Le scelte strategiche delle “università europee del futuro” nell’agenda del meeting dei prorettori alla Ricerca e dei prorettori all’Internazionalizzazione dei sei atenei del Progetto EDUC. Martedì 11 e mercoledì 12 febbraio gli incontri, ospitati nel Polo Aresu di via San Giorgio, per individuare le aree di ricerca prioritarie su cui incentrare le future collaborazioni e attività
12 February 2020
Ciascuna "alleanza" del programma European Universities ha a disposizione un budget di cinque milioni di euro. I progetti, di durata triennale, sono stati avviati ufficialmente il primo ottobre scorso con  uno stanziamento globale di 85 milioni di euro (

(IC)

I prorettori per la Ricerca delle sei università del progetto EDUC-European Universities (Potsdam, Paris Nanterre, Pécs, Masaryk-Brmo, Rennes e Cagliari), riuniti in città l’11 e il 12 febbraio, insieme ai prorettori all’Internazionalizzazione (componenti dello Steering Committee, il direttivo di EDUC), per una full immersion nelle tematiche di ricerca sviluppate dalle diverse istituzioni impegnate in questa sfida.
 
EDUC WP9. L’incontro è inserito nell’ambito delle attività previste nel Work Package “Education meets Research”, la cui responsabilità attuativa è in capo alla Direzione Ricerca e Territorio di UNICA ed ha come obiettivo l’individuazione di sette aree tematiche di ricerca di comune interesse per i membri dell’Alleanza EDUC, da attivare per incrementare il numero di collaborazioni ed innalzarne il livello qualitativo, anche attraverso la sottomissione congiunta di progetti di ricerca per ottenere ulteriori finanziamenti dalla UE.

DELEGAZIONI. Qui di seguito i nomi dei rappresentanti giunti a Cagliari per le due giornate di riunioni EDUC. University of Potsdam (Germania): Florian Schweigert, Nadine Shovakar. University of Paris Nanterre (Francia): Sonia Lehman-Frisch, Hélène Aji (via Skype), Ludovic Collin. University of Pécs (Ungheria): Jòzsef Betlehem. University of Masaryk (Repubblica Ceca): Bretislav Dancák, Šárka Pospíšilová, Jan Pavlik, Lukáš Palko. University of Rennes (Francia): Sébastien Le Picard, Jean-François Carpentier (via Skype). Università di Cagliari (Italia): Alessandra Carucci, Micaela Morelli, Daniela Ghiani, Luigi Raffo.

OBIETTIVI. Per la professoressa Carucci, che coordinerà i lavori, “I due giorni di incontro all'Università di Cagliari assumeranno rilevanza strategica per tutti i prossimi step del Progetto EDUC, che incentrerà numerose attività rivolte ai ricercatori dei sei atenei europei, proprio sulle aree tematiche che saranno individuate come prioritarie per l’intera Alleanza del Progetto European Digital UniverCity”.

Coordinamento a cura della professoressa Alessandra Carucci, prorettore all'Internazionalizzazione delll'Università di Cagliari
Coordinamento a cura della professoressa Alessandra Carucci, prorettore all'Internazionalizzazione delll'Università di Cagliari

STUDIO TARGATO UNICA. Ai fini della scelta, i Prorettori per la Ricerca avranno a disposizione gli esiti dell’analisi delle collaborazioni in essere tra le diverse Università EDUC (prevalentemente collaborazioni bilaterali), svolta proprio dall’ateneo cagliaritano, sulla base delle pubblicazioni congiunte estratte da Web of Science, dell’indagine rivolta ai docenti/ricercatori delle varie università. e dei dati disponibili già raccolti in fase di predisposizione del progetto. Dovranno inoltre tener conto delle Smart Specialization Strategies (S3) adottate nelle regioni di riferimento, nonché delle 5 Missions identificate dalla Commissione Europea come sfide prioritarie della Programmazione Horizon Europe 2021-2027.

STEERING COMMITTEE. La decisione finale sulle aree di ricerca prioritarie e strategiche sarà assunta formalmente alla fine del meeting da parte dei componenti e delegati dello Steering Committee di EDUC, di cui fanno parte: Alessandra Carucci (Università di Cagliari), Florian Schweigert (University of Potsdam, Ungheria), Sonia Lehman-Frisch (University of Paris Nanterre, Francia), Jòzsef Betlehem (University of Pécs, Ungheria), Bretislav Dancák (University of Masaryk) e Sébastien Le Picard (University of Rennes).

I rappresentanti dei sei atenei europei all'Università di Cagliari l'11 e 12 febbraio 2020
I rappresentanti dei sei atenei europei all'Università di Cagliari l'11 e 12 febbraio 2020

Ciascuna "alleanza" del programma European Universities ha a disposizione un budget di cinque milioni di euro

EUROPEAN UNIVERSITIES. Tutto l’ateneo di Cagliari è coinvolto nel progetto EDUC, un'alleanza internazionale a sostegno dei valori europei, dell’inclusione e dell’innovazione nella didattica e nella ricerca. Tra i temi chiave, il confronto sul fondamentale ruolo di "fautore del cambiamento" che European Universities si propone per il prossimo futuro, grazie alla definizione e applicazione dei futuri standard comunitari per le università.
I progetti, di durata triennale, sono stati avviati ufficialmente lo scorso primo ottobre 2019 con uno stanziamento globale di 85 milioni di euro (5 milioni per ciascun consorzio). Oltre all’ateneo di Cagliari, le altre dieci "European Universities" italiane promosse a far parte delle Alleanze delle "università del futuro" sono: Bologna, Milano, Milano Bocconi, Padova, Palermo, Roma Sapienza, Roma Tor Vergata e Trento, con Accademia delle Belle Arti di Roma e Politecnico di Torino.


 

Il meeting ospitato da UniCa nei locali della Direzione Ricerca e Territorio, nel Polo universitario "Aresu", in via San Giorgio 12
Il meeting ospitato da UniCa nei locali della Direzione Ricerca e Territorio, nel Polo universitario "Aresu", in via San Giorgio 12

PROGETTO EDUC: le news precedenti su UniCa.it

Il progetto 'European Digital UniverCity, coordinato dall’Università di Potsdam (Germania), oltre all’ateneo cagliaritano coinvolge anche le università di Parigi-Nanterre, Rennes 1 (Francia), Masaryk (Brno, Repubblica Ceca), Pecs (Ungheria)
Il progetto 'European Digital UniverCity, coordinato dall’Università di Potsdam (Germania), oltre all’ateneo cagliaritano coinvolge anche le università di Parigi-Nanterre, Rennes 1 (Francia), Masaryk (Brno, Repubblica Ceca), Pecs (Ungheria)

Last news

23 October 2021

L’Università, gli Special Olympics, i campioni: al Cus per un compleanno che segna un pezzo di storia

L’emozione del rettore e dell’intera comunità accademica. A corredo delle sfide a calcetto, basket e tennis, la partecipazione di Joao Pedro, Suazo e i giganti dello scudetto del ’70. A Sa Duchessa, in un’atmosfera inclusiva e solidale, utile per ripartire in presenza e sostenere anche i percorsi di formazione, socializzazione e condivisione che le attività sportive, da sempre, rendono più semplici

20 October 2021

L’Università di Cagliari accoglie altri due studenti di origine eritrea

UNICORE 3.0. Tiegisti e Nahom sono arrivati dall’Etiopia per seguire i corsi di UniCA grazie al progetto «University Corridors for Refugees» promosso dall’Agenzia Onu UNHCR e sostenuto in città dalla Caritas diocesana e dal College universitario Sant’Efisio di Cagliari, che collaborano con il nostro ateneo. Ieri la conferenza stampa presieduta dall’arcivescovo, monsignor Giuseppe Baturi, e dalla prorettrice all’internazionalizzazione, Alessandra Carucci

20 October 2021

Giornate Deleddiane, al via la tre giorni di iniziative

Aperte con l'intervento del Rettore Francesco Mola le manifestazioni organizzate dall'Università degli Studi di Cagliari, l'Istituto Superiore Regionale Etnografico e l'Università di Sassari per celebrare la scrittrice premio Nobel a 150 anni dalla nascita. "È un’iniziativa importante, che coinvolge i due Atenei e le scuole. Portare l’università fuori dall’università vuol dire accogliere la più grande parte del sapere: è uno sforzo che dobbiamo e vogliamo fare anche con Università di Sassari, tanto più dopo l’esperienza drammatica che abbiamo vissuto" queste le parole del Magnifico

Questionnaire and social

Share on: