Giovedì 24 giugno alle 15, alla vigilia della Giornata internazionale a sostegno delle vittime della tortura, si aprirà il forum organizzato dai Bielorussi dell'Estero e dalle ambasciate popolari della Bielorussia, con il sostegno della Direzione popolare anticrisi. L'iniziativa è segnalata da Gianmario Demuro, docente di Diritto costituzionale e delegato Scholars at Risk per il nostro Ateneo
24 June 2021
La locandina dell'evento

Alla vigilia della Giornata internazionale di sostegno alle vittime della tortura si terrà il Forum “Nuova Bielorussia contro la tortura”

Cagliari, 24 giugno 2021 - GIovedì 24 giugno alle 15, in diretta streaming, alla vigilia della Giornata internazionale a sostegno delle vittime della tortura, i Bielorussi all'Estero e le ambasciate popolari della Bielorussia, con il sostegno della Direzione popolare anticrisi, lanciano il Forum “Nuova Bielorussia contro la tortura”. Al forum parteciperanno attivisti bielorussi e internazionali per i diritti umani, rappresentanti delle forze democratiche, politici e rappresentanti di organizzazioni internazionali.

Il forum darà voce alle vittime sopravvissute al sistema di tortura e trattamento disumano creato dal regime di Lukashenko. I difensori dei diritti umani bielorussi e internazionali illustreranno il loro lavoro circa la registrazione e la documentazione della tortura sistemica del regime bielorusso, come aiutano le vittime di tortura e quale pressione devono superare per adempiere alla loro missione.

I dipendenti delle forze dell'ordine nelle democrazie occidentali sviluppate e i funzionari internazionali parleranno del sistema internazionale di ricerca e persecuzione delle persone che hanno commesso crimini contro l'umanità e dell'inevitabilità della loro punizione.

I lavori del forum si concluderanno con l'adozione di un documento aperto, alla cui firma saranno invitati tutti coloro che non sono indifferenti alla sorte delle persone che hanno subito torture e trattamenti disumani del regime dittatoriale bielorusso e a coloro che sono pronti a partecipare al programma di ricerca e consegna alla giustizia di tutti i responsabili di crimini contro l'umanità in Bielorussia.

L'iniziativa è segnalata da Gianmario Demuro, docente di Diritto costituzionale e delegato Scholars at Risk per il nostro Ateneo.

Links

Last news

27 November 2021

Orto Botanico e Musei cittadini, verso il biglietto unico

Definito nei giorni scorsi un accordo che fa muovere i primi passi all'intesa firmata qualche settimana fa tra il Rettore Francesco Mola e il Sindaco Paolo Truzzu: Comune e Università favoriscono le visite ai beni culturali introducendo una speciale scontistica a favore di chi visita prima il polmone verde dell'Ateneo e poi i siti di proprietà del Comune, e viceversa. Cresce la sinergia a favore della cultura e della ricerca scientifica: la soddisfazione del Rettore, del Sindaco e dell'Assessora alla Cultura

26 November 2021

Cultura, formazione, supporto e inclusione per dire basta alla violenza sulle donne

Amministratori pubblici, docenti, magistrati, legali, giornalisti e associazioni di categoria assieme in un confronto utile ad innescare pratiche concrete e virtuose su un fenomeno dai numeri agghiaccianti: 109 “muliericidi” solo nel corso di quest’anno. In aula consiglio a Sestu le riflessioni di Maria Paola Secci, Ilaria Annis, Paolo De Angelis, Cristina Ornano, Elisabetta Gola, Antioco Floris, Susi Ronchi, Daniela Pinna e Valeria Aresti

26 November 2021

Concerto di beneficenza ''Ti regalo una nota''

Domenica 28 novembre è in programma nell’Aula magna del rettorato "Artisti del Teatro lirico per i bambini del Libano". Stefania Bandino (flauto), Lisa De Renzio (flauto) e Gianluca Pischedda (violoncello) eseguiranno musiche di Vivaldi, Hoffmeister e Haydn. L’iniziativa è organizzata in aiuto al popolo libanese ed è abbinata anche ad una raccolta di farmaci che saranno inviati con un volo speciale operato dal Governo Italiano. Informazioni tramite whatsapp, al numero 347.3416852

26 November 2021

‘’Funtaneris’’ vince il Fiorenzo Serra Film Festival

L’edizione 2021 premia su tutte l’opera firmata dal regista Massimo Gasole e nata da una ricerca del professor Marco Cadinu, docente dell’Università di Cagliari che conduce gli studi sull’architettura e l’arte di antichi acquedotti, lavatoi, abbeveratoi e fontane di importanza storica della Sardegna. Grazie alla mappatura di circa 500 monumenti, censiti finora in oltre 160 comuni dell'Isola nell’arco di vari anni, il film-documentario si rivela un formidabile strumento di divulgazione promosso dall’Ateneo, utile alla conoscenza e alla valorizzazione di un ingente patrimonio culturale che merita di essere maggiormente apprezzato e tutelato

Questionnaire and social

Share on: