Cagliari), Giovanni Covone (Università’ di Napoli)

INFORMAZIONI

 

Attività divulgative e incontri interattivi con esperti, artisti, ricercatori e ricercatrici sul tema "Oltre il senso comune"
Attività divulgative e incontri interattivi con esperti, artisti, ricercatori e ricercatrici sul tema "Oltre il senso comune"

Links

Last news

02 December 2022

Disturbi del neurosviluppo e dipendenze patologiche, un problema trascurato

Dalla Cittadella di Monserrato una linea diretta con le tre giornate di lavori del 4° Forum nazionale sulle dipendenze patologiche, in corso a Riva del Garda. L’iniziativa - coordinata dalla prorettrice per il presidio della Cittadella universitaria, Paola Fadda - si svolge grazie alla collaborazione tra il Dottorato di ricerca in neuroscienze dell’Università di Cagliari e l’Istituto di neuroscienze del Cnr insieme ai colleghi medici e farmacologi di Verona

02 December 2022

L’Università di Cagliari verso l’award ''HR Excellence in Research''

Lunedì 5 dicembre 2022 nell’aula magna del rettorato il seminario istituzionale per presentare la strategia dell’ateneo e il lavoro della Struttura interna e della Cabina di regia che soprintendono a tutte le fasi di attuazione della Human Resources Strategy for Researchers (HRS4R) per ottenere il riconoscimento ufficiale dalla Commissione Europea. Ospiti e relatori dell'evento il professore emerito Fulvio Esposito (Università di Camerino) e la dottoressa Chiara Biglia (Politecnico di Torino)

30 November 2022

Municipalità, social e pandemia: lo stato dell'arte con Le parole giuste

La comunicazione pubblica delle amministrazioni comunali in Sardegna durante il lockdown. Epic Pops, progetto diretto dal sociologo Alessandro Lovari, ha analizzato circa 70 mila post pubblicati nel periodo pandemico sulle pagine istituzionali facebook e instagram dei municipi della Sardegna. Sono stati presentati i risultati nel corso del seminario che si è tenuto nell’aula magna Maria Lai. Contattati i 377 comuni isolani

29 November 2022

Con la Rete delle università sostenibili, l’ateneo di Cagliari in luce per la Settimana europea dei rifiuti

Terza missione sempre uno dei punti di forza del nostro ateneo. In occasione dell'European Week for Waste Reduction, le attività di UniCa in particolare evidenza con gli interessanti progetti di economia circolare curati dai professori Mauro Coni e Aldo Muntoni (Dipartimento di ingegneria civile, ambientale e architettura), presentati recentemente anche nel programma Linea Verde Life su Rai1

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie