Cento ricercatori e 145 imprenditori hanno preso parte all’evento curato dal Crea. Al centro dei lavori le interlocuzioni dell’ateneo con il territorio e il tessuto produttivo. Agrovoltaico nei vigneti, energy drink and food con spirulina, cooperazione e creazione di reti tra comuni, imprese e giovani tra gli argomenti affrontati dagli studiosi dell'ateneo con le aziende isolane. "Dobbiamo ascoltare per contribuire a creare un ecosistema dell'innovazione anche in questo comparto, vitale per l'economia sarda" le parole del rettore Francesco Mola
17 June 2022
Imprenditori e ricercatori partecipano a Unica&Imprese

Conoscenza, esigenze e sviluppo dell'agroalimentare in Sardegna

Mario Frongia

Agricoltura di precisione, robotica per orti, vino d'arance, impresa agricola e turismo sostenibile, biofertilizzanti, zootecnia e ambiente: sono stati questi alcuni dei temi sviluppati a Unica&Imprese Agrifood 2022. Oltre cento ricercatori e 145 imprenditori hanno preso parte all’evento curato dal Crea di Unica. Al centro dei lavori "un percorso di attenzione al servizio del settore: per noi si tratta di una partenza ancora più rigorosa verso interlocuzioni solide con il territorio e il tessuto produttivo" ha spiegato Fabrizio Pilo, prorettore a Innovazione e territorio. Agrovoltaico nei vigneti, energy drink and food con spirulina, cooperazione e creazione di reti tra comuni, imprese e giovani alcuni dei temi aperti tra studiosi dell'ateneo e le aziende isolane alla palestra del Cus Cagliari - Sa Duchessa. Il rettore Francesco Mola ha aperto UniCa&Imprese Agrifood Edition 2022, assieme a Maria Chiara Di Guardo, direttrice scientifica del Crea (Centro servizi di ateneo per l’innovazione e l’imprenditorialità). L’evento è stato dedicato al settore dell’agroalimentare e nel corso dei lavori le imprese, 145 iscritte, e i circa cento ricercatori dell’Università di Cagliari dialogano per trasferire conoscenza sull’agroalimentare.

Il Rettore Francesco Mola apre Unica&Imprese
Il Rettore Francesco Mola apre Unica&Imprese

Ricerca e Agrifood: domande e risposte a 360°

"Tutto deve partire dall’ascolto", così ha esordito Mola aprendo la giornata di fronte ad una platea seduta in cerchio. "A volte l’accademia ha difficoltà a cooperare col territorio, noi invece vogliamo essere al servizio, partendo sempre da una domanda: cosa c’è in campo e cosa si può fare assieme." Concetto ribadito anche dal prorettore Pilo, che ha poi aggiunto: "Questo non è un evento ma l'inizio di un processo: l’obiettivo è contribuire a creare un ecosistema dell’innovazione, in grado di far emergere nuove iniziative, anche da mondi che apparentemente sembrerebbero lontani.”  Al centro quindi la necessità di creare una collaborazione con il mondo delle imprese, rappresentate oggi dal Segretario nazionale di Coldiretti Giovani Impresa, Stefano Leporati. Sempre sulla collaborazione ha posto l'accento anche la Di Guardo: "Abbiamo bisogno di essere veloci e per questo serve che ognuno sappia portare il suo piccolo pezzo di conoscenza, mettendolo a disposizione per poi combinarlo in modo da creare cose nuove. Dobbiamo generare un cambiamento per affrontare gli enormi problemi di oggi e la Sardegna in questo può essere protagonista."

Maria Chiara Di Guardo durante Unica&Imprese
Maria Chiara Di Guardo durante Unica&Imprese

L'evento è facilitato dalla tecnologia Open space

Durante l’incontro di oggi, organizzato dal Crea UniCa, operatori del settore agroindustriale e agroalimentare e i ricercatori dell’Università di Cagliaridiscutono insieme di tecnologie e applicazioni innovative lungo tutta la catena del valore: dai prodotti, ai processi, alla promozione e commercializzazione. L'obiettivo è far emergere i problemi concreti di un settore chiave dell'economia dell'Isola, per generare poi idee e soluzioni immediatamente applicabili spendibili sul mercato. Unica&Imprese mette in contatto gli imprenditori e i decisori dell’insieme delle aziende della filiera e dell’ecosistema agroalimentare: imprese agricole, di allevamento, della trasformazione e della distribuzione. Ma anche i ricercatori dell’ateneo che operano in ambiti disciplinari differenti, da Biologia e farmacia a Economia, Scienze sociali, Ingegneria e architettura, Scienze chimiche e geologiche, Fisica, Medicina e chirurgia, Matematica e informatica, Lettere, Filosofia e Giurisprudenza. L’evento utilizza una metodologia chiamata Open space technology (Ost), ampiamente utilizzata in quanto efficace strumento di interazione costruttiva per grandi gruppi su temi complessi. L'Ost prevede infatti un confronto aperto e continuo attraverso tavoli di lavoro, inframezzati da momento di condivisione: un modo per mettere in pratica immediatamente quell'idea di collaborazione al centro di questa giornata.

Mail crea@unica.it

Cagliari, 15 giugno 2022

 

Testo e immagini in collaborazione con Carlo Contu

Un momento dell'iniziativa Unica&Imprese
Un momento dell'iniziativa Unica&Imprese

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie