Dal 2 fino al 4 aprile i 20.000 specializzandi si asterranno dalle attività assistenziali
02 April 2007
Protesta dei medici specializzandi a partire da oggi: i 20.000 specializzandi si asterranno infatti dalle attività assistenziali per tre giorni, da oggi 2 aprile fino al 4 aprile, per rivendicare il nuovo contratto e il bando di concorso per l’ammissione alle scuole. La protesta si pensa possa creare disagi soprattutto nei Policlinici Universitari dove è forte la loro presenza anche in corsia.
I medici avevano già scioperato il 2 marzo e oggi saranno presenti in Piazza Montecitorio chiedendo l’attenzione del governo sul problema. Dopo il tanto atteso finanziamento della legge 368/99 avvenuto con la Finanziaria 2006, lo scorso 8 marzo il Presidente del Consiglio Romano Prodi ha firmato il primo decreto che stabilisce il nuovo trattamento economico a copertura del contratto di formazione specialistica dei medici specializzandi. Questa misura non ha sbloccato però la situazione, che gli specializzandi giudicano «di confusione e vuoto legislativo che perdura ormai dall’autunno scorso nei policlinici universitari, situazione che cambierà solo in presenza dello schema tipo di contratto, ancora bloccato nelle maglie della burocrazia e delle discussioni tra diversi ministeri». I medici denunciano la mancanza di tutele per la categoria che in molti reparti ospedalieri rappresenta una importante risorsa per potere assistere i malati.
Medici specializzandi, frequentatori e neolaureati si asterranno quindi dalle attività assistenziali dalle ore 8 di oggi alle ore 8 del 5 aprile. Nella manifestazione nazionale di oggi a Piazza Montecitorio gli specializzandi chiederanno ancora una volta al Ministro dell’Università Mussi, al Ministro della Salute Livia Turco e al Presidente del Consiglio Romano Prodi l’uscita immediata del Decreto con lo schema tipo di contratto che applica il contratto di formazione specialistica e l’uscita immediata del Bando di Concorso per l’ammissione alle scuole di specializzazione. La protesta ha trovato il sostegno di tutte le sigle sindacali mediche.

Fonte: Sole24ore/Federfarma

Last news

03 February 2023

Addio all'architetto Giovanni Carbonara

Si è spento mercoledì primo febbraio a Roma il professor Giovanni Carbonara, maestro di restauro, capofila della cosiddetta “scuola romana”. Aveva ottant’anni. Il prossimo 31 maggio era atteso nel nostro ateneo, ospite della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio. Pubblichiamo un suo ricordo a cura delle docenti Caterina Giannattasio, Donatella Rita Fiorino e Valentina Pintus.

03 February 2023

Cure palliative e terapia del dolore: concluso il primo Master di UniCa

Il traguardo raggiunto ieri nell’aula magna di Palazzo Belgrano, con la discussione di una parte delle tesi del master di primo livello diretto dal professor Gabriele Finco. Presenti per l’occasione il rettore Francesco Mola, l’assessore regionale alla sanità Carlo Doria, l’assessora comunale alle politiche sociali, benessere e famiglia Viviana Lantini, il presidente della società italiana cure palliative Gino Gobber e, per l’Aou, la direttrice generale Chiara Seazzu e il direttore sanitario Giancarlo Angioni

31 January 2023

PREMI ERC. Le ricerche di Miriam Melis al top in Europa

NEUROSCIENZE. L’ateneo tra le università e centri scientifici di grande prestigio internazionale. Il riconoscimento di eccellenza alla professoressa del dipartimento di Scienze biomediche porta a Cagliari un finanziamento di circa 2 milioni di euro per il proseguo degli studi sulla dopamina e sulla sua importanza nei meccanismi di elaborazione degli stimoli sensoriali e nell’ambito dei disturbi inerenti apprendimento, sviluppo, comportamento e interazioni sociali. RASSEGNA STAMPA

30 January 2023

La forza del ricordo come antidoto al male

Una foltissima partecipazione lunedì 30 al convegno organizzato dall'ateneo per il Giorno della Memoria. Autorità civili, militari e religiose, tantissimi studenti a simboleggiare il passaggio del testimone per continuare a non dimenticare l'orrore dell'Olocausto. Gli interventi del rettore Francesco Mola, del direttore del quotidiano La Repubblica Maurizio Molinari, del professor Michele Camerota, del presidente della Regione Christian Solinas, dell'assessora alla pubblica istruzione del comune di Cagliari Marina Adamo. Al termine della manifestazione è stata scoperta la targa commemorativa in onore di Davide Teodoro Levi, Alberto Pincherle, Camillo Viterbo, i tre docenti di UniCa colpiti dalle leggi razziali del '38. SERVIZIO, PHOTOGALLERY E VIDEO INTERVISTE

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie