Progetto finanziato con 400mila euro di provenienza regionale e statale per realizzare punti di accesso wi-fi nei poli universitari di Cagliari e Sassari dal prossimo marzo
09 October 2006
(unicaweb) - I poli universitari e le Case dello studente diventeranno presto nuovi punti di accesso internet per gli universitari sardi, grazie a speciali piattaforme wi-fi. Le richieste degli Atenei dell’Isola e dei due Enti per il diritto allo sono state accolte con la firma di una convenzione, siglata nei giorni scorsi con l’Assessorato agli Affari Generali della Regione: per l’iniziativa sono stati stanziati 400mila euro, fondi provenienti dal progetto Sax, finanziato dal Ministero per l’Innovazione tecnologica.
 
Risorse con cui saranno realizzate – a quanto si apprende dall’Agenzia Italia - le infrastrutture e per creare punti Internet con nuovi pc e stampanti nelle strutture Ersu dell’Isola. A Cagliari andranno 210 mila euro (130.000 all’ateneo e 80.000 all’Ersu), mentre i restanti 190 mila (110.000 all’università e 80.000 all’Ersu) saranno impiegati a Sassari, per finanziare un progetto che si articola in tre fasi: potenziare le postazioni internet già a disposizione degli studenti; crearne di nuove, soprattutto a Sassari dove le due Case dello studente ne sono sprovviste; mettere a disposizione 40 pc portatili ad altrettanti studenti dell’ateneo di Cagliari nella fase di elaborazione della tesi di laurea.
 
La data di fine lavori è il 31 marzo prossimo: sarà possibile l’accesso a internet di tutti i notebook dotati di scheda wi-fi, attraverso una password fornita dall’amministrazione universitaria. Per quanto riguarda Cagliari, i punti di accesso dovrebbero essere collocati nei poli di Sa Duchessa, a Ponte Vittorio, in viale Sant’Ignazio, a Ingegneria e a Palazzo delle Scienze.
 
L’iniziativa è partita dai due Atenei, che hanno chiesto di poter utilizzare i 400mila euro non spesi per il precedente progetto Sax per l’installazione di punti Internet nelle associazioni no-profit. Quello del pc in prestito è invece un progetto pilota che finora in Italia ha sperimentato soltanto l’università di Perugia.
 
"Questa convenzione rientra nello sforzo della Regione per superare il digital divide", ha spiegato durante la conferenza stampa di presentazione l’assessore regionale agli Affari generali Massimo Dadea. "Una parte importante del territorio regionale è esclusa dall’utilizzo della banda larga. La copertura della rete Adsl riguarda il 65% della Regione contro l’80% a livello nazionale". "La convenzione", ha proseguito Dadea, "ha due scopi: superare il ritardo tecnologico delle infrastrutture e colmare il digital divide sociale, che riguarda fasce della popolazione più deboli ma che hanno necessità di connettersi alla rete, come gli studenti universitari. Grazie a questi progetti anche alcune pratiche burocratiche, come l’iscrizione agli esami o la consultazione del calendario delle lezioni saranno semplificate".

Last news

28 May 2022

Così sopravvive il super batterio anti-radiazioni

Dallo studio guidato dai ricercatori dell’Università di Cagliari Dario Piano e Domenica Farci e realizzato da un network internazionale di studiosi arriva nuova luce su un organismo capace di resistere ad una dose di radiazioni gamma 15mila volte superiori a quelle sufficienti ad uccidere un uomo. Possibili applicazioni in biomedicina per lo sviluppo di antibiotici di nuova generazione e nelle nanotecnologie per lo sviluppo di nuovi biomateriali

28 May 2022

Economia, ecco cosa ci ha insegnato la crisi

Dalla presentazione del Rapporto CRENoS gli spunti per la ripresa. Emergono alcuni insegnamenti: la dimensione piccola delle imprese espone a maggiori rischi, ma anche una elevata specializzazione produttiva aumenta il rischio. Va poi tenuta in considerazione l’importanza dei servizi pubblici, non solo sanitari. C’è, infine, un disallineamento delle competenze. “Tutto ciò è risaputo, ma non sempre chi disegna le politiche economiche sembra esserne consapevole”, ha avvertito Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica dell’Università di Sassari e coordinatore del Rapporto 2022. RASSEGNA STAMPA

27 May 2022

Venerdì 27 maggio la presentazione del Rapporto CRENoS

A partire dalle 10 nell’Aula A della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche (in viale Sant'Ignazio n.76, Cagliari) la presentazione del 29mo Rapporto sull’economia della Sardegna che il CRENoS redige ogni anno per analizzare le tendenze economiche recenti e fornire alcune analisi della congiuntura. Dopo i saluti dei rettori dei due atenei sardi, a illustrare i dati sarà Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica all'Università di Sassari. Per accedere nell'aula sarà necessario indossare una mascherina FFP2. L'evento sarà trasmesso in streaming sul canale Youtube dell'Università di Cagliari e sulla pagina Facebook del CRENoS. RASSEGNA STAMPA

26 May 2022

UniCa aderisce alla “Settimana mondiale della tiroide 2022”

Dal 25 al 31 maggio si celebra l’appuntamento con la campagna annuale che ha l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione generale sui problemi legati alle malattie della tiroide, con particolare riguardo alla prevenzione attraverso l'uso di sale iodato. Il tema conduttore dell’edizione 2022, che non prevede eventi in presenza, è “Tiroide e salute: io mi informo bene”. Interviste e le risposte degli esperti ai quesiti più frequenti sulla pagina Facebook dedicata

Questionnaire and social

Share on: