Si svolgerà sabato 25 giugno nell’Aula Maria Lai una conferenza internazionale ispirata all'opera di Antonio Pigliaru sul Codice della Vendetta Barbaricina, a 100 anni dalla nascita del giurista, filosofo ed etnografo sardo. Organizzata in occasione della nuova edizione della famosa opera del grande studioso sardo, l'iniziativa metterà a confronto studiosi e ricercatori provenienti da tutto il mondo sulla persistenza e sull'evoluzione delle norme sociali e sul ruolo dei codici culturali e dei codici d’onore
23 June 2022
Un'immagine di Antonio Pigliaru

Precursore di molte ricerche sociologiche ed economiche dei decenni successivi, Antonio Pigliaru ha esaminato la logica interna di un sistema unico e complesso di norme morali e sociali

Sergio Nuvoli

Cagliari, 17 giugno 2022 - Si svolgerà sabato 25 giugno nell’Aula Maria Lai dell’Università di Cagliari l’"Antonio Pigliaru" Workshop on Social Norms & Cultural Codes”, una conferenza internazionale ispirata all'opera di Antonio Pigliaru sul Codice della Vendetta Barbaricina, a 100 anni dalla nascita del giurista, filosofo ed etnografo sardo.

Il tema dell’iniziativa – organizzata in occasione della nuova edizione della famosa opera del grande studioso sardo - è la persistenza e l'evoluzione delle norme sociali e il ruolo dei codici culturali e dei codici d’onore. Pigliaru ha condotto un ampio lavoro etnografico per descrivere l'insieme informale di regole che per secoli hanno governato la vita sociale ed economica degli abitanti della Barbagia. Precursore di molte ricerche sociologiche ed economiche dei decenni successivi, ha esaminato la logica interna di un sistema unico e complesso di norme morali e sociali, compresi i suoi scontri con l'ordinamento giuridico ufficiale.

Il programma della conferenza prevede, a partire dalle 9, una tavola rotonda (in italiano) sulla nuova edizione del volume (“Il Banditismo in Sardegna e la Vendetta Barbaricina”, Il Maestrale 2021). Moderata da Alberto Bisin (New York University), prevede gli interventi di Giuseppe Bandinu (Tribunale di Roma), Paolo Carta (University of Trento), Giuseppina De Giudici (Università di Cagliari), Luigi Guiso (EIEF), e Giuseppe Lorini (Università di Cagliari).

Seguiranno – rispettivamente alle 11.30 e alle 15 - due sessioni scientifiche (in inglese) con ricercatori provenienti da Stati Uniti, Australia, Europa

Seguiranno – rispettivamente alle 11.30 e alle 15 - due sessioni scientifiche (in inglese) con ricercatori provenienti da Stati Uniti, Australia, Europa.

La prima, moderata da Luigi Guiso (Einaudi Institute for Economics and Finance) sarà incentrata su "Codici d’onore e norme sociali", e prevede gli interventi di Mark Cooney (University of Georgia) su “Violenza d’onore e la famiglia”, e di Benjamin Enke (Harvard University) e Nathan Nunn (Harvard University) su “Pastorizia, guerra, e cultura d'onore: evidenza globale“, a cui seguiranno i commenti di Fabrizio Adriani (University of Leicester), Tamler Sommers (University of Houston) e Thierry Verdier (Paris School of Economics).

La seconda, moderata da Mario Macis (Johns Hopkins University),  si concentrerà su "Origine, persistenza ed evoluzione delle norme di genere", e vedrà la partecipazione di Anke Becker (Harvard University) con uno studio sulle “Origini economiche delle limitazioni alla promiscuità femminile“ e Alice Evans (King’s College London) su “Diecimila anni di patriarcato”. A seguire, i commenti di Pauline Grosjean (University of New South Wales), Selim Gulesci (Trinity College Dublin) e Marco Nieddu (Università di Cagliari).

La conferenza è stata organizzata da Alberto Bisin (Università di New York), Claudio Deiana (Università di Cagliari), Luigi Guiso (EIEF), Mario Macis (Università Johns Hopkins), Marco Nieddu (Università di Cagliari) e Francesco Pigliaru (Università di Cagliari) con il sostegno finanziario della Fondazione di Sardegna e del Rettorato dell'Università di Cagliari, con il sostegno dei Dipartimenti di Scienze economiche e aziendali e di Giurisprudenza dell'Università di Cagliari.

Attachments

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

08 August 2022

Comunicazione, stasera in tv i cinque corsi di laurea presentati al Poetto

In onda stasera l’approfondimento sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare. "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. Alle 21 su "Panorama sardo - speciale estate"

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie