Il Decreto di nomina firmato nei giorni scorsi dal Ministro dell'Università e della Ricerca Gaetano Manfredi. Ordinario di Storia contemporanea alla Facoltà di Studi umanistici del nostro Ateneo e Presidente della Fondazione Siotto e della Fondazione Memoriale Giuseppe Garibaldi, il professore torna nel ruolo che aveva già ricoperto in passato nel prestigioso istituto culturale cagliaritano
11 November 2020
Aldo Accardo, ordinario di Storia contemporanea, è stato nominato Presidente del Conservatorio di Cagliari

Sergio Nuvoli

Cagliari, 10 novembre 2020 - Aldo Accardo, ordinario di Storia contemporanea alla Facoltà di Studi umanistici del nostro Ateneo, è stato nominato nei giorni scorsi Presidente del Conservatorio "Giovanni Pierluigi Da Palestrina" di Cagliari.

Per il professore - che è anche attivissimo Presidente della Fondazione Siotto e della Fondazione Memoriale Giuseppe Garibaldi - si tratta di un ritorno nel ruolo che ha già ricoperto in passato, con la nomina prestigiosa firmata il 5 novembre scorso dal Ministro dell'Università e della Ricerca Gaetano Manfredi.

La notizia è stata riportata anche da L'Unione Sarda nei giorni scorsi nelle pagine della Cultura.

 

L'Unione Sarda del 7 novembre che riporta la notizia della nomina
L'Unione Sarda del 7 novembre che riporta la notizia della nomina

CHI E' ALDO ACCARDO

Aldo Accardo è nato a Iglesias il 10 novembre 1950, e  nell’Anno Accademico 72-73 si è laureato in Filosofia col massimo dei voti e la lode. Ha conseguito nel 1975 l’abilitazione col massimo dei voti in Scienze umane e in Scienze umane e storia.

Vincitore di borsa di studio nel 1975 ha iniziato a lavorare all’Istituto di Studi Storici della Facoltà di Magistero dell’Università degli Studi di Cagliari, ricoprendo – prima come ricercatore e successivamente come professore associato, quindi come ordinario – gli insegnamenti di Storia del giornalismo e dell’informazione, Storia delle Dottrine politiche, Storia contemporanea, Storia della Sardegna, Didattica della storia.

Il professor Accardo è anche Presidente della Fondazione Siotto e della Fondazione Memoriale Giuseppe Garibaldi. E’ stato Insignito – motu proprio del Capo dello Stato – dell’Ordine al merito della Repubblica (Commendatore) per l’impegno culturale e scientifico in ambito nazionale ed europeo.

Attualmente i suoi campi di ricerca riguardano i rapporti tra Gramsci e il movimento comunista negli anni del carcere e la storiografia sulla Grande Guerra. Inoltre è impegnato (assieme a Diego Saglia) in un lavoro su un testo del primo Ottocento sul mito di Byron e su un importante diario di fine Settecento.

Iscritto all’Ordine dei giornalisti dal 1974, è autore di numerosissimi articoli  di carattere culturale (in particolare, recensioni) su quotidiani e periodici nazionali e regionali.

Links

Last news

20 January 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

Domani pomeriggio, la quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

20 January 2022

Un accordo con l’Istituto Giua

Siglata dal Rettore Francesco Mola e dalla Dirigente Romina Lai una convenzione che punta a creare un rapporto di stabile collaborazione per costituire un polo strategico in grado di potenziare l’attività didattica, di formazione, orientamento e ricerca. Si rafforza il rapporto con il mondo dell’istruzione

20 January 2022

Giustizia smart, in campo l’Università di Cagliari

Coinvolge i docenti di tre dipartimenti dell’Ateneo del capoluogo sardo uno dei sei macro-progetti ammessi al finanziamento dalla Direzione generale per il Coordinamento delle politiche di coesione del Ministero della Giustizia nell’ambito del bando per “la diffusione dell’Ufficio per il Processo e l’implementazione di modelli operativi innovativi negli uffici giudiziari per lo smaltimento dell’arretrato”. In campo Giurisprudenza, Scienze economiche e aziendali e Ingegneria elettrica ed elettronica

Questionnaire and social

Share on: