Durante il TourismA nell’auditorium del Palazzo dei Congressi di Firenze, Paul Arthur, professore di Archeologia medievale all’università del Salento e presidente della Società degli Archeologi Medievisti Italiani ha premiato questa mattina il complesso archeologico in cui si sono formate centinaia di studenti di UniCa. Sul palco con la Presidente di Studi umanistici Rossana Martorelli i rappresentanti della riuscitissima alleanza tra istituzioni che ha consentito la riscoperta, la valorizzazione e la tutela del patrimonio culturale sardo. Durante i lavori è stata citata "UniCa&Imprese" come esempio virtuoso di collaborazione tra istituzioni e aziende, mentre Fabio Pinna ha illustrato il modello di intervento partecipato sui beni culturali attuato dal nostro Ateneo negli ultimi anni
22 February 2020
Un momento della premiazione di questa mattina

L'Università di Cagliari collante di una riuscitissima alleanza tra istituzioni che produce ricerca di altissimo livello e opera a beneficio di tutte le comunità coinvolte: un'azione riconosciuta a livello nazionale con un importante riconoscimento

Sergio Nuvoli

Cagliari, 22 febbraio 2020 - Durante il TourismA nell’auditorium del Palazzo dei Congressi di Firenze, Paul Arthur, professore di Archeologia medievale all’università del Salento e presidente della Società degli Archeologi Medievisti Italiani ha premiato questa mattina il complesso archeologico di Sant’Eulalia come vincitore del Premio Riccardo Francovich 2020 per il migliore museo o sito archeologico, capace di coniugare il rigore scientifico con la divulgazione pubblica.

Come segno dell’integrazione proficua tra istituzioni che ha caratterizzato per vent’anni i lavori nel quartiere cagliaritano di Marina, sono presenti sul palco il parroco don Marco Lai, la Soprintendente Maura Picciau, con Giovanna Pietra della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio e Rossana Martorelli, oggi Presidente della Facoltà di Studi umanistici, che ha coordinato le attività di ricerca e didattica nel sito per l’Università di Cagliari.

Dall’area archeologica di S. Eulalia, è infatti partito, nel 2011, un nuovo modo dell’Università di Cagliari di partecipare in modo strutturato alla manifestazione ‘Monumenti Aperti’ ed è proprio attorno a S.Eulalia, che è nato  il primo itinerario del ‘Trentapiedi dei Monumenti’, proposto dagli studenti di Beni culturali, e di Archeologia e Storia dell’arte nella sua prima edizione attraverso le vie del quartiere della Marina.

E ancora altre esperienze: una serie di laboratori, la nascita di Vestigia UniCa, le ricerche sulla percezione del patrimonio culturale, la sperimentazione del percorso di Terza missione UniCaC’è.

Rossana Martorelli interviene alla premiazione del sito di Sant'Eulalia
Rossana Martorelli interviene alla premiazione del sito di Sant'Eulalia

Questa mattina al TourismA l'intervento di Fabio Pinna: il docente di UniCa ha guidato i presenti alla scoperta dello straordinario patrimonio archeologico sardo, che può giocare un ruolo non solo per il benessere sociale ma anche contro lo spopolamento

L'appuntamento clou di oggi, nell'Auditorium del Palazzo dei Congressi di Firenze, era per l'Ateneo di Cagliari l'incontro dal titolo "Archeologia al futuro. Esperienze di Archeologia Pubblica in Italia", che ha visto tra gli altri contributi, quello importantissimo del gruppo di ricerca coordinato dalle Università di Sassari e Cagliari e composto dagli archeologi Marco Milanese, Pier Giorgio Spanu e Fabio Pinna, dal titolo "L'isola dell'archeologia. Dalla Sardegna un impegno contro lo spopolamento e la crisi".

Fabio Pinna - docente alla Facoltà di Studi umanistici di UniCa - ha guidato i presenti alla scoperta dello straordinario patrimonio archeologico della Sardegna, che potrà giocare un ruolo fondamentale non solo per il benessere delle comunità ma soprattutto per la lotta allo spopolamento, problema dell'isola bisognoso di un argine immediato.

Durante la sessione dei lavori, è stato citato "UniCa&Imprese" come modello virtuoso di interazione tra istituzioni e mondo delle aziende.

 

L'intervento di Fabio Pinna, questa mattina al Tourisma
L'intervento di Fabio Pinna, questa mattina al Tourisma

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie