SCADENZA PROROGATA AL 28 FEBBRAIO. L'Università di Cagliari aderisce alla seconda edizione del premio indetto dal CORECOM intitolato al noto giornalista scomparso nel 2015. Delle tre sezioni del concorso, una è dedicata alle tesi di laurea presentate nel periodo gennaio 2018-gennaio 2021, sul tema connesso all'uso consapevole delle tecnologie telematiche da parte dei ragazzi e delle ragazze ed ai fenomeni dell’incitamento all’odio, del bullismo, del cyberbullismo e del cyberstalking
09 January 2021
Premio Gianni Massa 2020

Il tema del cyberbullismo e dell'uso delle tecnologie digitali da parte di ragazze e ragazzi sarà al centro dei lavori in concorso per il premio "Gianni Massa"

Roberto Ibba

Cagliari, 9 dicembre 2020 - Il Comitato regionale per le comunicazioni della Regione autonoma della Sardegna (CORECOM) ha indetto la seconda edizione del premio "Gianni Massa".

Il tema scelto per le tre sezioni del premio, Giornalismo, Università e Scuola, riguarda l’uso consapevole delle tecnologie telematiche da parte dei ragazzi e delle ragazze, con particolare riferimento ai fenomeni dell’incitamento all’odio, del bullismo, del cyberbullismo e del cyberstalking

Per la sezione Università potranno partecipare studenti e studentesse che abbiano discusso o depositato la tesi presso la segreteria del proprio corso di laurea, nel periodo gennaio 2018 - gennaio 2021 (verranno valutate anche le tesi depositate nella segreteria dell’Università entro il 31 gennaio 2021 e discusse entro il primo semestre dello stesso anno). Saranno premiati, con 2.000 euro ciascuno, due lavori di tesi dell'Università di Cagliari e due dell'Università di Sassari attinenti al tema del premio

I candidati e le candidate dovranno presentare il proprio lavoro entro il 31 gennaio 2021 in formato elettronico, accompagnato da una breve descrizione dei contenuti e della motivazione (cartella di massimo 30 righe con 60 battute), una autocertificazione ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 attestante la data di discussione o deposito della tesi e da una copia del documento di identità inviandolo, anche da posta elettronica ordinaria, all’indirizzo di posta elettronica certificata corecomsardegna@pec.crsardegna.it.

Un momento di lavoro del CORECOM (foto di repertorio)
Un momento di lavoro del CORECOM (foto di repertorio)

Il ricordo di Gianni Massa

Gianni Massa è stata un'autorevole figura nel mondo dell’informazione sarda. Ha iniziato la sua carriera a soli 17 anni nel Corriere di Tripoli e per decenni è stato il riferimento dell’AGI in Sardegna, l’agenzia giornalistica nella quale è stato assunto nel 1960. Direttore responsabile del Messaggero Sardo, il periodico fondato nel 1969  col finanziamento della Regione per tenere i contatti con gli emigrati sardi nel mondo, ha collaborato con diverse testate, tra le quali il quotidiano milanese Il Giorno. Ha ricoperto l’incarico di vicepresidente dell’Associazione Stampa Sarda e di Presidente del Co.Re.Rat, il Comitato regionale antesignano dell’attuale CORECOM. Muore a Decimomannu il 10 aprile 2015.

Gianni Massa
Gianni Massa

Links

Last news

19 January 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

La quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

17 January 2022

Psicologia della Salute, al via il nuovo bando

Pubblicato l'avviso per l'iscrizione alla scuola di specializzazione diretta da Marco Guicciardi. Le candidate e i candidati interessati potranno presentare le domande di partecipazione al concorso a partire dal 18 gennaio e sino al 7 febbraio, secondo le indicazioni contenute nella guida per l'iscrizione al concorso. LINK AL BANDO

15 January 2022

Le cere anatomiche di Clemente Susini in vetrina su Italia1

In prima serata tv nazionale, la trasmissione Freedom-Oltre il confine dedicata a uno dei principali e pregiati tesori dell'Università di Cagliari. Un viaggio tra le straordinarie opere scientifiche e artistiche custodite in Cittadella nel museo fondato da Alessandro Riva e curato dal suo allievo, Francesco Loy

Questionnaire and social

Share on: