ALGHE E ALIMENTAZIONE. Il Dipartimento di Scienze della vita e dell’ambiente (Disva) in prima fila nel network internazionale costituito ufficialmente nell’ottobre 2021, che unisce ricercatori e imprese del settore blue-biotech per la valorizzazione e l’utilizzo delle macroalghe, in particolare dell’Ulva, un’alga marina popolarmente conosciuta come ‘’lattuga di mare’’. Fra le aziende coinvolte nelle attività anche la sarda Livegreen, specializzata nella produzione di Spirulina
03 March 2022
Innovativo network di ricerca internazionale sul tema 'Ulva: tomorrow’s “wheat of the sea”, a model for an innovative mariculture' (Ulva: "il grano del mare" del futuro, modello per una maricoltura innovativa). A destra nell'immagine il professor Addis

La “Lattuga di mare” è un'alga verde, della specie Ulva, diffusa in tutti i continenti

Sulla base di precedenti progetti europei e paneuropei sull’utilizzo delle alghe marine, il progetto SeaWheat ha identificato questa alga verde come il miglior candidato e organismo modello per la produzione di nuove biomasse. Le numerose specie del genere Ulva sono ampiamente studiate per il loro valore alimentare e nella mangimistica, nonché per l’interessante composizione biochimica (proteine, lipidi, pigmenti e antiossidanti) e le proprietà medicinali. La produzione di Ulva è già una realtà e può essere condotta in impianti di maricoltura e in strutture a terra.

Team di scienziati e imprese per lo studio e l’utilizzo di biomasse vegetali marine

IL PROGRAMMA COST, European Cooperation in Science and Technology, è un programma intergovernativo finanziato dall’Unione Europea nell’ambito di Horizon 2020 e Horizon Europe, che promuove la creazione di reti di ricerca interdisciplinari che uniscono il mondo accademico, sviluppatori e imprese su tematiche innovative di interesse internazionale. Le azioni COST si sviluppano in ambito pan-europeo inclusivo, creando opportunità di networking su un’ampia area geografica puntando alla crescita di giovani ricercatori dando loro opportunità e nuovi spunti per le loro carriere.

1971-2021 SCIENZA SENZA CONFINI
Il programma EU COST che finanzia il network SEAWHEAT ha compiuto i 50 anni, con il motto di celebrazione: 50 years of science without borders!

Le sei aree tematiche del network SeaWheat
Le sei aree tematiche del network SeaWheat

La “Lattuga di mare” è un'alga verde assai comune in tutto il Mediterraneo

IL NETWORK SEAWHEAT, raggruppa 28 Paesi, un team di oltre 133 partecipanti, e 16 imprese, per lo studio e valorizzazione della lattuga di mare nell’alimentazione umana, nel settore mangimistico e come fonte di microelementi ad elevato valore nutraceutico. Fra le aziende del network, anche Livegreen, azienda sarda specializzata nella produzione di Spirulina. SeaWheat punta molto alla formazione dei giovani e agli scambi tra accademia e impresa. Nel piano sono previsti numerosi corsi di formazione per giovani ricercatori, con attività in hosting facilities e diverse training schools.
 

Il sito web del network è visitabile all’indirizzo https://seawheat.ussl.info.

NOMINA MINISTERIALE. Piero Addis, docente di Ecologia del Dipartimento di Scienze della Vita e dell'Ambiente (DiSVA), fa parte del Management Committee del progetto come delegato italiano nominato dal National Contact Point COST del Ministero per l’Università e la Ricerca. La COST Action “SeaWheat” è coordinata dall’Università di Haifa (Israele) e durerà quattro anni.

Il professor Addis a Buongiorno Regione, sui RaiTre (archivio Unica.it)
Il professor Addis a Buongiorno Regione, sui RaiTre (archivio Unica.it)

LE FINALITÀ DI SEAWHEAT soddisfano le priorità per le “Sfide della società” nell’ambito della strategia Europea Horizon 2020 per la sicurezza alimentare. La sua attuazione contribuirà inoltre al raggiungimento dell’obiettivo 14 dello Sviluppo Sostenibile (UNSDG) per la conservazione e lo sfruttamento sostenibile delle risorse naturali.

Ulva, la "lattuga di mare", consigliata dagli esperti, sostenibile, sicura e appetitosa
Ulva, la "lattuga di mare", consigliata dagli esperti, sostenibile, sicura e appetitosa

Informazioni e contatti

LINK ai social media del progetto SeaWheat:


INFO
Professor Pierantonio Addis
www.unica.it/unica/page/it/pierantonio_addis
Università di Cagliari - Dipartimento di Scienze della Vita e dell'Ambiente
Via Fiorelli 1 - 09126 Cagliari, Italy
Tel: +39 070 675 8082 - Fax: +39 070 675 8022
Email: addisp@unica.it

 

Ivo Cabiddu
 

Passi avanti per un'economia verde, con sviluppo innovativo di industrie blue-biotech di algacoltura, con produzione e utilizzo di massa dell'Ulva, facilitando l’introduzione di questo alimento nella cultura europea
Passi avanti per un'economia verde, con sviluppo innovativo di industrie blue-biotech di algacoltura, con produzione e utilizzo di massa dell'Ulva, facilitando l’introduzione di questo alimento nella cultura europea

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie