Agli studenti appartenenti alle Fiamme Gialle riconosciuti fino a 60 crediti formativi
28 November 2006

E' stato siglato stamani l'accordo tra la facolta' di Giurisprudenza e il comando regionale della Guardia di finanza che apre specifici percorsi formativi per gli studenti appartenenti alle Fiamme gialle.

Formalizzando quanto gia' previsto nella legge del 2001 che consente agli atenei italiani di riconoscere crediti formativi agli appartenenti alle forze armate, la convenzione estende la formula agli studenti-finanzieri che prestano servizio nell'Isola.

L'iniziativa della facolta' di Giurisprudenza è stata illustrata alla stampa dal rettore Pasquale Mistretta, dal preside Massimo Deiana e dal comandante regionale della Gdf Stefano Baduini. Secondo quanto riportato dall'Agenzia Giornalistica Italia, nel corso di laurea triennale in 'servizi giuridici', che consente rispetto a 'scienze giuridiche' una maggior professionalizzazione del percorso, saranno riconosciuti agli appartenenti alle Fiamme gialle non piu' di 60 crediti formativi, pari a un terzo di quelli previsti per portare a termine gli studi.

Sono circa un centinaio gli studenti con le stellette iscritti nell'Ateneo, di cui almeno 20 della Gdf. La convenzione prevede, inoltre, formazione post-laurea con la frequenza di master avviati dall'ateneo in materia tributaria e fiscale oltre alla possibilita' che giovani studenti 'civili' frequentino stage e tirocini nelle Fiamme gialle.

Last news

04 July 2022

UniCa4Ukraine, conclusi i corsi di italiano

Venti cittadine ucraine hanno seguito le lezioni tenute da studentesse e studenti dei corsi di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed americane, Traduzione specialistica dei testi e in Filologie e letterature classiche e moderne. Nei giorni scorsi la consegna degli attestati di partecipazione

30 June 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 June 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

Questionnaire and social

Share on: