I ricercatori dell’ateneo con Sardegna ricerche e Green land del gruppo Sgaravatti al lavoro con tecnologie e modalità ecosostenibili per il disinquinamento. Lo stato dell’arte durante i lavori tenutosi in aula magna di Medicina in Cittadella a Monserrato. “Un percorso scientifico e applicativo di pregio” ha detto il prorettore Fabrizio Pilo. L’approfondimento oggi in prima serata su Panorama Sardo sull’emittente tv Telesardegna
06 March 2022
Monserrato. La presentazione di Bicap nell'aula magna di Medicina

Scienza e ricerca avanzata al servizio dell'ambiente e del territorio

Mario Frongia

Il progetto “Bicap, Biorisanamento da idrocarburi con ammendanti naturali e piante vascolari”, curato dal dipartimento di Scienze biomediche, è nato nel 2019. Oltre agli esperti dell’Università di Cagliari - coordinati da Roberto Crnjar, con Elena Tamburini (Biotecnologie microbiche), Enrico Sanjust (Biochimica) e Gianluigi Bacchetta (Biologia vegetale) - sono coinvolti gli specialisti di Green Land (Sgaravatti group). L’iniziativa - cofinanziata da Sardegna ricerche - è in fase avanzata. Il bersaglio è lo sviluppo di una tecnologia ecosostenibile per il disinquinamento, finalizzata alla riqualificazione di aree degradate per effetto di contaminazione da idrocarburi. I lavori, con un’intervista al prorettore Innovazione e territorio, Fabrizio Pilo, sono al centro di un approfondimento di Panorama sardo, magazine curato da Valerio Vargiu che va in onda oggi alle 21 su Telesardegna, canale 13 del digitale terrestre.

 

 

Una splendida immagine di un'area incontaminata: la Giara di Gesturi (foto Giuliano-Saiu)
Una splendida immagine di un'area incontaminata: la Giara di Gesturi (foto Giuliano-Saiu)

Dai laboratori dell'ateneo alle best practices aziendali maturate in Sardegna

“Le comunità microbiche degradano gli idrocarburi presenti nei suoli, trasformando gli inquinanti in composti organici semplici oppure mineralizzandoli a composti inorganici. L’applicazione di masse bilanciate di sostanza organica può agire sui parametri fisico-chimici del substrato migliorando la funzione di nutrizione del terreno e la capacità di ospitare specie vegetali pioniere anche in aree degradate e inquinate, nell’ottica dell’attuazione di pratiche di fast landscaping dei siti inquinati” hanno spiegato gli esperti. “Bicap è un progetto altamente innovativo che coniuga le nostre specificità e un’azienda leader del settore” ha commentato il professor Pilo, prorettore Innovazione e territorio.

 

Monserrato. Fabrizio Pilo intervistato da Valerio Vargiu
Monserrato. Fabrizio Pilo intervistato da Valerio Vargiu

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

08 August 2022

Comunicazione, stasera in tv i cinque corsi di laurea presentati al Poetto

In onda stasera l’approfondimento sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare. "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. Alle 21 su "Panorama sardo - speciale estate"

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie