Questa e’ la laurea congiunta, un titolo di studio che per la prima volta l’ateneo di Palermo ha conferito lunedi’ 10 luglio alle 11 nella Sala Magna dello Steri ai primi tre giovani che hanno seguito il percorso di studi universitario tra Palermo e l’Universite’ de Marne-la-Valle’e, in Francia.
10 July 2006

di Carmen Morrone

La laurea congiunta italo-francese in Informatica tra i due atenei e’ stata attivata a partire dall’anno accademico 2004-2005 e finanziata dall’Universita’ italo-francese (Uif) nell’ambito del programma ’’Vinci’’. I tre studenti, Stefano Alletti, Alessandro Siragusa e Filippo Utro, otterranno congiuntamente la licence d’Informatique presso l’Universite’ de Marne-la-Valle’e e la laurea triennale in Informatica dell’ateneo di Palermo. Alla cerimonia sara’ presente una delegazione dell’ateneo francese (il vicepresidente Michel Roussignol, il direttore delle relazioni internazional Pierre-Andre’ Picon, il coordinatore del progetto ’’laurea congiunta’’ Jacques Desarmenien) e una rappresentanza dell’Universita’ di Palermo, con il rettore Giuseppe Silvestri, il preside della facolta’ di Scienze Francesco Raimondo, il responsabile dell’ufficio Relazioni internazionali Pasquale Assennato, il presidente del corso di laurea in Informatica Vito di Gesu’, il coordinatore del progetto per Palermo, Antonio Restivo.

Il progetto prevede che ogni studente frequenti i primi due anni presso l’Universita’ di provenienza e il terzo anno presso la sede partner, in questo caso quella di Marne-la-Vallee’. Ognuno dei due atenei riconosce l’equivalenza dei primi due anni della licence/laurea triennale svolti presso l’altra sede, un riconoscimento che avviene a seguito di una analisi dettagliata dei contenuti dei corsi per stabilire l’equipollenza tra gli insegnamenti impartiti nei due Paesi. Per ottenere il doppio diploma lo studente deve sostenere con successo, presso la sede ospitante, esami corrispondenti a un numero minimo di 30 crediti. Sono anche previsti scambi di docenti. Ogni anno accademico vengono selezionati, da ciascuna delle due universita’, un certo numero di studenti interessati al conseguimento del doppio diploma, in funzione delle risorse disponibili. Per l’anno accademico 2004-2005 hanno partecipato al progetto sette studenti dell’Universita’ di Palermo, e per l’anno 2005-2006 cinque studenti.

Tratto da: www.vita.it

Last news

02 December 2021

Idee, arte e cultura a cavallo del Covid

Domani, secondo appuntamento del ciclo di seminari dai temi trasversali e inclusivi. Coordinati da Marco Zurru e Clementina Casula, gli eventi nascono dai dipartimenti di Scienze politiche e sociali e Lettere, lingue e beni culturali, in partnership con l'assessorato alla Cultura del comune di Cagliari e con l'Associazione enti locali, attività culturali e di spettacolo. Le news su iscrizioni e crediti formativi per studentesse e studenti

02 December 2021

Webinar sul progetto ‘‘Acuadori’’

Domani, venerdì 3 dicembre, inizia alle 10,30 il seminario online riguardante la Piattaforma ICT per la gestione sostenibile dell'acqua destinata alla vitivinicoltura di qualità. Il professor Massimo Barbaro, del Dipartimento di Ingegneria elettrica ed elettronica, quale responsabile scientifico del progetto per l’Università di Cagliari, è nel team di cui fanno parte anche Costantino Sirca (Università Sassari), Katiuscia Zedda (Abika), Roberta Pilloni (Cantine Su’Entu) e Federico Razzu (Viticoltori Romangia). DIRETTA WEB sul CANALE YOUTUBE di UNICA

01 December 2021

«Tecnologia è Biologia», una conferenza alla Fondazione di Sardegna

Venerdì 3 e sabato 4 dicembre dalle 18, nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna a Cagliari, si svolgerà l'iniziativa dedicata alla conoscenza nell'era digitale con il coordinamento scientifico di Silvano Tagliagambe, l'organizzazione di Kitzanos e EjaTv, il sostegno della Fondazione e il patrocinio dell'Università degli Studi di Cagliari. Previsti gli interventi del Magnifico Rettore, Francesco Mola, e della viceministra allo Sviluppo economico, Alessandra Todde. RASSEGNA STAMPA

01 December 2021

Sanità e territorio, la sfida della collaborazione

L’intervento del Rettore Francesco Mola ha acceso il dibattito al “Welcome Doctors 2021”, l’iniziativa organizzata dall’associazione “Dipartimento medico” per dare il benvenuto alle specializzande e agli specializzandi. Alla Cittadella universitaria di Monserrato confronto serrato tra buona parte delle istituzioni sarde, medici in formazione, docenti e i vertici dell’Ateneo: il dialogo è aperto per lo sviluppo della nostra società

Questionnaire and social

Share on: