La disciplina si basa sul riconoscimento facciale e delle impronte digitali. Il team del Pra Lab guidato da Gian Luca Marcialis ha realizzato il progetto Biometric right data treatment. La piattaforma Brdt, utile nell’industria ma anche nella sanità, è stata presentata con successo alla fiera Maker Faire 2021 tenutasi a Roma
08 October 2021
Roma. Da sinistra, Michele Bianco (managing director Interferentia), Gian Luca Marcialis, Andrea Panzino, Giulia Orrù e Marco Micheletto

Ricerca, trasferimento tecnologico e commerciabilizzazione dei progetti

Mario Frongia

La fiera internazionale “Maker Faire Rome 2021 - The European Edition” ha ospitato, fra gli altri, il progetto “Biometric Right Data Treatment” (Brdt), un progetto di trasferimento tecnologico dove la ricerca di frontiera sviluppata dal Pra Lab (http://pralab.diee.unica.it) dell’Università di Cagliari è stata portata a livello di prototipo per diventare futuro prodotto commercializzabile grazie alla collaborazione con aziende specializzate del settore. Il progetto Brdt vede infatti l’attività congiunta della Divisione biometria del Pra Lab (dipartimento Ingegneria elettrica ed elettronica) con l’azienda Interferentia. La piattaforma Brdt implementa una “smart community”, una sorta di “social network” molto particolare, destinato ad aziende o professionisti singoli, nel quale è possibile la condivisione e lo scambio di documenti riservati mediante riconoscimento biometrico, ovvero del volto o dell’impronta digitale. "Ogni membro della “community” è in grado non solo di comunicare e certificare la propria identità con il proprio smartphone o tablet (Android/Ios), ma può anche criptare il documento condiviso in modo che soltanto il destinatario possa accedervi tramite la propria biometria. Questo - dice Gian Luca Marcialis, Associato di Sistemi di elaborazione delle informazioni e coodinatore dell'Unità biometria - consente uno scambio “sicuro” di documenti condivisibili solo fra mittente e destinatari indicati, accessibili esclusivamente dopo certificazione dell’identità mediante volto o impronta".

Roma. Un'immagine della fiera e dello stand del gruppo di ricercatori cagliaritani
Roma. Un'immagine della fiera e dello stand del gruppo di ricercatori cagliaritani

Industria, sanità e assistenza: applicazioni e sviluppi della piattaforma

"Essendo stata sviluppata del rispetto del Gdpr europeo, le possibili applicazioni della piattaforma esulano dal solo contesto industriale: si pensi per esempio all’utilizzo del sistema per lo scambio di referti tra medici, oppure tra medici e pazienti, cosa realizzabile in sicurezza ed in tempo “reale” tramite Brdt; nel caso di minori, non sarebbe un problema per entrambi i genitori, essere tenuti informati, anche a distanza l’uno dall’altro, con la certificazione della propria identità direttamente dal proprio smartphone. La piattaforma - spiega il professor Marcialis - è stata concepita per poter essere facilmente portata su una molteplicità di dispositivi, in quanto il software di riconoscimento biometrico è stato interamente sviluppato dallo staff dell’Unità Biometria.

Gian Luca Marcialis
Gian Luca Marcialis

Pra Lab del Diee, squadra e mentalità vincente

I componenti della Divisione che hanno partecipato al progetto sono Giulia Orrù, ricercatore a tempo determinato, Marco Micheletto, dottorando, e Andrea Panzino, borsista di ricerca e attualmente studente del corso di laurea magistrale in Computer engineering, cybersecurity and artificial Intelligence. Il sistema di riconoscimento sarà anche equipaggiato da meccanismi di “aggiornamento automatico” della biometria e di protezione dai tentativi di falsificazione biometrica, in modo che nessuno possa accedere alla “community” in modo fraudolento, per esempio tramite furto dell’identità.

https://makerfairerome.eu/it/espositori/?edition=2021&exhibit=200667

 

Roma. Alcuni dei lavori del team guidato da Gian Luca Marcialis
Roma. Alcuni dei lavori del team guidato da Gian Luca Marcialis

Last news

26 November 2021

Concerto di beneficenza ''Ti regalo una nota''

Domenica 28 novembre è in programma nell’Aula magna del rettorato "Artisti del Teatro lirico per i bambini del Libano". Stefania Bandino (flauto), Lisa De Renzio (flauto) e Gianluca Pischedda (violoncello) eseguiranno musiche di Vivaldi, Hoffmeister e Haydn. L’iniziativa è organizzata in aiuto al popolo libanese ed è abbinata anche ad una raccolta di farmaci che saranno inviati con un volo speciale operato dal Governo Italiano. Informazioni tramite whatsapp, al numero 347.3416852

26 November 2021

‘’Funtaneris’’ vince il Fiorenzo Serra Film Festival

L’edizione 2021 premia su tutte l’opera firmata dal regista Massimo Gasole e nata da una ricerca del professor Marco Cadinu, docente dell’Università di Cagliari che conduce gli studi sull’architettura e l’arte di antichi acquedotti, lavatoi, abbeveratoi e fontane di importanza storica della Sardegna. Grazie alla mappatura di circa 500 monumenti, censiti finora in oltre 160 comuni dell'Isola nell’arco di vari anni, il film-documentario si rivela un formidabile strumento di divulgazione promosso dall’Ateneo, utile alla conoscenza e alla valorizzazione di un ingente patrimonio culturale che merita di essere maggiormente apprezzato e tutelato

26 November 2021

Cultura, formazione, supporto e inclusione per dire basta alla violenza sulle donne

Amministratori pubblici, docenti, magistrati, legali, giornalisti e associazioni di categoria assieme in un confronto utile ad innescare pratiche concrete e virtuose su un fenomeno dai numeri agghiaccianti: 109 “muliericidi” solo nel corso di quest’anno. In aula consiglio a Sestu le riflessioni di Maria Paola Secci, Ilaria Annis, Paolo De Angelis, Cristina Ornano, Elisabetta Gola, Antioco Floris, Susi Ronchi, Daniela Pinna e Valeria Aresti

25 November 2021

Una pennellata di cultura e conoscenza

Un’iniziativa fortemente simbolica realizzata nel piazzale del Campus di via Marengo ha avviato il programma stilato da UniCa per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, successivamente il Laboratorio "Parità di Genere" ha approfondito il tema con la Delegata del Rettore Ester Cois. Le attività previste proseguono secondo il fitto calendario già pubblicato

Questionnaire and social

Share on: