La Notte europea delle ricercatrici e dei ricercatori si tiene il 30 settembre all’Orto botanico di Cagliari e si apre dopodomani con i seminari alla Casa della cultura. Tra salute, guerra, cambiamento climatico, negazionisti, mondo delle particelle, trans gender, scienza e filosofia. L’evento ha per capofila l’Università di Cagliari ed è finanziato da Commissione Europea e Fondazione di Sardegna 
12 September 2022
Dal 14 al 30 settembre, un lungo filo verde tra divulgazione e coinvolgimento

Conoscenza, esigenze e partecipazione: da Monserrato all'Orto un percorso nobile volto al futuro

Mario Frongia

Mercoledì 14, alle 19, la Casa della cultura - via Giulio Cesare n. 37, Monserrato - ospita e apre Sharper-European researchers’night 2022. La Notte delle ricercatrici e dei ricercatori che si tiene venerdì 30 settembre all’Orto Botanico di Cagliari, prevede cinque seminari con temi di forte attualità. Ai lavori interverranno docenti ed esperti dell’Università di Cagliari. Tra i relatori rappresentanti dei partner dell’evento.

 

Monserrato. La casa della cultura
Monserrato. La casa della cultura

Terza missione e ricerca. Il ruolo dell’ateneo nel e per il territorio

Al seminario di dopodomani, “Guadagnare salute: rapporti tra stili di vita e benessere”, a cura del dipartimento di Scienze Mediche e sanità pubblica, partecipano Federica Pinna, Bernardo Carpiniello, Davide Firinu, Fernanda Velluzzi, Andrea Loviselli, Monica Puligheddu, Michela Figorilli, Elisa Casaglia, Stefano Del Giacco e Giulia Costanzo. Giovedì 15, sempre alle 19, il dipartimento di Giurisprudenza propone il seminario “Il volto accogliente dell’Europa. L’attivazione della “protezione temporanea” per chi fugge dalla guerra in Ucraina”. Previste le relazioni di Giulia Ciliberto, Eleonora Pintus e Rossella Carta. Modera Luca Ancis.

Multidisciplinare, aggregante, attuale: Sharper, scienza e ricerca a portata di mano
Multidisciplinare, aggregante, attuale: Sharper, scienza e ricerca a portata di mano

Dal consumo critico e sostenibile al clima

Lunedì 19 settembre, alle 20, si parlerà di “Semplici strumenti contabili per diventare consumatori critici e sostenibili” a cura di Simone Aresu, dipartimento di Scienze economiche e aziendali. Il giorno dopo, martedì 20, Giuseppe Bozzi (Infn Sezione di Cagliari e Unica) si parla di “Cambiamento climatico: la non-logica dei negazionisti alla prova dei fatti”. Il ciclo si chiude, mercoledì 21, sempre alle 19, il dipartimento di Scienze mediche e sanità pubblica (in collaborazione con il dipartimento di Pedagogia, psicologia e filosofia e con l’Aou Cagliari) presentano il seminario “Le persone transgender: percorsi di vita”. Ai lavori intervengono Federica Pinna, Alessandro Oppo, Bernardo Carpiniello, Francesco Serri, Diego Lasio e Silvia De Simone. L’ingresso è libero e non occorre prenotazione.

Cagliari. Sharper 2019 in piazza Garibaldi (archivio unica)
Cagliari. Sharper 2019 in piazza Garibaldi (archivio unica)

Da Dante, a Calvino agli incroci tra scienza e filosofia in una Notte davvero imperdibile

La Notte propone una serie di proposte realizzate con il contributo dei partner. Tra queste, due sono inserite nel programma del GravitasFest, il festival scientifico al confine tra fisica e filosofia della scienza organizzato da Istituto nazionale di fisica nucleare-sezione di Cagliari al Centro comunale d'arte e cultura il Ghetto. Nei dettagli, il 17 settembre alle 21.30  Antonio Zoccoli, presidente dell’Infn, racconterà “Dante e la Scienza moderna”, in compagnia dell’attore Stefano Sabelli. Il giorno seguente, alle 19 la divulgatrice, youtuber e filosofa della scienza Gaia Contu presenterà lo spettacolo “Tacchini e raggi di luce - storie di incroci tra scienze e filosofia”. Giovedì 22 settembre la Fondazione di Sardegna ospita, dalle 16, il “Passione scienza day”, organizzato dall’associazione ScienzaSocietàScienza. Il programma prevede la conferenza “Viaggio nel mondo delle particelle, verso l’Higgs e oltre” con Giulia Manca (dipartimento di Fisica), la performance teatrale “Eva Mameli Calvino” del divulgatore scientifico Andrea Mameli, il dibattito “Raccontare la scienza”, con Marco Pallavicini (Infn, Università di Genova), Carla Romagnino (ScienzaSocietàScienza) e Davide Peddis (Università di Genova).

SharperFotoRicercatriceSett22.jpg
SharperFotoRicercatriceSett22.jpg

La rete museale dell’Università di Cagliari

Tra sapere, scienza e memoria. In avvicinamento alla Notte, il 22 settembre si aprono le sei visite guidate alla scoperta dei musei dell’ateneo. La prima, alle 18, ha per cornice “Storie di vita nel Cambriano: alla scoperta del museo sardo di Geologia e Paleontologia “D. Lovisato” in via Trentino a Cagliari. Il 26, dalle 9, si tengono le visite guidate ai musei di Fisica, Chimica e al museo sardo di Antropologia ed Etnografia (Cittadella universitaria di Monserrato, su prenotazione). Il 27, sempre dalle 9:00, il museo di Zoologia presenta le sue collezioni (via Fiorelli, Cagliari) con “Il ritorno dello scheletro della balenottera”. Infine, il 29, dalle 18, in calendario la visita guidata al Muacc, Museo universitario delle arti e delle culture contemporanee (via Santa Croce, Cagliari).

Programma completo di Sharper 2022 su

https://www.sharper-night.it/sharper-cagliari/

 

Cagliari. Folla alla Notte del 2019
Cagliari. Folla alla Notte del 2019

Un pool che funziona con l'ateneo capofila

Sharper è un progetto finanziato dalla Commissione Europea (azioni Marie Sk?odowska-Curie) e cofinanziato dalla Fondazione di Sardegna. L’ateneo del capoluogo regionale è capofila del consorzio locale del quale fanno parte Infn-sezione e Inaf-Osservatorio astronomico di Cagliari, Sardegna Ricerche, le associazioni ScienzaSocietàScienza e Laboratorio Scienza, Sardegna Teatro, le amministrazioni comunali di Cagliari e Nuoro e il consorzio universitario UniNuoro. Sharper è organizzato dalla Direzione ricerca e territorio in collaborazione con il Crea Unica (Centro servizi ateneo innovazione e imprenditorialità), e con il prezioso contributo dei Dipartimenti, le Direzioni e i musei dell’Università cagliaritana.

Orto Botanico, una delle vasche ammirabili nel polmone verde di UniCa
Orto Botanico, una delle vasche ammirabili nel polmone verde di UniCa

Attachments

Last news

08 December 2022

Chiusura uffici del 9 dicembre

Per il ponte dell'Immacolata 2022 le strutture dell’amministrazione centrale dell’Università di Cagliari resteranno chiuse nella giornata di venerdì 9 e riapriranno regolarmente lunedì 12 dicembre. Nel periodo delle festività di fine e inizio anno gli uffici osserveranno chiusure per ferie nei giorni 23, 27, 30 del mese di dicembre e, a gennaio 2023, nei giorni 2 e 5

06 December 2022

Laureandi dell’Università di Cagliari a Ecomondo

Transizione ecologica e innovazione tecnologica, i corsi di UniCa precorrono i tempi e preparano gli specialisti per un mondo più sostenibile e vivibile. Report della visita tecnica di studentesse e studenti del corso di laurea magistrale in Ingegneria ambientale per lo sviluppo sostenibile dell’ateneo agli stand dell’esposizione internazionale che si è svolta a Rimini dal 10 al 12 novembre scorso. Ad accompagnare e guidare il gruppo il professor Aldo Muntoni (Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e architettura)

06 December 2022

CAREER DAY 2023 (#incontrailtuofuturo). Aperte le registrazioni ai colloqui di selezione

Il 12 e il 13 gennaio 2023 sono in calendario le due giornate organizzate dall’Università di Cagliari con l’Assessorato regionale del Lavoro e con l’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (Aspal) per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Da una parte laureati/e, studenti e studentesse di UniCa e dall’altra le imprese del territorio impegnate nella ricerca di giovani preparati per garantire un apporto innovativo alle esigenze aziendali presenti e future. CHALLENGE A PREMI: IL 28 DICEMBRE LA SCADENZA PER PARTECIPARE ALLE "SFIDE"

06 December 2022

Piano nazionale di ripresa e resilienza, 85 milioni di euro per i progetti curati da UniCa

Approvate da Senato accademico e Cda le nomine dei ventidue referenti scientifici dell’ateneo di Cagliari per il Pnrr. Mobilità sostenibile, terapie geniche, scenari energetici, rischi ambientali, malattie infettive, biofarmacologia, economia, medicina di previsione, ecosistema dell’innovazione e cybersecurity tra gli ambiti delle ricerche

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie