La presentazione ufficiale del libro avverrà nel corso di una conferenza, l’11 settembre 2006 alle ore 15.3O presso l’Aula Magna del Liceo “Siotto” di Cagliari
09 September 2006
All’interno delle attività programmate dal CIRCE Project per l’Italia, è prevista la presentazione del CIRCE Manual, il manuale specifico per ICT & Classics, pubblicato a Bruxelles (120 pp – 24 cm – Het Gemeenschapsonderwijs).
La presentazione ufficiale del libro avverrà nel corso di una Conferenza, in data 11 settembre 2006, ore 15,30, presso l’Aula Magna del Liceo “Siotto” di Cagliari,  (D.S. prof. Pietro Paolo Murru) in collaborazione col  Nucleo Regionale di supporto alla “dimensione europea dell’educazione”  dell’ U.S.R. Sardegna, coordinato dall’ Isp. Antonio Loddo.
Come già più volte segnalato, CIRCE (Classics & ICT Resources Course for Europe) è un progetto europeo Comenius 2.1 (dettagli all’url: www.circe.be) rivolto a docenti e formatori europei di latino e greco con le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT-TIC) con lo scopo di diffondere l’utilizzo delle ICT tra tutti i classicisti europei.
Nel progetto sono coinvolte sei nazioni: Belgio, Francia, Grecia, Danimarca, Italia e Gran Bretagna, coordinate dall’Internationalisering Department of the Flemish Community Education di Bruxelles (Het Gemeenschapsonderwijs – Internationalisering - responsabile la dr.ssa Veerle De Troyer).
 
Il partner italiano in CIRCE è CIRD (Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica) –
SSIS (Scuola di Specializzazione per l’Istruzione Superiore) dell’Università di Cagliari, rappresentati dalla professoressa Annarella Perra (discipline classiche - liceo classico Quartu Sant’Elena - CA), docente di ICT applicate a lingue e culture classiche nella stessa SSIS di Cagliari.
Il CIRCE Project, apprezzato e finanziato dalla Commissione Europea (durata 3 anni, ottobre2003 – ottobre 2006) ha già raggiunto i seguenti obiettivi:
a.      Sito website multilingue (www.circe.be), che mette a disposizione degli insegnanti di lingue e civiltà classiche in tutta Europa le risorse elettroniche utili per l’insegnamento. In data odierna il sito è quasi completo per tutte le lingue sopra indicate.
b.      Manuale cartaceo specifico su ICT & Classics (che sarà reso disponibile anche in formato elettronico sul sito web di CIRCE)  nelle diverse lingue europee dei partners del suddetto progetto. Attualmente il manuale è stato già pubblicato (120 pp – 24 cm – Het Gemeenschapsonderwijs) e le copie, stampate in Francese, Tedesco, Neerlandese, Greco, Inglese, Italiano direttamente a Bruxelles, a disposizione, da luglio 2006, dei partners del progetto per la fase di dissemination.
c.      Corsi nazionali in presenza (max 3 gg) per la formazione dei docenti di lingue e culture classiche nei paesi che partecipano al progetto. In Italia il primo corso ad hoc, organizzato dal CIRD e supportato dal MIUR - Direz. Regionale della Sardegna (Isp. Antonio Loddo), si è tenuto a Cagliari, presso il Liceo Pacinotti, in data 16 – 18 febbraio 2006.
d.      Corsi transnazionali Comenius 2.2 (uno  all’anno, di tipo residenziale, 5 gg full time) a turno in un paese europeo, solo in lingua inglese, riservati a docenti di tutta EU che possono anche candidarsi per ricevere dalle Agenzie Nazionali la borsa/grant per la formazione in servizio con il Comenius 2.2 course. (http://www.indire.it/socrates). Attualmente il corso transnazionale CIRCE è già entrato a far parte dell’European Comenius Catalogue per l’insegnamento nelle scuole superiori secondarie (Oxford dal 31 Luglio al 6 Agosto 2006).
e.      Conferenze per disseminare i risultati raggiunti dal progetto. In Italia il CIRCE Project è stato presentato a Genova (durante il convegno annuale di Euroclassica, ad Aprile 2004) dalla prof. ssa Annarella Perra e si è tenuta una conferenza ad hoc (03 ottobre 2005) a Quartu S. Elena (CA).
Sono ancora in fase di studio e discussione, da parte dei partners del CIRCE project,  gli sviluppi futuri del lavoro finora svolto e l’implementazione/aggiornamento nel tempo del sito web, ma si prevedono in particolare:
1.  ulteriori corsi nazionali in presenza e/o in modalità elearning (da definire)
2. ulteriori corsi transnazionali: il prossimo è già previsto in Danimarca (Copenaghen) dal 1° al 7 Agosto 2007  e presumibilmente il terzo in Italia nel 2008 (da definire).
(Direttore del CIRD –Dr.ssa Maria Polo / Coordinatrice del CIRCE Project – Prof.ssa Annarella Perra)

Last news

30 June 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 June 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

28 June 2022

Raccontare la ricerca: adesioni entro il 4 luglio per la SHARPER Night 2022

Data e sede sono già confermate: si terrà venerdì 30 settembre 2022 nell’Orto botanico di Cagliari la nuova edizione di SHARPER Night, iniziativa inserita nel contesto europeo delle European Researchers’ night. Fino al prossimo lunedì 4 luglio ricercatrici e ricercatori dell'Ateneo potranno inviare le proprie proposte per organizzare eventi, conversazioni, podcast e laboratori collegati all’iniziativa.

Questionnaire and social

Share on: