Lo staff guidato da Maria Chiara Di Guardo su tempi e dinamiche di realizzazione di un innovativo ventilatore polmonare, sulla rivista R&D management. Il team del dipartimento di Scienze aziendali fa parte di un gruppo di 250 ricercatori coordinato dal fisico a Princeton, Cristiano Galbiati e con il Nobel Arthur McDonald
20 February 2021
Management e nultidisciplinarietà. Ma anche visione e capacità di attrarre idee, risorse e il plauso della comunità scientifica

Dinamiche, metodi e casi di scuola: come reagire con efficacia in emergenza

Mario Frongia

Velocità e condivisione della conoscenza per affrontare le nuove sfide: sono queste le frequenze indispensabili in periodo di pandemia e lockdown a seguire. Lo conferma il recente lavoro firmato da Maria Chiara Di Guardo (prorettore Innovazione e ordinario di Organizzazione aziendale all’Università di Cagliari). La professoressa ha guidato lo studio con i ricercatori, in forza al dipartimento di Scienze economiche aziendali, Michela Loi, Manuel Castriotta ed Elona Marku. Il team ha illustrato come gli scienziati impegnati su scala planetaria nella realizzazione di un innovativo ventilatore polmonare (Mvm), abbiano risposto tempestivamente alla minaccia della pandemia non solo con l’impegno e la volontà, ma soprattutto attraverso il ruolo dell’università intesa come piattaforma di conoscenze multidisciplinari e attore fondamentale di un tessuto territoriale più ampio.

 

Lo staff di ricerca guidato dalla professoressa Di Guardo. Da sinistra in senso orario, Elona Marku, Michela Loi e Manuel Castriotta
Lo staff di ricerca guidato dalla professoressa Di Guardo. Da sinistra in senso orario, Elona Marku, Michela Loi e Manuel Castriotta

Pubblica amministrazione: tempi, abitudini e burocrazia da abbattere

La ricerca maturata negli studi della facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche, è stata pubblicata su R&D Management, rivista internazionale di riferimento per l'innovation e technology management. “Le Università? Emerge un alto grado di rigidità organizzativa dovuta all’elevata formalizzazione delle procedure. La pubblica amministrazione, da sempre bloccata tra burocrazia elefantiaca e mancanza di capacità di programmazione e implementazione, i questo periodo ha mostrato - dice Maria Chiara Di Guardo - la sua faccia peggiore. Lockdown e pandemia ci hanno indotto ad attivare nuove modalità di problem solving. Gli atenei sono stati costretti ad adattarsi rapidamente alle nuove regole imposte dal Covid-19 e ad attivarsi di fronte a questa importante sfida, mettendo a sistema il proprio patrimonio di conoscenza e riuscendo a prendere decisioni in breve tempo”. Ovvero, risposte rapide, precise, efficaci.  Lo studio su Mvm, unico nel suo genere, deve il suo successo alla straordinaria capacità di adottare simultaneamente le pratiche di open innovation e di lean startup, consentendo di ridurre drasticamente i tempi e i costi di realizzazione di un prodotto e di arrivare al consumatore con un prodotto su misura, in grado di soddisfare le sue necessità.

Maria Chiara Di Guardo, prorettore Innovazione e territorio dell'ateneo di Cagliari
Maria Chiara Di Guardo, prorettore Innovazione e territorio dell'ateneo di Cagliari

Assistenza medica urgente: sei settimane per creare un ventilatore innovativo

In risposta alla sfida pandemica - capace di mettere in crisi il comparto sanitario nazionale - gli studiosi impegnati sull’Mvm hanno realizzato in sole sei settimane un ventilatore polmonare progettato per una produzione su larga scala. Lo strumento ha ottenuto l’autorizzazione dalle autorità statunitensi e canadesi. In Italia l’iter validatorio è in fase di conclusione. Lo studio - con i ricercatori dell’Università di Cagliari in prima fila - dimostra come una filosofia lean in questo contesto consente di aumentare l’agilità e l’efficacia nel rispondere ai cambiamenti dell’ambiente esterno. “Per fare ciò - rilancia la professoressa Di Guardo - occorre partire dagli individui all’interno dell’organizzazione, formarli adeguatamente all’utilizzo degli strumenti di open innovation e lean, snellire le procedure burocratiche. Ma non solo. Lo studio evidenzia anche un altro aspetto decisivo: la bontà delle relazioni tra Università e mondo delle imprese”.

Il management  avanzato al servizio delle filiere di ricerca più innovative
Il management avanzato al servizio delle filiere di ricerca più innovative

Dal Premio Nobel alle relazioni e alla credibilità internazionale: anche l'accademia di Cagliari è porto sicuro della scienza a favore dei cittadini

Il gruppo dell’Università di Cagliari ha operato con un pool di fisici di fama internazionale: Cristiano Galbiati (University of Princeton), Fernando Ferroni (Istituto di fisica nucleare Gran Sasso), Giuseppe Gorini (Università Milano Bicocca) e Walter Marcello Bonivento (Istituto di fisica nucleare Gran Sasso-divisione Cagliari). L’analisi sull’Mvm (Mechanical ventilator Milano) fa parte del progetto internazionale condotto dal professor Galbiati e con la collaborazione del Premio Nobel per Fisica nel 2015, Arthur McDonald (Queen’s University, Kingston-Ontario). La squadra impegnata nello studio mette assieme oltre 250 ricercatori.

Informazioni

https://mvm.care/it/who-we-are-it/

When nothing is certain, anything is possible: open innovation and lean approach at MVM - Di Guardo - - R& D Management - Wiley Online Library

L'innovativo ventilatore realizzato in sei settimane di progettazione e assemblaggio
L'innovativo ventilatore realizzato in sei settimane di progettazione e assemblaggio

Last news

17 June 2021

L’ Università di Cagliari ospita online Medcom 2020+1

Linguaggi, inclusione, media e parità di genere. La sesta conferenza mondiale sui media e la comunicazione, curata con l’Aou di Cagliari e l’Università di Tor Vergata, si apre giovedì. All’evento multidisciplinare, fruibile su https://mediaconference.co/, vengono presentati dieci lavori di studiosi dell’ateneo. Il rettore Francesco Mola prende parte ai saluti inaugurali

15 June 2021

UniCa alla Mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia

Presentata il 15 giugno l'esposizione temporanea "Il mare, le coste e le sfide dell’abitare", curata da Alessandra Lai, dottore di ricerca in Architettura, e Paolo Sanjust, docente di Architettura del Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e architettura, progettata per raccontare una serie di progetti ed esperienze realizzati sulle coste della Sardegna. Disponibile il VIDEO della presentazione

14 June 2021

Venerdì 18 giugno il 28mo Rapporto CRENoS sull'economia della Sardegna

Sarà Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica all'Università di Sassari, a presentare l'analisi condotta dai ricercatori dei due atenei sardi, autori di un documento riconosciuto come il punto di riferimento più autorevole e completo in materia. L'appuntamento è per le 10.30 nell'Aula A della Facoltà di Scienze economiche, politiche e giuridiche: i lavori saranno introdotti dalla neodirettrice del CRENoS Anna Maria Pinna e vedranno la partecipazione dei due rettori degli atenei sardi, Francesco Mola e Gavino Mariotti. Quindi la discussione dei dati con un panel di imprenditori. L'iniziativa sarà trasmessa in streaming sulla pagina facebook del CRENoS e sul canale YouTube di UniCa. Il link per la partecipazione in presenza e la RASSEGNA STAMPA

Questionnaire and social

Share on: