Firmato l’atto che certifica il passaggio di 49 opere di Italo Antico all’Università di Cagliari. La soddisfazione del Rettore, il commento di Rita Pamela Ladogana, docente di Storia dell’Arte: “Un corpus significativo che consente di ripercorrere il percorso artistico dell’artista e di apprezzarne l’originale collocazione nel panorama italiano”. Si arricchisce la collezione artistica di UniCa, che sarà presto ulteriormente valorizzata. RASSEGNA STAMPA
02 February 2021
Il Rettore Maria Del Zompo con l'artista Italo Antico e il notaio Gianni Cherchi

“Sono contenta che l’Ateneo cagliaritano venga visto sempre più come la sede della conoscenza intesa anche come arte pittorica, non solo in senso classico ma anche moderno e contemporaneo", è il commento del Rettore Maria Del Zompo

Sergio Nuvoli

Cagliari, 2 febraio 2021 - L’artista Italo Antico ha donato all’Università di Cagliari un nucleo di 49 opere comprendenti sculture, gioielli e manufatti tessili. La firma sull’atto è stata apposta questa mattina a Palazzo Belgrano dallo stesso autore e da Maria Del Zompo, Rettore dell’Ateneo del capoluogo sardo, alla presenza del notaio Gianni Cherchi. All’incontro ha partecipato Rita Pamela Ladogana, docente di Storia dell’arte alla Facoltà di Studi umanistici.

“Si tratta di un corpus significativo che consente di ripercorrere l’evoluzione della sua ricerca artistica – spiega la prof.ssa Ladogana - e di apprezzarne l’originale collocazione nel panorama italiano del secondo Novecento, testimonianza dell’apertura ai linguaggi modernisti della ricerca storico-artistico isolana”.

Il momento della firma dell'atto di donazione
Il momento della firma dell'atto di donazione

L’ateneo ora si impegnerà a individuare la migliore collocazione delle opere per garantirne l’adeguata valorizzazione e la fruibilità da parte di un pubblico più ampio

“Sono contenta che l’ateneo cagliaritano venga visto sempre più come la sede della conoscenza intesa anche come arte pittorica, non solo in senso classico ma anche moderno e contemporaneo – è il commento del Rettore Maria Del Zompo, che ha donato ad Antico il volume che racconta i rettori dell’Ateneo - La donazione di un maestro nostro concittadino ci fa dunque molto piacere e rientra nella continua interazione tra ateneo e città”.

L’ateneo ora si impegnerà a individuare la migliore collocazione delle opere per garantirne l’adeguata valorizzazione e la fruibilità da parte di un pubblico più ampio.

Il Rettore omaggia l'artista Italo Antico del libro "L'Università di Cagliari e i suoi Rettori"
Il Rettore omaggia l'artista Italo Antico del libro "L'Università di Cagliari e i suoi Rettori"

Chi è Italo Antico

Italo Antico è nato a Cagliari nel 1934, vive e lavora a Milano. Dopo un’esperienza di pittura avviata nei primi Anni Cinquanta, approda alla scultura nel 1958. Imbarcato su una petroliera come ufficiale sulle rotte americane e del Pacifico esegue dipinti a olio, disegna e realizza rilievi in metallo. Nel 1961, rientrato a Cagliari, sceglie di dedicarsi all’attività artistica, in diverse tecniche, e soprattutto la scultura. Dopo una fertile sperimentazione, tra la fine degli Anni Sessanta e i primi Settanta, sceglie come materia esclusiva della sua espressione artistica l’acciaio inossidabile, che espone alle gallerie Cadario di Milano, Contour di Bruxelles, a Genova alla galleria Arteverso presentato da Corrado Maltese, galleria Duchamp a Cagliari, alla Mantra di Torino presentato da Aldo Passoni.

Proseguendo l’indagine nel campo della ricerca artistica, ha inserito le sue strutture in acciaio in ambienti in cui si arrampicano e penetrano negli spazi: galleria Blu presentata da Enrico Crispolti, Naviglio, ex chiesa di San Michele a Fidenza, Gubbio, museo di Castelvecchio a Verona, Mercato del Sale a Milano nel 1983 e galleria Tommaseo a Trieste.

Ha esposto inoltre a Firenze, Bologna, Roma, Basilea, Parigi, Bilbao, Padova, Vienna, Rockenhausen, Passau, Asbach, Gent.

Un momento del dialogo tra il Rettore Maria Del Zompo, l'artista Italo Antico e la docente di Storia dell'Arte Rita Pamela Ladogana
Un momento del dialogo tra il Rettore Maria Del Zompo, l'artista Italo Antico e la docente di Storia dell'Arte Rita Pamela Ladogana

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 3 febbraio 2021

Cultura - pagina 52

Ieri mattina la cerimonia di donazione a Palazzo Belgrano

Le opere di Italo Antico impreziosiscono l'Ateneo di Cagliari

L'ateneo di Cagliari si arricchisce di opere di Italo Antico. L'artista cagliaritano ha donato all'Università un nucleo di 49 opere comprendenti sculture, gioielli e manufatti tessili. «Si tratta di un corpus significativo che consente di ripercorrere l'evoluzione della sua ricerca artistica - spiega la docente di Storia dell'arte Rita Pamela Ladogana - e di apprezzarne l'originale collocazione nel panorama italiano del secondo Novecento, testimonianza dell'apertura ai linguaggi modernisti della ricerca storico-artistico isolana». La firma sull'atto è stata apposta ieri mattina a Palazzo Belgrano dall'artista e da Maria Del Zompo, Rettore dell'Ateneo del capoluogo, alla presenza del notaio Gianni Cherchi.
«Sono contenta che l'ateneo cagliaritano venga visto sempre più come la sede della conoscenza intesa anche come arte pittorica, non solo in senso classico ma anche moderno e contemporaneo - ha detto il Rettore Maria Del Zompo, che ha donato ad Antico il volume dedicato ai rettori dell'Ateneo.
Italo Antico è nato a Cagliari nel 1934, vive e lavora a Milano. Dopo un'esperienza di pittura avviata nei primi Anni Cinquanta, approda alla scultura nel 1958. Imbarcato su una petroliera come ufficiale sulle rotte americane e del Pacifico esegue dipinti a olio, disegna e realizza rilievi in metallo. Nel 1961, rientrato a Cagliari, sceglie di dedicarsi all'attività artistica, in diverse tecniche, e soprattutto la scultura. Dopo una fertile sperimentazione, tra la fine degli Anni Sessanta e i primi Settanta, sceglie come materia esclusiva della sua espressione artistica l'acciaio inossidabile, che espone alle gallerie Cadario di Milano, Contour di Bruxelles, a Genova alla galleria Arteverso presentato da Corrado Maltese, galleria Duchamp a Cagliari, alla Mantra di Torino presentato da Aldo Passoni. Proseguendo l'indagine nel campo della ricerca artistica, ha inserito le sue strutture in acciaio in ambienti in cui si arrampicano e penetrano negli spazi: galleria Blu presentata da Enrico Crispolti, Naviglio, ex chiesa di San Michele a Fidenza, Gubbio, museo di Castelvecchio a Verona, Mercato del Sale a Milano nel 1983 e galleria Tommaseo a Trieste. L'ultima mostra è al Man di Nuoro nel 2013.

La notizia su L'Unione Sarda del 3 febbraio 2021 a pagina 52
La notizia su L'Unione Sarda del 3 febbraio 2021 a pagina 52

Links

Last news

17 April 2021

Romano Prodi apre le celebrazioni della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche

Il professore, già presidente della Commissione Europea, il 21 aprile alle 10 sarà relatore dell’evento “European Union Studies”, il seminario EDUC organizzato da UniCa e dall'Università di Pécs, all'interno degli eventi programmati dalla Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche per i 400 anni dell'Ateneo. L’iniziativa si aprirà con i saluti del Rettore Francesco Mola, del Presidente della Facoltà Stefano Usai e dalla coordinatrice per UniCA dell'alleanza EDUC Alessandra Carucci. Gli appuntamenti della facoltà di viale Sant’Ignazio proseguiranno il 22, il 23 e il 24 aprile. L’evento sarà trasmesso in streaming sul sito www.unica.it

16 April 2021

Chimica, una scelta buona e redditizia

Nove laureati su dieci trovano impiego entro tre anni dalla discussione della tesi. All’evento nazionale sull’orientamento di studio e per la professione hanno preso parte gli specialisti dell’Università di Cagliari. Cinquemila studenti di 109 scuole superiori connessi su Youtube alla presentazione del video sulla disciplina. “Una preziosa opportunità per i nostri futuri allievi” dice Antonella Rossi, ordinario al dipartimento di Scienze chimiche e geologiche

16 April 2021

Il tuo capo è un algoritmo, un seminario su lavoro e trasformazione digitale

Venerdì 16 aprile alle 15, su Zoom e in diretta streaming su YouTube, si terrà il il seminario "Diritti fondamentali e trasformazione digitale del lavoro. Riflessioni a partire dal libro di Aloisi -De Stefano Il tuo capo è un algoritmo". All'evento, organizzato dal Centro Studi Relazioni Industriali e dal Dipartimento di Giurisprudenza di UniCa, parteciperanno Piera Loi, Silvana Sciarra, Valerio De Stefano, Antonio Aloisi e Stefano Liebman. I LINK PER SEGUIRE L'EVENTO. RASSEGNA STAMPA

16 April 2021

TOLC@CASA 2021/2022, aperte le iscrizioni

Sono aperte le iscrizioni per le prove di accesso programmato locale e per le prove di verifica della preparazione iniziale dei corsi di laurea triennali e magistrali a ciclo unico (con esclusione dei corsi a numero programmato nazionale). Tutte le informazioni nelle pagine dedicate sul sito dell'Ateneo e nella Guida dello Studente on line

Questionnaire and social

Share on: