Il Dipartimento di Fisica dell'Università di Cagliari collabora con l’Istituto nazionale di fisica nucleare per l’iniziativa che coinvolge 60 diversi nazioni, oltre 200 tra i più prestigiosi enti di ricerca e università del mondo e più di 13mila studenti
22 February 2022
Il dipartimento di Fisica dell'ateneo di Cagliari ha sede nella Cittadella universitaria di Monserrato

Sono circa 80 le studentesse e gli studenti delle scuole superiori sarde che il 24 e 25 febbraio e il 31 marzo potranno conoscere e fare un’esperienza diretta sul funzionamento delle ricerche del Cern

EDIZIONE #18
Quest'anno, a causa della pandemia di Covid-19, le Masterclass si svolgeranno online, ma il programma prevede sempre lezioni e seminari sugli argomenti fondamentali della fisica delle alte energie, seguite da esercitazioni al computer su uno degli esperimenti dell’acceleratore di particelle Lhc.

L’iniziativa internazionale Masterclass è coordinata in Italia dall’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) e realizzata, per la Sardegna, in collaborazione con l’Università di Cagliari

RAGAZZI/E DI 60 NAZIONI
Contemporaneamente ai loro coetanei in altri Paesi del mondo, ragazze e ragazzi saranno accompagnati in un viaggio alla scoperta delle proprietà delle particelle, esplorando i segreti del Large Hadron Collider (Lhc) del Conseil européen pour la recherche nucléaire (Cern) di Ginevra, l'acceleratore di particelle di 27 km - a 100 metri di profondità sottoterra - dove le particelle si scontrano quasi alla velocità della luce e nel luglio 2012 è stato scoperto l’ormai celebre bosone di Higgs.

In particolare, le ragazze e i ragazzi della Sardegna analizzeranno i dati provenienti dagli esperimenti LHCb il 24 e 25 febbraio e ALICE il 31 marzo
In particolare, le ragazze e i ragazzi della Sardegna analizzeranno i dati provenienti dagli esperimenti LHCb il 24 e 25 febbraio e ALICE il 31 marzo

Alla fine di ogni giornata, come in una vera collaborazione di ricerca internazionale, ci sarà un collegamento in videoconferenza tra i giovani partecipanti di tutto il mondo per discutere insieme i risultati emersi dalle esercitazioni

PROMOZIONE SCIENTIFICA
Questa diciottesima edizione - che fa parte delle Masterclass internazionali organizzate dall’International Particle Physics Outreach Group (Ippog) e, in Italia, dall'Infn - si svolge contemporaneamente in 60 diversi paesi, coinvolgendo oltre 200 tra i più prestigiosi enti di ricerca e università del mondo e più di 13mila studenti delle scuole secondarie di II grado.

Per l’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) quest'anno sono presenti le sezioni di Bari, Bologna, Cagliari, Cosenza, Ferrara, Firenze, Genova, Lecce, Milano Bicocca, Milano, Napoli, Padova, Parma, Pavia, Perugia, Pisa, Roma Sapienza, Roma Tor Vergata, Roma Tre, Salerno, Torino, Trieste, Trento e Udine, con i Laboratori Nazionali di Frascati (Lnf).

Informazioni locali e generali

CONTATTI
Professor Biagio Saitta: cell. 335 5397616; Alessandro Cardini, cell. 328 7017670; Francesca Dordei (francesca.dordei@ca.infn.it): mob. 349 406366; Corrado Cicalò (corrado.cicalo@ca.infn.it): mob. 335 6785626, Ester Casula (ester.casula@ca.infn.it): ph.: 3701247842.
 
Ufficio comunicazione Infn, Cecilia Collà Ruvolo (cecilia.collaruvolo@lnf.infn.it): 346 3338917.

Durante le Masterclass gli studenti e le studentesse potranno contare sulla guida di docenti, ricercatori e ricercatrici dell'Università di Cagliari e della sezione locale dell'Istituto nazionale di fisica nucleare
Durante le Masterclass gli studenti e le studentesse potranno contare sulla guida di docenti, ricercatori e ricercatrici dell'Università di Cagliari e della sezione locale dell'Istituto nazionale di fisica nucleare

Links

Last news

30 September 2022

Sharper 2022, la ricerca tra futuro del cibo e del clima, lauree in carcere, bullismo, fakenews, crisi idrica, farmaci anti cancro, scarti e materiali innovativi

Oggi l’Orto botanico ospita la Notte delle ricercatrici e dei ricercatori. Stili di vita, robotica, astronomia, fascino della fisica e della matematica. Oltre cinquanta tra eventi, talk, esperimenti divulgativi e giochi per i bimbi curati da specialisti e partner dell’ateneo. Prevista anche una caccia al tesoro scientifica. Ieri a Massama il rettore Francesco Mola ha presenziato alla discussione della tesi in Scienze economiche di un detenuto

29 September 2022

«Un fiore all’occhiello dell’Ateneo»

Le parole di Fabrizio Pilo, prorettore all’innovazione e ai rapporti con il territorio, all’avvio delle celebrazioni per i 25 anni della Banca del Germoplasma della Sardegna: una realtà di altissimo livello scientifico, custodita nell’Orto Botanico di UniCa, al centro di una fitta rete di collaborazioni internazionali: quasi 7 milioni e 400mila euro di finanziamenti per 65 progetti realizzati con partner di 26 Paesi, 293 articoli scientifici, di cui 258 su importanti riviste internazionali, firmati da oltre 230 autori diversi, 19 volumi pubblicati

28 September 2022

Biodiversità a rischio, un workshop all’Orto Botanico di UniCa

Al via gli incontri di SEEDFORCE, un progetto LIFE guidato dal Museo delle Scienze di Trento che coinvolge 15 partner italiani e stranieri con lo scopo di salvaguardare 29 specie autoctone dall’estinzione. Coinvolti i ricercatori dell’Università di Cagliari

28 September 2022

Tessuto Digitale Metropolitano: nuove soluzioni per una città più “intelligente”

Presentati alla Manifattura Tabacchi i risultati delle attività di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico portate avanti in 5 anni a partire dal 2017 dall’Università di Cagliari e dal CRS4 nell’ambito del progetto TDM finanziato da Sardegna Ricerche. L’intervento del prorettore alla ricerca Luciano Colombo: "Un'iniziativa che rafforza la collaborazione con gli enti presenti sul territorio su temi di grande impatto e attualità"

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie