Oltre 2000 studenti italiani in appena un mese
09 November 2006

www.studiLN.it, è la consorella di www.studiVZ.net, il network per studenti più grande d’Europa, che unisce già un milione di studenti in Germania, Svizzera, Austria, Francia, Spagna, e Polonia. Da un mese è attivo anche in Italia e conta ormai più di 2000 iscritti. "Superiamo definitivamente le barriere tra Paesi attraverso una rete internazionale di studenti" spiega Ehssan Dariani, studente e fondatore della piattaforma online.

StudiLN è dedicato agli studenti universitari e quegli studenti delle scuole superiori che intendono intraprendere il percorso universitario. Le possibilità che il portale offre sono vaste ed articolate: gli utenti possono creare la propria rete conoscenze internazionale per informarsi su tematiche che riguardano il mondo universitario, possono mantenersi in contatto in maniera semplice e immediata con colleghi e amici. Possono ricercare in tempo reale materiale ed informazioni utili.

L’iscrizione e l’uso sono gratuiti. Ogni utente ha un proprio profilo, nel quale si possono inserire i propri dati (foto, contatti, corsi frequentati, interessi, hobby); il funzionamento è semplice ed intuitivo grazie alla tecnologia Web2.0. La possibilità di creare album fotografici permette di condividere foto con i propri amici e di commentarle attraverso la funzione di messaggeria.

Ogni utente può fondare un gruppo di discussione: in questo modo i gruppi tematici sono numerosi e le discussioni molto attive. I gruppi affrontano gli argomenti piú diversi, da quelli specificamente accademici a quelli che si occupano di svago e divertimento, come per esempio "viaggi nel mondo" e "vita notturna".

StudiVZ è stato fondato dagli studenti tedeschi Ehssan Dariani (25 anni, Università di San Gallo) e Dennis Bemmann (27 anni, Università Humboldt di Berlino); al gruppo si è aggiunto Michael Brehm (26, WHU). Il loro scopo è di unire tutte le università d’Europa, rompere le barriere fra Paesi e offrire a studenti e organizzazioni una piattaforma online semplice e gratuita, in cui ci si possa anche divertire. "Tutto questo - dicono i fondatori - finora mancava".

Questo genere di servizi viene dagli Stati Uniti, dove dal 2003 le online communities, come per esempio Facebook.com e Myspace.com riscuotono un grandissimo successo. Facebook mette in collegamento ogni giorno 7,3 milioni di studenti da 22.000 scuole superiori e 2.100 università.

Fonte: http://www.adnkronos.com

 

Last news

20 January 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

Domani pomeriggio, la quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

20 January 2022

Un accordo con l’Istituto Giua

Siglata dal Rettore Francesco Mola e dalla Dirigente Romina Lai una convenzione che punta a creare un rapporto di stabile collaborazione per costituire un polo strategico in grado di potenziare l’attività didattica, di formazione, orientamento e ricerca. Si rafforza il rapporto con il mondo dell’istruzione

20 January 2022

Giustizia smart, in campo l’Università di Cagliari

Coinvolge i docenti di tre dipartimenti dell’Ateneo del capoluogo sardo uno dei sei macro-progetti ammessi al finanziamento dalla Direzione generale per il Coordinamento delle politiche di coesione del Ministero della Giustizia nell’ambito del bando per “la diffusione dell’Ufficio per il Processo e l’implementazione di modelli operativi innovativi negli uffici giudiziari per lo smaltimento dell’arretrato”. In campo Giurisprudenza, Scienze economiche e aziendali e Ingegneria elettrica ed elettronica. RASSEGNA STAMPA

Questionnaire and social

Share on: