Proteste a Lecce per l’arrivo di Renato Curcio all’Università del Salento, invitato per presentare il suo libro "Il carcere speciale"
07 January 2007
R A S S E G N A   W E B
 
Polemiche a Lecce per l’arrivo di Renato Curcio all’Università del Salento, invitato per presentare il suo libro "Il carcere speciale"



Porta di mare .it
 
Lecce, domenica 7 gennaio 2007 - L’ideologo della lotta armata, che ha già scontato 28 anni di carcere, arriverà all’Università di Lecce mercoledì per presentare il suo libro «Il carcere speciale» e partecipare, il giorno successivo, ad un convegno promosso dall’Università del Salento.
«Una visita faziosa e inutile». Così il centrodestra leccese, Poli Bortone in testa, giudica la visita nella città salentina dell’ex brigatista Renato Curcio.
«Non vedo cosa mai potrà insegnare un personaggio come lui», attacca Adriana Poli Bortone. La sua critica è condivisa dagli altri esponenti del suo partito, Alleanza nazionale, ma anche di Forza Italia. Fuori dal coro l’Udc: le persone cambiano. Lo stesso era accaduto nel 2001, quando l’arrivo di Curcio era stato bocciato dalla Cdl e dai professori di destra.
Il professore Piero Fumarola, ordinario di Sociologia delle religioni e autore dell’invito a Curcio replica: «Criticare l’invito di Renato Curcio a Lecce è un atto di intolleranza, ma stavolta diversamente da sei anni fa il programma è confermato. Alza la voce solo certa politica».
Curcio fu, per un quadriennio, assieme alla moglie Mara ed ad Alberto Franceschini nel direttorio delle BR, fu arrestato nel settembre 1974. Come conseguenza di un’azione diretta e guidata da Mara, Curcio evase dal carcere già nel febbraio 1975, per esser poi ripreso e definitivamente incarcerato all’inizio del 1976. Nel frattempo, in un conflitto a fuoco coi carabinieri, Mara era morta nel giugno del ’75.
Con la morte di Mara e con la carcerazione di Curcio e di Franceschini, la direzione del movimento passò ai "duri e puri" e nel giugno del 1976, con l’omicidio del magistrato Coco, iniziò ufficialmente la stagione degli omicidi e dei ferimentisi. Curcio non aveva teorizzato lo spargimento di sangue e mai si è pentito delle sue scelte, rimanendo uno dei cosiddetti "irriducibili". Curcio è rimasto in carcere dal 1976 al 7 aprile del 1993. 
 
 


IN RETE

- Porta di mare .it

- Corriere del mezzogiorno

Last news

27 September 2022

BESTMEDGRAPE, al via la conferenza internazionale

L'appuntamento è per martedì 27 settembre dalle 9 nell'Aula magna del Polo di via Marengo: si tratta del progetto finanziato dalla Commissione Europea con oltre tre milioni di euro, guidato dall'Università di Cagliari, che punta a promuovere il riutilizzo degli scarti della vinificazione per ottenere creme di bellezza, integratori e prodotti farmaceutici, creando al contempo nuove opportunità commerciali per giovani imprenditori

26 September 2022

Il mondo della virologia al Parco scientifico di Pula

Il Dipartimento di Scienze della vita e dell'ambiente dell'Università di Cagliari al lavoro con Sardegna Ricerche per costruire un polo di eccellenza per la ricerca sugli antivirali. Si tratta del più importante evento formativo europeo per dottorandi ed early-post doc nel campo della virologia e della terapia antivirale che dal 26 settembre radunerà docenti e studenti provenienti da ogni parte del mondo

26 September 2022

Percorsi mediterranei di mediazione per la pace, interviene il Segretario della CEI

L'arcivescovo di Cagliari mons. Giuseppe Baturi apre i lavori dell'iniziativa organizzata dal docente di Diritto privato Carlo Pilia: l'appuntamento è per lunedì 26 settembre alle 16 con una relazione sulla "Carta di Firenze". “L’inizio delle lezioni è l’occasione propizia per animare un confronto con gli studenti universitari sulle tematiche di interesse generale e di maggiore attualità – spiega il professore - che quest’anno riguardano lo sviluppo sostenibile e gli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite”.

26 September 2022

TDM-Tessuto Digitale Metropolitano, i risultati del progetto

Mercoledì 28 settembre a partire dalle 10:15, nella sala congressi della Manifattura Tabacchi di Cagliari, verrà presentato il progetto, finanziato da Sardegna Ricerche, realizzato dal CRS4 e dall’Università di Cagliari per concepire nuove soluzioni che rendano le città più intelligenti grazie all’utilizzo di tecnologie avanzate. Apertura con i saluti del rettore Francesco Mola, interventi di tre docenti del nostro Ateneo

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie