Dal 4 al 6 novembre Oristano ha ospitato ConnEtica, ‘’Festival delle interazioni tra digitale ed etica’’ a cui sono intervenuti diversi studiosi e docenti del nostro ateneo, tra cui Ivan Blecic, Antonello Cabras, Ester Cois, Caterina Giannattasi Vittorio Pelligra e Stefano Usai. Sulla manifestazione pubblichiamo ora il contributo a cura della professoressa Ester Cois, sociologa del Dipartimento di Scienze sociali ed economiche, Delegata del Rettore per l'uguaglianza di genere e tra i componenti del comitato scientifico del festival insieme a Ivan Blecic e Stefano Usai
08 November 2021
Incontri e dialoghi sul digitale e sulla necessità di un’etica ritrovata, tra punti di connessione e interazione, trasformazione dei luoghi, nodi di evoluzione e cambiamenti futuri

Il commento della Delegata del Rettore per l'uguaglianza di genere

Uno degli interventi della professoressa Cois al festival ConnEtica, svolto in presenza e in streaming
Uno degli interventi della professoressa Cois al festival ConnEtica, svolto in presenza e in streaming

Dal 4 al 6 Novembre si è tenuta a Oristano la prima edizione di ConnEtica, il Festival delle Interazioni tra Digitale ed Etica, uno dei primi eventi culturali isolani che, nella coda lunga del difficile iato pandemico, ha riportato la dimensione dell’aggregazione territoriale ai suoi valori positivi di reciproca contaminazione tra comunità locali e istituzioni scientifiche, sincronizzando il doppio canale della compresenza in loco e in live streaming tra il pubblico e l’ampio parterre dei relatori e delle relatrici.

L’evento è stato sostenuto da Comune di Oristano, Fondazione Oristano, Fondazione di Sardegna, Consorzio Uno, Università a Oristano, Istituto De Castro, Bancaetica-Sardegna del Sud, Fondazione Finanzaetica, Prysm Lab e UnipolSai
L’evento è stato sostenuto da Comune di Oristano, Fondazione Oristano, Fondazione di Sardegna, Consorzio Uno, Università a Oristano, Istituto De Castro, Bancaetica-Sardegna del Sud, Fondazione Finanzaetica, Prysm Lab e UnipolSai

L’obiettivo di “connessione” perseguito dall’iniziativa e dichiarato sin dal titolo scelto dall’Associazione Oristano e Oltre, che ne è stata promotrice, si è espresso sotto almeno tre versanti.

L'originale grafica di ConnEtica. La prima edizione ha dimostrato una forte vocazione connettiva che si propone di raggiungere un pubblico sempre più ampio ed eterogeneo negli anni a venire
L'originale grafica di ConnEtica. La prima edizione ha dimostrato una forte vocazione connettiva che si propone di raggiungere un pubblico sempre più ampio ed eterogeneo negli anni a venire

Anzitutto nei contenuti: tre giorni intensi di attività laboratoriali e dibattiti focalizzati sulle opportunità, ma anche sugli interrogativi etici, generati dalla dialettica tra gli strumenti sempre più raffinati offerti dalla tecnologia digitale e le pratiche organizzative poste a fondamento del tessuto sociale contemporaneo negli ambiti della comunicazione, della scuola, del mercato del lavoro e della progettazione urbana. Dagli inediti vademecum per interagire attraverso identità digitali amplificate nell’Infosfera e proteggersi dalle sue insidie, alla moltiplicazione delle possibilità creative alla portata di tutti nella definizione di mondi virtuali di tipo ludico e formativo, fino al ruolo delle istituzioni pubbliche nel governare città potenzialmente più eque, accessibili e vivibili grazie agli strumenti della partecipazione tecnologica.

Un altro momento degli incontri a Oristano, negli spazi dell'Hospitalis Sancti Antoni. Le foto in questa pagina sono di Gloria Musa
Un altro momento degli incontri a Oristano, negli spazi dell'Hospitalis Sancti Antoni. Le foto in questa pagina sono di Gloria Musa

Il Festival ConnEtica si è dimostrato, inoltre, un fruttuoso terreno di collaborazione tra i mondi della ricerca accademica, dell’istruzione scolastica superiore, del giornalismo divulgativo sia sui media social che tradizionali e delle istanze promananti da un territorio, come quello dell’oristanese, particolarmente interessato a ridiscutere le obsolete dicotomie tra centro e periferie anche grazie alle possibilità offerte dalle connessioni digitali.

Da sinistra: Ivan Blecic (Dicaar), Massimiliano Sanna (vicesindaco e assessore alla cultura di Oristano), Giampiero Vargiu (presidente associazione Oristano e Oltre), Ester Cois (SPOL-Unica)
Da sinistra: Ivan Blecic (Dicaar), Massimiliano Sanna (vicesindaco e assessore alla cultura di Oristano), Giampiero Vargiu (presidente associazione Oristano e Oltre), Ester Cois (SPOL-Unica)

In particolare, il coinvolgimento dell’Università di Cagliari, tanto in fase di coordinamento scientifico – grazie al ruolo assegnato nelle tre giornate ai docenti Ivan Blecic (Dipartimento di Ingegneria civile, Ambientale e Architettura), Stefano Usai (Dipartimento di Scienze economiche e aziendali) ed Ester Cois (Dipartimento di Scienze politiche e sociali) – quanto in sede di dibattito, attraverso la presenza di numerosi ricercatori e ricercatrici dell’Ateneo al tavolo dei relatori, ha costituito un’espressione preziosa di quella “terza missione” di collaborazione fattiva con l’interezza del territorio isolano alla quale il Rettore Francesco Mola ha richiamato con forza, durante il discorso di Inaugurazione dell’Anno Accademico in corso.

Da sinistra: Ivan Blecic, Massimiliano Sanna (vicesindaco di Oristano), Giampiero Vargiu (presidente Oristano e Oltre), Francesca Caddeo (direttrice artistica), Riccardo Scintu (vicepresidente), Ester Cois
Da sinistra: Ivan Blecic, Massimiliano Sanna (vicesindaco di Oristano), Giampiero Vargiu (presidente Oristano e Oltre), Francesca Caddeo (direttrice artistica), Riccardo Scintu (vicepresidente), Ester Cois

Infine, il Festival non ha esaurito la sua attività lungo le giornate dei lavori, ma ha garantito la possibilità di continuare a fruire degli stimoli proposti in corso d’opera attraverso la pubblicazione di tutti i materiali presentati, compresi i video degli interventi, disponibili al link www.connetica.org. Una vocazione connettiva che si propone di raggiungere un pubblico sempre più ampio ed eterogeneo e di rinnovarsi con la stessa vitalità negli anni a venire.

 


 

www.connetica.org
www.connetica.org

IC

Links

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie