Il confronto tra esperti del Dipartimento di ingegneria civile, ambientale e architettura e rappresentanti dell'Associazione donne imprenditrici e dirigenti d’azienda, nella mattinata del 27 maggio, sarà un'utile occasione - aperta a docenti e studenti di UniCa - per ripensare l’intero sistema economico del capoluogo sardo, in modo da valorizzare l’ambiente e le risorse naturali in una logica di economia circolare di riqualificazione e di logistica green. Appuntamento dalle 9 nell'aula magna di Ingegneria e Architettura, (polo universitario di via Marengo)
25 May 2022
L'evento potrà essere seguito anche online

Lo sviluppo sostenibile come modello da adottare per la pianificazione integrata di città, porti e territori

Ripensare il sistema economico del capoluogo sardo valorizzando l’ambiente e le risorse naturali con logiche di economia circolare di riqualificazione e di logistica green. Per cogliere appieno questa sfida-opportunità è indispensabile innestare una maggiore responsabilità individuale in modo da far crescere cittadini sempre più consapevoli e disposti a prendersi realmente cura del bene pubblico.

Questi temi - di grande importanza per gli studenti, al fine di costruire solide reti di relazioni capaci di favorire l’avviamento alla professione in un contesto dinamico - verranno approfonditi nel primo incontro–confronto tra il Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e architettura (Dicaar) e l’Associazione donne imprenditrici e dirigenti d’azienda (Aidda) intitolato: “Cagliari green and blue city” in programma venerdì 27 maggio nella Facoltà di Ingegneria in Piazza D’armi a Cagliari, dalle 9 alle 13.30.

 

Locandina e programma della giornata di studio del 27 maggio 2022
Locandina e programma della giornata di studio del 27 maggio 2022

OBIETTIVI. Discutere dei legami secolari e nuovi che uniscono città, porti e territori, relazioni spesso non facili o conflittuali che unitamente all'evoluzione delle città ai cambiamenti sociali, economici tecnologici e ambientali, richiedono una rinnovata capacità di pensiero ed azione per pianificare e condividere idee di sviluppo sostenibile per oggi e domani.

VIDEO AIDDA. I lavori si apriranno con un video, prodotto dalla delegazione Sardegna dell’Aidda, intitolato Cagliari città da amare. Con l’intento di stimolare una riflessione, uno storytelling visuale d’impatto, metterà l’accento su luci e ombre della città del sole dove la bellezza e il degrado continuamente convivono evidenziando le potenzialità attrattive ancora inespresse del capoluogo isolano, naturalmente vocato al turismo.    

APERTURA LAVORI. Dopo i saluti, affidati al direttore Giorgio Massacci e alla professoressa Giuseppina Vacca (Dicaar), alla presidente dell’associazione Aidda, Rosi Sgaravatti e a Roberto Mura della Città Metropolitana di Cagliari, seguiranno gli interventi di Francesca Bragaglia, Elena Novati e Maria Assunta Pintus in rappresentanza delle donne imprenditrici e dirigenti d’azienda sul tema: Equilibrio, benessere e partecipazione

INTERVENTI. Ginevra Balletto (Dicaar) si focalizzerà sulla “transizione urbana dell’economia circolare per lo sviluppo sostenibile” e Mara Ladu su “la città sostenibile: nuovi valori dello spazio urbano”. Terminerà la sessione Luigi Mundula (Dicaar) che tratterà il tema del “piano della città metropolitana: dialogo e prospettive tra comunità e istituzioni”.

TAVOLA ROTONDA. Seguirà una discussione, coordinata dalla giornalista Rai Incoronata Boccia, a cui parteciperanno:

  • Azzurra Rinaldi, docente di Economia Politica e di genere dell’Università Unitelma Sapienza, componente del comitato scientifico dell’osservatorio Terziario Manageritalia che spiegherà perché è indispensabile puntare su un’economia più sostenibile.
  • Elisabetta Masucci, co-founder event manager Green Blue Days, si soffermerà sullo stato dell’arte tra green e blue economy mentre
  • Alessandro Becce, amministratore delegato FHP Holding portuale e presidente della Sezione Porti di Confindustria Venezia, incentrerà il suo ragionamento su “un mare di opportunità: shipping e logistica sostenibile”.
  • Francesca Maria Montemagno, fondatrice della startup Smartive, tratterà della “innovazione al servizio della sostenibilità”. 
  • Maria Sias, presidente dell’associazione ICS, spiegherà perché la riqualificazione sostenibile è necessaria.

 


(IC)

Last news

06 July 2022

Esperti di logica e filosofia in arrivo a Cagliari da tutto il mondo

Il 22° workshop ‘'Trends in Logic’' si terrà nell’ateneo cagliaritano dal 18 al 20 luglio 2022. L’evento, intitolato '‘Strong & Weak Kleene Logics’', è organizzato dal gruppo di ricerca Alophis del Dipartimento di Pedagogia, Scienze psicologiche e Filosofia in collaborazione con il Dipartimento di Matematica e Informatica. Il professor Roberto Giuntini nel comitato scientifico internazionale che presiede i lavori

04 July 2022

UniCa4Ukraine, conclusi i corsi di italiano

Venti cittadine ucraine hanno seguito le lezioni tenute da studentesse e studenti dei corsi di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed americane, Traduzione specialistica dei testi e in Filologie e letterature classiche e moderne. Nei giorni scorsi la consegna degli attestati di partecipazione

30 June 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 June 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie