Nonostante l’accordo stipulato nel novembre scorso &è; sempre guerra commerciale tra Novell e Microsoft
24 January 2007
R A S S E G N A   W E B

Nonostante l’accordo stipulato nel novembre scorso è sempre guerra commerciale tra Novel e Microsoft. A pochi giorni dal debutto di Vista, il nuovo sistema operativo Microsoft, Novell lancia una campagna a favore della convenienza del proprio SUSE Linux Enterprise Desktop (SLED) 10, che integra gratuitamente anche la suite Open Office 2.
 
 

 
LA STAMPA
 
 
Si avvicina la data di rilascio della versione consumer del sistema operativo più atteso degli ultimi tempi. Nelle aspettative di Microsoft, e dei tanti produttori di computer, Vista è certamente al primo posto ma c’è qualcun’altro che corre ai ripari per ribadire al pubblico un’alternativa.
Si tratta di Novell, paladina della crociata dei sistemi operativi open source contro quelli proprietari, che ha reso pubblico, con evidente tempestività, l’ennesimo report in cui si dimostra che Suse Linux Enterprise Desktop 10 costerebbe alle aziende il 10% di Vista.
Novell fa un confronto basato sui costi di sottoscrizione. A fronte di un investimento di 50 dollari per un anno, 125 per tre, di Suse Linux, Microsoft ne richiede 385 (299 di licenza e 86 di manutenzione) per un anno e 557 dollari per tre. A questo dato Novell aggiunge che nel pacchetto da 50 dollari è compresa la suite OpenOffice mentre, scegliendo l’alternativa Microsoft, si dovrebbe mettere in conto un costo compreso tra 400 e 500 dollari.
Le argomentazioni di Novell sono ben illustrate in uno specifico sito e riguardano, oltre al puro costo dei prodotti, anche il Tco (total cost of ownership), ovvero il costo distribuito negli anni comprensivo anche dei servizi di assistenza, formazione e manutenzione.
La casa americana, inoltre, sottolinea il fatto che, per usare Suse non è necessario avere un Pc particolarmente prestante mentre uno dei problemi di Vista sarà certamente l’esigenza di un hardware all’altezza.
Il costo della manutenzione, inoltre, per chi adotterà Vista in ambito aziendale, secondo Novell dovrebbe incrementarsi di 87 dollari all’anno. Una simulazione che considera un’azienda con 25 installazioni di Vista e con Microsoft Systems Management Server 2003 prevede una spesa complessiva di gestione di circa 6mila dollari.
Se si considera Windows Server 2003 e i soliti 25 Vista si scende a 4mila dollari o anche a circa 2mila a seconda della tipologia di licenza scelta. Per la gestione di una infrastruttura simile, invece, Novell chiederebbe 1700 dollari.
Insomma, a novembre, tra squilli di trombe e annunci sulla stampa, Novell e Microsoft avevano stretto un accordo per risolvere i problemi di incompatibilità tra Windows e Linux e ora? Beh, gli affari sono affari.
  
 

 
IN RETE
 
- novell . com
 
 

Last news

30 September 2022

Sharper 2022, la ricerca tra futuro del cibo e del clima, lauree in carcere, bullismo, fakenews, crisi idrica, farmaci anti cancro, scarti e materiali innovativi

Oggi l’Orto botanico ospita la Notte delle ricercatrici e dei ricercatori. Stili di vita, robotica, astronomia, fascino della fisica e della matematica. Oltre cinquanta tra eventi, talk, esperimenti divulgativi e giochi per i bimbi curati da specialisti e partner dell’ateneo. Prevista anche una caccia al tesoro scientifica. Ieri a Massama il rettore Francesco Mola ha presenziato alla discussione della tesi in Scienze economiche di un detenuto

29 September 2022

«Un fiore all’occhiello dell’Ateneo»

Le parole di Fabrizio Pilo, prorettore all’innovazione e ai rapporti con il territorio, all’avvio delle celebrazioni per i 25 anni della Banca del Germoplasma della Sardegna: una realtà di altissimo livello scientifico, custodita nell’Orto Botanico di UniCa, al centro di una fitta rete di collaborazioni internazionali: quasi 7 milioni e 400mila euro di finanziamenti per 65 progetti realizzati con partner di 26 Paesi, 293 articoli scientifici, di cui 258 su importanti riviste internazionali, firmati da oltre 230 autori diversi, 19 volumi pubblicati

28 September 2022

Biodiversità a rischio, un workshop all’Orto Botanico di UniCa

Al via gli incontri di SEEDFORCE, un progetto LIFE guidato dal Museo delle Scienze di Trento che coinvolge 15 partner italiani e stranieri con lo scopo di salvaguardare 29 specie autoctone dall’estinzione. Coinvolti i ricercatori dell’Università di Cagliari

28 September 2022

Tessuto Digitale Metropolitano: nuove soluzioni per una città più “intelligente”

Presentati alla Manifattura Tabacchi i risultati delle attività di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico portate avanti in 5 anni a partire dal 2017 dall’Università di Cagliari e dal CRS4 nell’ambito del progetto TDM finanziato da Sardegna Ricerche. L’intervento del prorettore alla ricerca Luciano Colombo: "Un'iniziativa che rafforza la collaborazione con gli enti presenti sul territorio su temi di grande impatto e attualità"

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie