Venti cittadine ucraine hanno seguito le lezioni tenute da studentesse e studenti dei corsi di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed americane, Traduzione specialistica dei testi e in Filologie e letterature classiche e moderne. Nei giorni scorsi la consegna degli attestati di partecipazione
04 July 2022
Al Campus Aresu la conclusione dell'iniziativa

L’iniziativa è stata organizzata dalle docenti Giulia I. Grosso, Antonietta Marra e Nicoletta Puddu, supportate anche dai coordinatori dei consigli di corsi Immacolata Pinto e Fiorenzo Iuliano e dal direttore del Dipartimento Ignazio Putzu

Cagliari, 4 luglio 2022 - Si sono conclusi nei giorni scorsi, con la consegna degli attestati di partecipazione, i corsi di italiano L2 organizzati dalla Facoltà di Studi Umanistici, Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali dell’Università di Cagliari in collaborazione con l’ufficio ISMOKA, nell’ambito del progetto Unica4Ukraine.

A ricevere gli attestati di partecipazione ai corsi di italiano L2 sono state 20 cittadine ucraine che hanno seguito le lezioni tenute da studentesse e studenti dei corsi di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed americane, Traduzione specialistica dei testi e in Filologie e letterature classiche e moderne.

L’iniziativa è stata organizzata e supervisionata dalle docenti Giulia I. Grosso, Antonietta Marra e Nicoletta Puddu, supportate anche dai coordinatori dei consigli di corsi di studio Immacolata Pinto e Fiorenzo Iuliano e dal direttore del Dipartimento Ignazio Putzu, a seguito del forte impulso del Rettore Francesco Mola.

I corsi, di livello accoglienza – Pre A1, A1, A2, sono stati organizzati sulla base dei bisogni comunicativi dei rifugiati e orientati al loro inserimento positivo sul territorio sardo. In particolare, date le caratteristiche dell’utenza giunta, i corsi sono stati destinati e organizzati principalmente sulle esigenze comunicative delle donne ucraine.

Un momento dell'incontro conclusivo
Un momento dell'incontro conclusivo

Per rendere l’iniziativa di formazione piu? vicina alle partecipanti sono state inserite nell’e?quipe di lavoro anche studentesse slavofone, madrelingua ucraine e non, iscritte ai percorsi formativi del corso di studi di Mediazione linguistico-culturale

Gli studenti e le studentesse della nostra facoltà, che hanno seguito un percorso di formazione  glottodidattica e di comunicazione interculturale prima di intraprendere l’esperienza di formatori linguistici, sono stati attori chiave nella promozione dell’inclusione e del multiculturalismo, grazie anche alla proficua collaborazione dei docenti di slavistica, Massimo Tria e Alessandro Achilli, e hanno potuto mettere in pratica quanto appreso nei loro insegnamenti universitari curricolari. Per affrontare gli aspetti più delicati nei contesti di didattica a rifugiati, come la gestione del trauma e la lontananza dalle famiglie di origine, il progetto si è avvalso della preziosa sinergia con il Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia, che nella figura della docente Donatella Petretto ha affiancato le studentesse e gli studenti in questa esperienza.

Per rendere l’iniziativa di formazione piu? vicina alle partecipanti sono state inserite nell’e?quipe di lavoro anche studentesse slavofone, madrelingua ucraine e non, iscritte ai percorsi formativi del corso di studi di Mediazione linguistico-culturale.

Oltre ai corsi di Italiano L2 offerti ad adulti all’Università di Cagliari, studentesse e studenti degli stessi corsi di studio hanno partecipato anche ad un progetto di accoglienza e supporto per gli studenti ucraini arrivati all’Istituto Comprensivo n. 2 Selargius grazie alla collaborazione con la dirigente scolastica Claudia Aroni e con il docente Eugenio Marica.

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

08 August 2022

Comunicazione, stasera in tv i cinque corsi di laurea presentati al Poetto

In onda stasera l’approfondimento sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare. "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. Alle 21 su "Panorama sardo - speciale estate"

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie