Lunga intervista con Sandro Demuro, docente di geomorfologia e conservazione dei litorali, al TGR RAI Sardegna sulla pianta superiore i cui cascami si depositano lungo le coste. “La sua stratificazione produce una serie di effetti positivi per i litorali. Occorre un cambio di mentalità, che ne sconsigli la rimozione, specie attraverso mezzi meccanici”. VIDEO
18 March 2021
Intervista con Sandro Demuro realizzata da Alice Monni sulla spiaggia del Poetto il 17 marzo 2021 all'interno di Buongiorno Regione Sardegna condotto in studio da Elisabetta Atzeni

Il docente di geomorfologia e conservazione dei litorali è stato intervistato da Alice Monni in collegamento con la spiaggia del Poetto durante “Buongiorno Regione” Sardegna

Sergio Nuvoli

Cagliari, 17 marzo 2021 – L’importanza della posidonia oceanica per la salute dei nostri mari e delle nostre coste è stata spiegata questa mattina da Sandro Demuro in diretta su RaiTre. Il docente di geomorfologia e conservazione dei litorali è stato intervistato da Alice Monni in collegamento con la spiaggia del Poetto durante “Buongiorno Regione” Sardegna, la striscia informatica quotidiana curata dai giornalisti della redazione giornalistica del Tg regionale della RAI.

Introdotto in studio da Elisabetta Atzeni, l’intervento del professore è servito per illustrare i benefici della permanenza sul litorale di quella che normalmente è considerata un’alga (mentre si tratta di una pianta superiore). “La stratificazione della posidonia oceanica riduce l’energia del mare – ha detto ad esempio Demuro durante la lunga conversazione con la giornalista – e produce di una serie di altri benefici a protezione dell’intero ecosistema. I dati scientifici in nostro possesso dimostrano che più la togliamo, più eliminiamo materiale fondamentale per la vita della nostra spiaggia”.

Un momento dell'intervista
Un momento dell'intervista
Il servizio di Alice Monni andato in onda il 17 marzo 2021 nell'edizione delle 14 del TGR RAI Sardegna

“Da sei anni teniamo sotto controllo l’evoluzione della linea di costa del Golfo degli Angeli – ha spiegato il professore – Sarebbe opportuna un’adeguata campagna di informazione che rovesci il modo di pensare alla posidonia"

Con il MEDCOASTLAB l’Università di Cagliari sorveglia le modifiche della linea di costa e la salute del Golfo degli Angeli. “Da sei anni teniamo sotto controllo l’evoluzione – ha spiegato il professore – Sarebbe opportuna un’adeguata campagna di informazione che rovesci il modo di pensare alla posidonia. Rovesciamo l’idea e sconsigliamo la sua rimozione, soprattutto attraverso l’utilizzo di mezzi meccanici che rovinano la spiaggia”.

Nelle edizioni del TG odierne, andrà in onda un’intervista che riassume i concetti espressi.

MEDCOASTLAB, il taglio del nastro (luglio 2019): Rosa Cidu, Francesco Mola, Sandro Demuro
MEDCOASTLAB, il taglio del nastro (luglio 2019): Rosa Cidu, Francesco Mola, Sandro Demuro

Links

Last news

18 June 2021

Samsung Innovation Campus - Smart Things Edition. Le candidature entro il 30 giugno.

L’università di Cagliari con il colosso coreano Samsung per formare le professionalità del futuro in ambiti quali intelligenza artificiale, Internet delle cose e sicurezza informatica. Da settembre il corso multidisciplinare per preparare esperti di trasformazione digitale e problem-solvers rivolto a studenti dei corsi dei dipartimenti di Matematica e Informatica e di Ingegneria elettrica ed elettronica. PREMI DA 1500 EURO PER I MIGLIORI STUDENTI.

18 June 2021

Economia, colpiti durante una piccola ripresa

Presentato il 28mo rapporto CRENoS sull’economia della Sardegna: “L'Isola è stata colpita dal covid durante una piccola ripresa - hanno spiegato i ricercatori - in particolare nel settore turistico. Sul mercato del lavoro sono le donne con basso titolo di studio le più colpite dalla crisi". Per la ripresa occorre puntare sulla capacità di formare e soprattutto attrarre capitale umano, con elevate abilità nelle tecnologie digitali, nella valutazione di investimenti e nella redazione e gestione di progetti; sulla capacità di diffondere e promuovere l’adozione di tecnologie a risparmio di risorse, tra cui quelle energetiche; sulla piena consapevolezza del valore dell’ambiente. Il Rettore dell'Università di Cagliari Francesco Mola: "CRENoS esempio virtuoso di collaborazione tra atenei. Per la ripresa ognuno deve fare la sua parte, pensando anche agli altri". RESOCONTO con le IMMAGINI e il VIDEO dell'incontro. RASSEGNA STAMPA con i servizi di tutti i TG sardi

17 June 2021

L’ Università di Cagliari ospita online Medcom 2020+1

Linguaggi, inclusione, media e parità di genere. La sesta conferenza mondiale sui media e la comunicazione, curata con l’Aou di Cagliari e l’Università di Tor Vergata, si apre giovedì. All’evento multidisciplinare, fruibile su https://mediaconference.co/, vengono presentati dieci lavori di studiosi dell’ateneo. Il rettore Francesco Mola, i presidenti di Corecom, Ordine dei giornalisti e Assostampa, Susi Ronchi, Francesco Birocchi e Celestino Tabasso, prendono parte ai saluti inaugurali

Questionnaire and social

Share on: