Atenei ed Enti di ricerca hanno presentato a Camerino il progetto di un Osservatorio Nazionale per il monitoraggio dell’applicazione della Carta nel sistema Università/Enti di ricerca
06 July 2006

Il 13 dicembre 2005 gli Enti di ricerca hanno sottoscritto in Campidoglio la «Carta europea dei ricercatori» e il «Codice di condotta per la loro assunzione». Questo atto ha fatto seguito a quello organizzato a Camerino da parte del sistema universitario italiano. Oggi, Atenei ed Enti di ricerca presentano insieme a Camerino il progetto di un Osservatorio Nazionale per il monitoraggio dell'applicazione della Carta nel sistema Università/Enti di ricerca. Prosegue l'impegno assunto dall'Enea nel coordinare la promozione dell'adesione da parte degli Enti di ricerca ai principi espressi dalla Carta e dal Codice di condotta. «L'Osservatorio/Portale (www.cartaeuropeadeiricercatori.it) sulla Carta Europea dei Ricercatori promosso dall'Enea, dall'Università di Camerino e dalla Conferenza dei Rettori, rappresenta - ha sottolineato il Commissario dell'Enea, prof. Luigi Paganetto - un impegno congiunto per la realizzazione di uno spazio di discussione e approfondimento sui temi che afferiscono alla professione del ricercatore, quali il reclutamento, la valutazione, la mobilità, le questioni di genere, oltre che, naturalmente, per il monitoraggio e la diffusione delle buone prassi in ambito istituzionale»
Per la prima volta, Università ed Enti di ricerca si riuniscono per affrontare temi cruciali per lo sviluppo del Paese e, «come Università di Camerino siamo fieri di ospitare un evento di così alto profilo», ha sottolineato il Rettore Fulvio Esposito.
«La presenza della Comunità scientifica nazionale, rappresentata sia dalle Istituzioni sia dai ricercatori afferenti al complesso delle istituzioni di ricerca che hanno sottoscritto la Carta, sottolinea - ha evidenziato il prof. Paganetto - la volontà di proseguire per realizzare gli obiettivi di Lisbona, proprio a partire dalla valorizzazione degli uomini e delle donne che della ricerca hanno fatto il loro impegno sociale e civile. L'Osservatorio sull'applicazione della Carta e del Codice, promosso dalla Conferenza dei Rettori delle Università, dall'Università di Camerino e dall'Enea, rappresenta un nuovo ulteriore passo in questa direzione».

Tratto da: http://www.vglobale.it/

Last news

04 July 2022

UniCa4Ukraine, conclusi i corsi di italiano

Venti cittadine ucraine hanno seguito le lezioni tenute da studentesse e studenti dei corsi di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed americane, Traduzione specialistica dei testi e in Filologie e letterature classiche e moderne. Nei giorni scorsi la consegna degli attestati di partecipazione

30 June 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 June 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

Questionnaire and social

Share on: