Non piu parcheggi burocratici, oggi le Università sono laboratori innovativi dove nascono le idee piu promettenti. Dove per idee si intende nuove società.
30 August 2006

Continuando la metafora dei motori, gli atenei italiani si stanno trasformando in officine sempre più attive nello sviluppo dei rispettivi territori locali, capaci di tenere assieme istituzioni, enti di ricerca e tessuti produttivi locali. E quindi di produrre forza lavoro e assorbire fasce sempre più ampie di laureati. Le università nazionali, strette tra i tagli ai finanziamenti degli ultimi anni e la necessità di adeguarsi al contesto internazionale secondo le regole dell’autonomia, stanno infatti cambiando volto. Dalla Lombardia all’Emilia Romagna, dalla Toscana al Lazio, sono numerose le università protagoniste di questo nuovo trend del mondo accademico.

In quasi tutti gli atenei italiani sono ormai presenti uffici dei brevetti, organismi di ricerca, gruppi di lavoro orientati a coordinare l’operato dei laboratori universitari con le esigenze delle imprese. Grazie all’autonomia di cui godono, le università possono porsi come soggetti attivi
nel campo dell’innovazione dei rispettivi territori. Gli atenei ormai non si occupano più solo di trasferimento di cervelli dai propri laboratori all’industria, ma svolgono un ruolo decisivo anche nella ricerca dei finanziamenti per le imprese e nel coordinamento tra enti pubblici e soggetti privati impegnati nell’innovazione.

Una vitalità che trova conferma nei dati: nel corso del 2005 gli spin-off nati nei laboratori universitari sono stati 280, il 27% in più rispetto ai 219 registrati l’anno precedente.

Il distretto tecnologico di Pisa e la ricerca applicata all’industria alimentare di Firenze sono due esempi di collaborazione fra università e imprese locali. Stando alle cifre, solo sotto la torre che pende ci sono ben 221 imprese attive nei settori ad alto contenuto di conoscenza, oltre 6 mila addetti, metà dei quali laureati, e un giro d’affari intorno al miliardo e mezzo di euro. Il Consorzio Pisa Ricerca e l’Infm (l’Istituto Nazionale per la Fisica della Materia), sono altri bacini di formazione di scienziati e ricercatori che spesso si mettono in proprio con iniziative nell’informatica, nella robotica o nelle biotecnologie.

AlmaCube invece è un’agenzia no profit sorto 5 anni fa all’Università di Bologna che si occupa di sostenere la nascita e lo sviluppo di nuove imprese nel territorio bolognese. Dal 2001 le nuove imprese nate grazie all’Alma Cube sono 22. Le attività dell’incubatore bolognese sono: la ricerca di finanziamenti, l’accompagnamento sul mercato, l’assistenza nei servizi generali, quali la logistica e la fornitura di spazi.

Dando uno sguardo al resto della Penisola, sono 11 gli atenei (Bergamo, Macerata, Camerino, La Sapienza e Tor Vergata di Roma, la Seconda Università e la Parthenope di Napoli, Cagliari, l’Università di D’Annunzio di Chieti e Pescara, quella di Modena e Reggio Emilia, infine L’Aquila) tra gli enti inseriti nella Borsa continua nazionale del Lavoro, il network che favorisce l’incontro tra domanda e offerta
occupazionale.

Gli atenei hanno il vantaggio di poter abbinare a servizi di placement un’offerta formativa in grado di avvicinare i neolaureati alle esigenze delle imprese. I legami stretti tra le facoltà e le imprese favoriscono l’inserimento circa 250 neolaureati l’anno ciascun ateneo. Si tratta di un valore aggiunto per gli atenei in termini di immagine, fondamentale per vincere la competizione e attirare nuove matricole. Una necessità ai tempi dell’autonomia per accrescere il prestigio della struttura e ottenere fondi pubblici. 
 
  


Borsa nazionale del lavoro:  scheda e risorse web

 

Last news

07 December 2021

Concerto per i 400 anni di UniCa

Giovedì 9 dicembre una serata musicale dal programma fitto e coinvolgente conclude le celebrazioni per il quarto centenario del nostro Ateneo: l'appuntamento si svolgerà nell’Auditorium del Conservatorio di Cagliari (i biglietti sono andati esauriti in poche ore, accesso con il green pass) e sarà trasmesso in diretta streaming sul sito web di UniCa. Sul palco, guidati dalla voce narrante di Ambra Pintore, l’Orchestra da Camera della Sardegna, i Tenore Supramonte di Orgosolo, i 400th Blues Quintet e l’Ambra Quartet. Il Rettore Francesco Mola: "L’augurio per tutti è che il senso di appartenenza alla nostra istituzione possa continuare a manifestarsi nell’impegno quotidiano e che, in futuro, occasioni come questa siano sempre più frequenti"

07 December 2021

DUST IN THE WIND

Perturbazioni e problemi idroclimatici antropogenici nelle terre aride: giovedì 9 dicembre il seminario della professoressa statunitense Kathleen Nicoll (University of Utah) su cause ed effetti della desertificazione in regioni a rischio di siccità, come il Mediterraneo, a confronto con le variabili ecogeomorfiche e le attività umane alla base delle tempeste di polvere a Salt Lake City e nelle vicine montagne Wasatch. Appuntamento organizzato su Teams dal Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche e coordinato dal professor Guido Mariani nell’ambito del ciclo di seminari 2021-22 dei Corsi di laurea in Geologia e Scienze e tecnologie geologiche

07 December 2021

Transizione energetica e mobilità

Venerdì 10 dicembre, ore 17:45, continua la serie di conferenze organizzate da Legambiente Sardegna con la collaborazione del Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e architettura dell'Università di Cagliari (Dicaar) con il comune obiettivo di tenere alta l’attenzione a focalizzare ogni sforzo sull’Agenda impostata dall’Unione europea per il Green Deal, la transizione “verde”, giusta e solidale, che ha messo a disposizione ingenti risorse mirate per la ripresa e la resilienza dei Paesi membri. Con i docenti di UniCa Giorgio Massacci, Giorgio Querzoli, Gianfranco Fancello e Italo Meloni, partecipano: Paride Gasparini (Ctm), Paolo Diana (Arst) e l’assessore comunale Alessandro Guarracino. Coordina Vincenzo Tiana (Legambiente)

07 December 2021

BIP, giornata di recruiting

Si svolgerà martedì 21 dicembre, nel Centro servizi di Ateneo per l'innovazione e l'imprenditorialità dell‘Università di Cagliari in via Ospedale 121, la giornata di reclutamento organizzata dalla società di consulenza internazionale BIP Consulting. L'evento è riservato a studentesse e studenti laureandi o laureati nelle discipline STEM. Per partecipare occorre inviare il curriculum entro il 16 dicembre

Questionnaire and social

Share on: