Finanziato il progetto “Dr. VCoach” (H2020-MSCA-IF-2020) coordinato da Diego Reforgiato Recupero, docente di Informatica al Dipartimento di Matematica e Informatica. Per partecipare all’iniziativa rientra in Sardegna dopo un’intensa attività di formazione all’estero Nino Cauli, brillante laureato in Informatica del nostro Ateneo, vincitore di una Marie Curie Individual Fellowship. RASSEGNA STAMPA CON I SERVIZI DEI TG
17 February 2021
Vcoach sarà un personal trainer per le persone anziane

Il dispositivo correggerà i movimenti errati delle persone anziane nel loro esercizio fisico e li incoraggerà a proseguire nell'attività. La ricerca durerà due anni

Sergio Nuvoli

Cagliari, 10 febbraio 2021 - Sviluppare un robot che faccia da personal trainer agli anziani e ne corregga i movimenti errati in modo da ingaggiarli attivamente e incoraggiarne allo stesso tempo l’esercizio fisico. E’ l’obiettivo di “Dr. VCoach: Employment of Advanced Deep Learning and Human-Robot Interaction for Virtual Coaching”, progetto dell’Università di Cagliari finanziato con 171mila euro nell’ambito del programma europeo Marie Sklodowska-Curie Individual Fellowships.

La ricerca, di durata biennale, sarà coordinata da Diego Reforgiato Recupero, docente di Informatica al Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Ateneo cagliaritano, e vedrà in prima linea Nino Cauli, ricercatore beneficiario della Marie Curie Individual Fellowship finanziata dal progetto, che ha deciso di tornare in Sardegna dopo un periodo di intensa formazione all’estero.

Diego Reforgiato Recupero con il robot protagonista del progetto
Diego Reforgiato Recupero con il robot protagonista del progetto
Servizio di Mauro Scanu andato in onda nel TGR RAI Sardegna delle 19.35 del 17 febbraio 2021: all'interno le dichiarazioni di Diego Reforgiato Recupero e di Nino Cauli

Il progetto consentirà il rientro in Sardegna di Nino Cauli, brillante laureato in Informatica, dopo un lungo periodo di formazione in istituti di ricerca di altissimo livello, dal Portogallo al Canada

Il robot agirà secondo le direttive di un vero personal trainer umano che tramite un’interfaccia lo istruirà sulle operazioni da compiere: le attività di studio, di ricerca e di addestramento si svolgeranno all’interno del laboratorio di Human-Robot Interaction (visita il sito), fondato e diretto dal professor Reforgiato, e nei locali del Dipartimento di Matematica e Informatica dell’ateneo di Cagliari.

Il progetto consentirà a Nino Cauli di rientrare in terra sarda: laureato nel corso di laurea triennale in Informatica del nostro ateneo, poi laureato a Pisa alla magistrale in Informatica, dottorato in Biorobotica al BioRobotics Institute del Sant’Anna, ha trascorso 6 anni come post-doc al Vislab dell’Istituto Superiore Tecnico di Lisbona (Portogallo) e al Ryerson Multimedia Research Laboratory (Canada).

Il progetto prevede anche la partecipazione delle aziende R2M Solution s.r.l., che fornirà sinergie con diversi progetti H2020 attivi sullo stesso dominio, EveryWhereSport s.r.l. che metterà a disposizione le sue competenze sull’e-Coaching, e VisioScientiae s.r.l. per le sue competenze nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale. Queste ultime sono entrambe spin-off dell’ateneo cagliaritano.

Nino Cauli, post-doc a Lisbona e in Canada: con un curriculum stellare parteciperà al progetto all'Università di Cagliari
Nino Cauli, post-doc a Lisbona e in Canada: con un curriculum stellare parteciperà al progetto all'Università di Cagliari
Servizio di Mauro Scanu andato in onda nel TG Leonardo del 1 marzo 2021 intervista con Diego Reforgiato Recupero e Nino Cauli

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA dell'11 febbraio 2021

Agenda - pagina 17

Via al progetto

Un personal-robot allenerà gli anziani

Sviluppare un robot che faccia da personal trainer agli anziani e ne corregga i movimenti errati in modo da ingaggiarli attivamente e incoraggiarne allo stesso tempo l'esercizio fisico. È l'obiettivo di “Dr. VCoach: employment of advanced deep learning and human-robot interaction for virtual coaching”, progetto dell'università finanziato con 171mila euro nell'ambito del programma europeo “Marie Skodowska-Curie individual fellowships”.
Il coordinamento
La ricerca, di durata biennale, sarà coordinata da Diego Reforgiato Recupero, docente di Informatica al Dipartimento di Matematica e Informatica dell'ateneo, e vedrà in prima linea Nino Cauli, ricercatore beneficiario della Marie Curie individual fellowship, che tornerà così in Sardegna dopo un periodo di intensa formazione all'estero.
Il robot agirà secondo le direttive di un vero personal trainer umano. Tramite un'interfaccia lo istruirà sulle operazioni da compiere: le attività di studio, di ricerca e di addestramento si svolgeranno all'interno del laboratorio fondato e diretto dal professor Reforgiato, e nei locali del Dipartimento.
Il percorso di studi
Cauli si è laureato nel corso di laurea triennale in Informatica dell'ateneo cagliaritano, poi ha conseguito la laurea magistrale a Pisa in Informatica, cui è seguito un dottorato in Biorobotica al Biorobotics institute del Sant'Anna. Ha trascorso 6 anni come post-doc al Vislab dell'Istituto superiore tecnico di Lisbona e al Ryerson multimedia research laboratory (Canada).

L'articolo su L'Unione Sarda dell'11 febbraio 2021 a pagina 17
L'articolo su L'Unione Sarda dell'11 febbraio 2021 a pagina 17

Links

Last news

15 January 2022

Le cere anatomiche di Clemente Susini in vetrina su Italia1

Lunedì, in prima serata tv nazionale, la trasmissione Freedom-Oltre il confine è dedicata a uno dei principali e pregiati tesori dell'Università di Cagliari. Un viaggio tra le straordinarie opere scientifiche e artistiche custodite in Cittadella nel museo fondato da Alessandro Riva e curato dal suo allievo, Francesco Loy

14 January 2022

La solidarietà dell'Ateneo alla studentessa aggredita

L’Università di Cagliari supporta con forza la necessità di denunciare ogni episodio violento di cui si sia vittime o testimoni alle autorità competenti, con le quali conferma un rapporto di massima e fattiva collaborazione, e di promuovere e tenere vivo il dibattito pubblico su questi temi fondamentali per la tutela e l’esercizio dei diritti di cittadinanza sostanziale di tutte e tutti

12 January 2022

Esami e lauree possibili anche a distanza

Lo prevede un decreto firmato dal Rettore Francesco Mola che precisa che “la modalità in presenza potrà essere adottata se, in relazione al numero degli iscritti a ciascun appello, al numero di laureandi e alla disponibilità di spazi adeguati, potranno essere garantite le condizioni di sicurezza previste dai protocolli vigenti”. “Gli organi dell’Ateneo – commenta il Magnifico – stanno portando avanti una costante opera di monitoraggio per garantire la prosecuzione delle attività in sicurezza, calibrando e adottando le misure a seconda dell’evoluzione della situazione”. RASSEGNA STAMPA E SERVIZI DEI TG

Questionnaire and social

Share on: