Venerdì 10 giugno, nel Convento di San Giuseppe a Cagliari, si aprirà con i saluti del Rettore il convegno "Impatto della gravidanza sul sistema immunitario. Attualità e prospettive nell'ambito della sclerosi multipla", organizzato dal Dipartimento di Scienze mediche e sanità pubblica, con la collaborazione della Fondazione di Sardegna e il coordinamento scientifico di Lorena Lorefice e Eleonora Cocco
09 June 2022
Un particolare della locandina

"Impatto della gravidanza sul sistema immunitario. Attualità e prospettive nell'ambito della sclerosi multipla" è il tema del convegno organizzato dal Dipartimento di Scienze mediche e sanità pubblica

Cagliari, 21 aprile 2022 - Si svolgerà venerdì 10 giugno dalle 9, nel  Convento di San Giuseppe in via Paracelso a Cagliari, il convegno "Impatto della gravidanza sul sistema immunitario. Attualità e prospettive nell'ambito della sclerosi multipla", organizzato dal Dipartimento di Scienze mediche e sanità pubblica, con la collaborazione della Fondazione di Sardegna e il coordinamento scientifico di Lorena Lorefice e Eleonora Cocco (Centro Regionale Sclerosi Multipla, Università degli Studi di Cagliari, ASL Cagliari).

Dopo i saluti delle autorità, i lavori si apriranno con la prima sessione "Gravidanza e immunità" moderata da Alberto Cauli, Antonello Pani e Eleonora Coccollone, che vedrà gli interventi di Annamaria Fulghesu, Davide Firinu, Esther Proto e Matteo Piga. La seconda sessione, moderata da  Eleonora Cocco, Carla Tortorella e Maurizio Melis, è intitolata "Gravidanza e sclerosi multipla", avrà i contributi di Gerola Marfia, Giovanna Borriello, Emilio Portaccio, Giovanni Monni e Paola Cavalla.

L'iniziativa sarà riaperta al pomeriggio dalla lezione "Donna e sclerosi multipla: ieri, oggi e domani" di Maria Pia Amato, introdotta da Giuseppe Fenu. Spazio poi alle altre due sessioni: "Spazio ricerca, risultati del progetto Fondazione di Sardegna" moderata da Lorena Lorefice, Luigi Atzori e Stefano Angioni con gli interventi di Lorena Lorefice, Marzia Fronza, Federica Murgia, Paola Caria e Maurizio D'Alterio, e "Turnings points della donna con sclerosi multipla" con il coordinamento di Jessica Frau, Valeria Caredda e Maria Antonietta Barracciu e gli interventi di Aide Esu, Micaela Porta, Maria Laura Stromillo e Giulia Mallucci.

A conclusione dei lavori la tavola rotonda "Verso la medicina di genere: prospettive future" condotta da Luigi Lavorgna, preceduta dall'intervento di Doriana Landi, con la partecipazione di Maria Cristina Monti, Michela Ponzio, Annamaria Repice, Maria Pina Barca, Giovanna Masala e Giovanni Maricosu.

Per poter partecipare all'evento occorre registrarsi nel sito dedicato.

Lorena Lorefice, Centro Regionale Sclerosi Multipla, Università degli Studi di Cagliari, ASL Cagliari
Lorena Lorefice, Centro Regionale Sclerosi Multipla, Università degli Studi di Cagliari, ASL Cagliari

L’obiettivo dell'iniziativa è quello di sviluppare una visione congiunta che permetta di offrire una risposta multidisciplinare alle varie tematiche riproduttive con particolare focus alla gestione della sclerosi multipla.

Nella sclerosi multipla, così come nelle altre malattie di natura immunomediata, la gestione della fertilità, della gravidanza e delle altre fasi biologiche riproduttive risulta di centrale importanza, soprattutto in considerazione della prevalenza di tali malattie nel genere femminile. La moderna visione della medicina di genere, centrata “sulla persona” e quindi “sulla donna” che affronta un percorso di malattia cronica così come un percorso di vita, richiede un’attenta gestione multidisciplinare che coinvolga molteplici figure professionali quali il medico internista, il neurologo e il ginecologo.

Sempre più evidenze documentano gli effetti della gravidanza e del periodo post partum sul decorso delle malattie immunomediate, in particolare sulla sclerosi multipla. Allo stesso tempo, la presenza della malattia potrebbe condizionare la scelta di ricercare una gravidanza, perragioni di timing e di esposizione ai farmaci, aggiungendo complessità alla sua gestione.

L’obiettivo dell'iniziativa è quello di sviluppare una visione congiunta che permetta di offrire una risposta multidisciplinare alle varie tematiche riproduttive con particolare focus alla gestione della sclerosi multipla.

Eleonora Cocco, docente di Neurologia, Università degli Studi di Cagliari, Centro Regionale Sclerosi Multipla, ASL Cagliari
Eleonora Cocco, docente di Neurologia, Università degli Studi di Cagliari, Centro Regionale Sclerosi Multipla, ASL Cagliari

Attachments

Links

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie