Primo Light Retreat del Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente: tutti i docenti, ricercatori, assegnisti, dottorandi e tecnici insieme a Ponte Vittorio per un confronto sul lavoro in atto e per la presentazione dei nuovi progetti. Con un occhio alla performance scientometrica degli afferenti
19 July 2022
L'incontro al DiSVA nei locali di Ponte Vittorio

Un momento di confronto serrato sulle ricerche in atto e sui progetti futuri, un'occasione preziosa per fare squadra e riaffermare la centralità del metodo scientifico condividendo i risultati e le strategie di ciascuno, per migliorare insieme

Cagliari, 20 luglio 2022 - Lo scorso lunedì 18 luglio si è tenuto il primo Light Retreat del Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente nei locali del corpo aggiunto del Plesso di Ponte Vittorio. L’incontro ha visto la partecipazione di tutti i docenti, ricercatori, assegnisti, dottorandi e tecnici del DiSVA ed è stato l’occasione per la presentazione delle numerose attività di ricerca svolte nel Dipartimento nonché per la presentazione di nuovi progetti di ricerca.

I front men delle sei sezioni del DiSVA (Biologia Animale ed Ecologia, Biomedica, Botanica, Neuroscienze ed Antropologia, Scienze del Farmaco, Scienze Farmaceutiche, Farmacologiche e Nutraceutiche) hanno illustrato le rispettive linee di ricerca inerenti alla biologia ed ecologia marina, la genetica, la botanica, le neuroscienze, l’antropologia, le scienze biomediche (dalla microbiologia alla virologia alla biochimica e alla chimica organica), le scienze del farmaco, la chimica degli alimenti.

L'incontro a Ponte Vittorio
L'incontro a Ponte Vittorio

Il Retreat si è chiuso con una disamina della performance scientometrica degli afferenti nell’ottica di una nuova strategia per migliorare lo status del Dipartimento

Sono stati inoltre presentati alcuni nuovi progetti di ricerca inerenti all’uso delle macroalghe in acquacoltura e per la nutrizione umana, la creazione di nuove superfici antimicrobiche, l’identificazione di biomarker diagnostici della Sclerosi Multipla e del morbo di Parkinson, l’uso di alcune piante della Sardegna per l’estrazione di farmaci anti-diabete, la creazione di inibitori della replicazione del virus SARS-CoV-2, lo sviluppo di nuovi metodi di somministrazione di epinefrina, l’uso di larve di insetti come cibo per l’acquacoltura.

L’incontro è stata l’occasione per i giovani componenti del DiSVA di presentare le loro ricerche. Il Retreat si è chiuso con una disamina della performance scientometrica degli afferenti nell’ottica di una nuova strategia per migliorare lo status del Dipartimento diretto da Enzo Tramontano anche in vista dei cambiamenti nelle modalità del reclutamento della nuova generazione di ricercatori.

Una delle slide mostrate durante l'incontro
Una delle slide mostrate durante l'incontro

Attachments

Last news

01 October 2022

Sharper 2022, la festa della scienza e della ricerca all’Orto botanico

Una Notte speciale nel cuore di Cagliari. Oltre duemila presenze, 400 volontari, un centinaio di ricercatrici e ricercatori e una cinquantina di eventi. La divulgazione chiara e immediata tra salute, stili di vita, robotica, astrofisica, costruzione di strade e ponti con gli scarti, fascino della chimica e della matematica, riciclo, crisi idrica, droghe, mondo animale, farmaci antitumorali, preistoria, tecniche di indagine di Polizia e Carabinieri, impronte digitali, voce e visi contraffatti: ricerche e discipline raccontate nei talk, tra laboratori, esperimenti e giochi per i bimbi curati. Molto apprezzato anche l’angolo solidale per Giulio Regeni. La manifestazione ha colto una forte attenzione da comunità civile e sociale, giovani e associazioni. In chiusura la caccia al tesoro scientifica con il successo dei team “Spagna” e “Stati Uniti”. “La scienza è passione e lavoro. Siamo soddisfatti, l’Università punta a coinvolgere e includere le diverse fasce della popolazione” ha detto Luciano Colombo

29 September 2022

«Un fiore all’occhiello dell’Ateneo»

Le parole di Fabrizio Pilo, prorettore all’innovazione e ai rapporti con il territorio, all’avvio delle celebrazioni per i 25 anni della Banca del Germoplasma della Sardegna: una realtà di altissimo livello scientifico, custodita nell’Orto Botanico di UniCa, al centro di una fitta rete di collaborazioni internazionali: quasi 7 milioni e 400mila euro di finanziamenti per 65 progetti realizzati con partner di 26 Paesi, 293 articoli scientifici, di cui 258 su importanti riviste internazionali, firmati da oltre 230 autori diversi, 19 volumi pubblicati

28 September 2022

Biodiversità a rischio, un workshop all’Orto Botanico di UniCa

Al via gli incontri di SEEDFORCE, un progetto LIFE guidato dal Museo delle Scienze di Trento che coinvolge 15 partner italiani e stranieri con lo scopo di salvaguardare 29 specie autoctone dall’estinzione. Coinvolti i ricercatori dell’Università di Cagliari

28 September 2022

Tessuto Digitale Metropolitano: nuove soluzioni per una città più “intelligente”

Presentati alla Manifattura Tabacchi i risultati delle attività di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico portate avanti in 5 anni a partire dal 2017 dall’Università di Cagliari e dal CRS4 nell’ambito del progetto TDM finanziato da Sardegna Ricerche. L’intervento del prorettore alla ricerca Luciano Colombo: "Un'iniziativa che rafforza la collaborazione con gli enti presenti sul territorio su temi di grande impatto e attualità"

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie