Le prospettive cliniche e terapeutiche dell’età evolutiva e adulta al centro del confronto curato da Alessandro Zuddas. Ai lavori si è dibattuto anche di approcci innovativi e rigorosi, ricerca e implicazioni future, dinamiche e percorsi specialistici. Sui vari temi su cui si sono confrontati oltre cinquecento tra psichiatri e neuropsichiatri infantili
30 May 2022
Cagliari. Da sinistra, Simone Pisano (Na), Argyris Stringaris (Londra), Gabriele Masi, Alessandro Zuddas, Sara Carucci e Alfonso Tortorella (Perugia)

Il confronto a 360 gradi con la partecipazione anche degli specialisti delle principali società scientifiche italiane

Mario Frongia

“Psicofarmacologia clinica in età evolutiva: efficacia, sicurezza e implicazioni nelle successive età della vita” è stata la cornice scientifica e accademica del partecipato confronto tra specialisti tenutosi il 26 e 27 maggio scorso. L’aula Rossa della facoltà di Medicina e chirurgia - Cittadella universitaria, Monserrato - ha ospitato il convegno congiunto Sinpia-Sinpf (Società italiana di neuropsichiatria dell’infanzia e adolescenza e di Neuropsicofarmacologia) con la partecipazione di duecento, in presenza, e trecento on line, di operatori della materia, in particolare psichiatri e neuropsichiatri infantili. Il confronto ha esplorato le prospettive dell’età evolutiva e quelle dell’età adulta. Curato da Alessandro Zuddas, ordinario al dipartimento di Scienze biomediche, direttore della Clinica neuropsichiatria dell’infanzia e adolescenza dell’ospedale “Antonio Cao”, Sara Carucci, medico dell’”Antonio Cao” e Gabriele Masi, specialista dell’Irccs Fondazione Stella Maris di Pisa. I lavori sono stati aperti da Luca Saba, presidente della facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università di Cagliari, Iole Tomassini Barbarossa, direttrice del dipartimento di Scienze biomediche. Buoni auspici anche dai saluti dei presidenti nazionali di Sinpia e Sinpf, Elisa Maria Fazzi e Claudio Mencacci.

Monserrato. Una fase dei lavori in aula magna di Medicina e chirurgia
Monserrato. Una fase dei lavori in aula magna di Medicina e chirurgia

Ricerca. clinica e relazioni di profilo internazionale

I professori David Coghill (Università di Melbourne), Argiris Stryngaris (University College London ) e Christoph Correll (Charité Universitäts medizin, Berlino), insieme a un nutrito numero di specialisti degli atenei di Torino, Modena, Pisa, Perugia, Napoli e Catanzaro, hanno dibattuto delle criticità che limitano l’utilizzo efficace e sicuro dei farmaci psicotropi in bambini e adolescenti affetti da psicopatologia grave. Al congresso hanno partecipato anche gli specialisti dell’Università di Cagliari, Paola Fadda, Marco Pistis, Bernardo Carpiniello, Mirco Manchia, Monica Puligheddu e Alessio Squassina. Maria Del Zompo ha moderato la sessione sui meccanismi d’azione dei Sali di litio e sul loro uso in età adulta ed in età evolutiva.

Maria Del Zompo, già rettrice dell'ateneo di Cagliari, con il professorZuddas
Maria Del Zompo, già rettrice dell'ateneo di Cagliari, con il professorZuddas

Classi di farmaci, strategie personalizzate e bisogni inevasi

Negli ultimi anni, solidi dati di efficacia e tollerabilità hanno permesso di sviluppare strategie terapeutiche innovative per bambini e adolescenti con psicopatologia grave. Queste strategie- spiega il professor Zuddas - vengono però ancora percepite con timore dagli specialisti. Peraltro, si osserva un significativo aumento delle prescrizioni di farmaci off-label in bambini e adolescenti, in maniera irrispettosa del livello di neurosviluppo raggiunto dallo specifico paziente. Ciò è spesso causa di inefficacia clinica e di significativi eventi indesiderati che, a loro volta, possono avere pesanti conseguenze negative anche nelle successive età della vita”. Il convegno è stata occasione di confronto clinico avanzato. “Il confronto ha permesso di implementare e diffondere le conoscenze sulle principali classi di farmaci per la psicopatologia grave in una prospettiva trasversale di neuro sviluppo. Abbiamo messo a confronto la realtà clinica dell’età evolutiva e quella dell’età adulta, seminando preziose contaminazioni per l’identificazione di strategie terapeutiche efficaci e personalizzate e iniziare a rispondere ai bisogni ancora inevasi per la psichiatria delle diverse età della vita. Questi nuovi approcci, innovativi e rigorosi, sono diventati fondamentali negli ultimi due anni: dall’inizio della pandemia. Le richieste quotidiane di visite urgenti per psicopatologia grave in età evolutiva - rimarca il docente cagliaritano, vicepresidente nazionale della Sinpia - si sono quintuplicate con raddoppio degli accessi al Pronto soccorso e dei ricoveri per tentativo di suicidio e anoressia grave, cui quasi mai corrisponde un adeguato potenziamento dei servizi sanitari”.

 

Last news

01 October 2022

Sharper 2022, la festa della scienza e della ricerca all’Orto botanico

Una Notte speciale nel cuore di Cagliari. Oltre duemila presenze, 400 volontari, un centinaio di ricercatrici e ricercatori e una cinquantina di eventi. La divulgazione chiara e immediata tra salute, stili di vita, robotica, astrofisica, costruzione di strade e ponti con gli scarti, fascino della chimica e della matematica, riciclo, crisi idrica, droghe, mondo animale, farmaci antitumorali, preistoria, tecniche di indagine di Polizia e Carabinieri, impronte digitali, voce e visi contraffatti: ricerche e discipline raccontate nei talk, tra laboratori, esperimenti e giochi per i bimbi curati. Molto apprezzato anche l’angolo solidale per Giulio Regeni. La manifestazione ha colto una forte attenzione da comunità civile e sociale, giovani e associazioni. In chiusura la caccia al tesoro scientifica con il successo dei team “Spagna” e “Stati Uniti”. “La scienza è passione e lavoro. Siamo soddisfatti, l’Università punta a coinvolgere e includere le diverse fasce della popolazione” ha detto Luciano Colombo

29 September 2022

«Un fiore all’occhiello dell’Ateneo»

Le parole di Fabrizio Pilo, prorettore all’innovazione e ai rapporti con il territorio, all’avvio delle celebrazioni per i 25 anni della Banca del Germoplasma della Sardegna: una realtà di altissimo livello scientifico, custodita nell’Orto Botanico di UniCa, al centro di una fitta rete di collaborazioni internazionali: quasi 7 milioni e 400mila euro di finanziamenti per 65 progetti realizzati con partner di 26 Paesi, 293 articoli scientifici, di cui 258 su importanti riviste internazionali, firmati da oltre 230 autori diversi, 19 volumi pubblicati

28 September 2022

Biodiversità a rischio, un workshop all’Orto Botanico di UniCa

Al via gli incontri di SEEDFORCE, un progetto LIFE guidato dal Museo delle Scienze di Trento che coinvolge 15 partner italiani e stranieri con lo scopo di salvaguardare 29 specie autoctone dall’estinzione. Coinvolti i ricercatori dell’Università di Cagliari

28 September 2022

Tessuto Digitale Metropolitano: nuove soluzioni per una città più “intelligente”

Presentati alla Manifattura Tabacchi i risultati delle attività di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico portate avanti in 5 anni a partire dal 2017 dall’Università di Cagliari e dal CRS4 nell’ambito del progetto TDM finanziato da Sardegna Ricerche. L’intervento del prorettore alla ricerca Luciano Colombo: "Un'iniziativa che rafforza la collaborazione con gli enti presenti sul territorio su temi di grande impatto e attualità"

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie