Sul sito della Conferenza dei Rettori "enorme" preoccupazione dei responsabili degli Atenei italiani
13 December 2006
Finanziaria 2007
La CRUI guarda con enorme preoccupazione alla definizione dei contenuti del maxiemendamento che sarà presentato, senza discussione in Commissione Bilancio, direttamente in Aula.
 
Sarebbe davvero paradossale che le richieste del sistema universitario, a cominciare dall’esclusione dagli effetti della Legge Bersani, richieste che hanno visto convergere emendamenti sia della maggioranza sia dell’opposizione, non dovessero essere accolte.
 
Si tratterebbe di un segnale politicamente inaccettabile, ancor più dopo l’alto appello del Presidente della Repubblica e gli impegni assunti nelle ultime settimane da tutte le forze politiche. In tal caso la CRUI dovrebbe inevitabilmente trarre le necessarie conseguenze.
 
Roma 12 dicembre 2006
 
Le richieste della Conferenza dei Rettori erano contenute in questo comunicato, pubblicato sul sito CRUI nelle scorse settimane:
 
Roma, 23 novembre. Mozione della CRUI
Finanziaria 2007: le richieste della CRUI
 
L’Assemblea della CRUI, riunita il 23 novembre 2006, rileva che gli interventi effettuati sulla Legge finanziaria nel corso del suo passaggio alla Camera e nel maxi-emendamento governativo lasciano irrisolte molte questioni, fondamentali per la vita universitaria e per la stessa continuità dell’erogazione di servizi agli studenti.
 
La CRUI rileva in particolare:
 
che l’incremento del Fondo di finanziamento ordinario delle Università nella misura al momento prevista, si limita ad un sostanziale consolidamento della situazione del 2006, e lascia perciò aperta e irrisolta la questione della copertura delle maggiori spese obbligatorie previste nel 2007, e non introduce alcun margine per interventi di rilancio e riqualificazione del sistema;
che le Università continuano ad essere vincolate dagli effetti perversi del provvedimento sulle spese intermedie del luglio scorso (decreto Bersani), nonostante la sua evidente iniquità e la larghissima convergenza registrata su questo punto delle posizioni delle forze parlamentari di maggioranza e di opposizione;
che le Università non statali non sono state escluse dai tagli lineari di cui al comma 207 dell’art. 18;
che su altri punti qualificanti gli stanziamenti risultano del tutto inadeguati. 
 
 
La CRUI chiede con forza che nel passaggio del provvedimento al Senato si intervenga ulteriormente sulle questioni nodali richiamate, incrementando ulteriormente il FFO, svincolando le Università statali dai prelievi sulle spese intermedie e quelle non statali dai tagli "lineari", integrando i fondi per il diritto allo studio e quelli per l’edilizia universitaria. Ciò anche quale pegno di credibilità circa l’effettiva volontà di considerare università e ricerca tra le priorità sulle quali operare per il rilancio del Paese e come condizione per l’effettivo avvio, in un quadro condiviso, di una seria e approfondita revisione delle regole e delle modalità di funzionamento del sistema universitario.

Last news

06 October 2022

Presentazione dei risultati del progetto di ricerca BIRDIE-S

Oggi, nell’aula magna del rettorato di Cagliari, si svolge il convegno sugli importanti studi condotti dalle ricercatrici e dai ricercatori di Enel Foundation, Università di Cagliari e Politecnico di Torino sulle opportunità e prospettive per la Sardegna, che può ambire a diventare un polo di eccellenza per lo studio e l’attuazione delle politiche di transizione energetica. Anche alla luce dell’attuale scenario internazionale, si parla di elettrificazione dei consumi, dello sviluppo di comunità energetiche rinnovabili, di stabilità dei prezzi e della sicurezza energetica. Fabrizio Pilo, prorettore all'innovazione e ai rapporti con il territorio: "L'obiettivo è creare le condizioni affinché la Sardegna diventi il riferimento internazionale per la transizione energetica, dalla quale può ottenere grandi benefici ambientali, sociali ed economici". L'EVENTO ANCHE IN STREAMING, SU TEAMS

05 October 2022

Igag days, si parla di Capitale Naturale

Dal 6 ottobre due giornate in cui il personale dell’Istituto di geologia ambientale e geoingegneria del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Igag) proveniente dalle sedi di Roma, Milano e Cagliari si riunisce in Sardegna per discutere dei temi di ricerca nel campo delle scienze delle Terra solida. Apertura dei lavori nell'Aula magna di via Marengo con la partecipazione del direttore del DICAAR Giorgio Massacci

05 October 2022

Innovation Campus, Samsung e Università di Cagliari annunciano la prossima edizione

Mentre è in conclusione il corso 2022 - a fine ottobre le premiazioni dei migliori finalisti - l'ateneo e la company coreana confermano l'iniziativa anche per il 2023. Intelligenza artificiale e Internet of things al centro dei training a cui potrà partecipare gratuitamente una selezione di studenti e studentesse provenienti dalle facoltà STEM di UniCa. Il prorettore vicario con delega all'ICT, Gianni Fenu: "Un’ulteriore esperienza di crescita per i partecipanti, in termini di arricchimento professionale e funzionale al miglior inserimento nei contesti lavorativi pubblici e privati”

05 October 2022

Archeologia, le scoperte di Nora

Una statuetta in maiolica di un babbuino del VII secolo avanti Cristo, proveniente probabilmente dall’Egitto. Tombe integre contenenti piccole statue e monili: sono queste i ritrovamenti emersi dagli scavi nella necropoli. Il lavoro dei ricercatori dell'ateneo, e delle Università di Padova, Genova e Milano, si è aperto nel 2013. Ieri, l'area archeologica è stata visitata dal rettore Francesco Mola e dal direttore del dipartimento di Lettere, lingue e beni culturali, Ignazio Putzu. Alla visita hanno preso parte i docenti Marco Giuman, Rossana Martorelli, Romina Carboni ed Emiliano Cruccas

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie