L'Ordine professionale dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e Prevenzione di Cagliari/Oristano ha dedicato nei giorni scorsi la sala formazione della loro sede a Gianni Erriu, docente dell’Università di Cagliari scomparso qualche mese fa. Ecco come lo ricorda il professor Francesco Casula
19 December 2019
Gianni Erriu, docente di Fisica dell'Ateneo, scomparso qualche mese fa

Cagliari, 19 dicembre 2019 - L'Ordine professionale dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e Prevenzione di Cagliari/Oristano ha dedicato nei giorni scorsi la sala formazione della loro sede a Gianni Erriu, docente di Fisica all’Università di Cagliari scomparso qualche mese fa.

Fautore nel 2004 della trasformazione del corso di Diploma Universitario per Tecnici di Radiologia in Laurea Professionalizzante, è stato per tanti anni coordinatore della Corso di Laurea.

Pubblichiamo il ricordo che di lui ha scritto il professor Francesco Casula.

Gianni Erriu, nato nel 1943, è morto  il 25 Settembre 2019. Poco dopo la laurea è entrato a far parte del gruppo che il prof. Mario Ladu, appena chiamato a ricoprire – primo in Italia - una cattedra di Fisica presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Cagliari, stava costituendo sui problemi legati alla Fisica Medica. Anche Gianni ben presto venne chiamato a coprire ruoli di insegnamento nella stessa Facoltà. A queste scelte con la serietà che l’ha sempre profondamente contraddistinto si è mantenuto fedele nel corso di tutta la sua carriera accademica.

Nella sua attività di ricerca sperimentale era  accurato fino allo spasimo, senza preoccuparsi delle ansie di pubblicazione sempre più  diffuse anche tra i colleghi più brillanti. Ed ugualmente Gianni non ha mai interpretato il suo ruolo nella Facoltà di Medicina come un mero accidente, limitandosi a far lezione, magari diligentemente, per poi dedicarsi a problematiche più alla moda. Al contrario approfondiva le problematiche legate alle specialità  mediche e biologiche, per poter essere di aiuto ai colleghi e per poter fornire agli studenti – da quelli dei primi anni fino agli specializzandi - strumenti utili alla loro futura professione.

Anche nella sua attività didattica era estremamente rigoroso, prima di tutto con se stesso aggiornando e perfezionando continuamente le sue lezioni, e mettendosi a disposizione degli studenti per chiarimenti e approfondimenti senza alcun limite di tempo.  Rigoroso certamente era anche con i suoi allievi, da cui pretendeva molto ma senza mai liquidare lo studente in 2 battute, ma cercando sempre portare avanti un colloquio per chiarire ciò che non gli sembrava abbastanza chiaro.

Negli ultimi anni della sua carriera molto di questo suo impegno era andato nella riorganizzazione del Corso di Laurea in Tecniche della Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia, di cui è stato a lungo coordinatore. Già prima della istituzione del CdL aveva frequenti interazioni con i medici radiologi e radioterapisti e con i tecnici di radiologia già operanti, che tante cognizioni di Fisica utilizzano nella loro professione. E proprio da questa esperienza sul campo, e con la loro collaborazione, ha tratto spunto per mettere a punto un percorso di studi ottimale per permettere ai nuovi diplomati di intraprendere la loro attività professionale con solide basi.

Permettetemi di concludere questo breve ricordo con i sentimenti di riconoscenza da parte di un collega che, arrivato in Facoltà di Medicina molto dopo di lui, ha trovato in Gianni Erriu  una guida in quel mondo e soprattutto un sincero amico.

Francesco Casula

Marisa Deidda, moglie del prof. Erriu, con Maria Porru, presidente dell'Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e Prevenzione di Cagliari/Oristano e tutto il direttivo
Marisa Deidda, moglie del prof. Erriu, con Maria Porru, presidente dell'Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e Prevenzione di Cagliari/Oristano e tutto il direttivo

Last news

19 June 2021

Samsung Innovation Campus - Smart Things Edition. Le candidature entro il 30 giugno.

L’università di Cagliari con il colosso coreano Samsung per formare le professionalità del futuro in ambiti quali intelligenza artificiale, Internet delle cose e sicurezza informatica. Da settembre il corso multidisciplinare per preparare esperti di trasformazione digitale e problem-solvers rivolto a studenti dei corsi dei dipartimenti di Matematica e Informatica e di Ingegneria elettrica ed elettronica. PREMI DA 1500 EURO PER I MIGLIORI STUDENTI.

18 June 2021

Economia, colpiti durante una piccola ripresa

Presentato il 28mo rapporto CRENoS sull’economia della Sardegna: “L'Isola è stata colpita dal covid durante una piccola ripresa - hanno spiegato i ricercatori - in particolare nel settore turistico. Sul mercato del lavoro sono le donne con basso titolo di studio le più colpite dalla crisi". Per la ripresa occorre puntare sulla capacità di formare e soprattutto attrarre capitale umano, con elevate abilità nelle tecnologie digitali, nella valutazione di investimenti e nella redazione e gestione di progetti; sulla capacità di diffondere e promuovere l’adozione di tecnologie a risparmio di risorse, tra cui quelle energetiche; sulla piena consapevolezza del valore dell’ambiente. Il Rettore dell'Università di Cagliari Francesco Mola: "CRENoS esempio virtuoso di collaborazione tra atenei. Per la ripresa ognuno deve fare la sua parte, pensando anche agli altri". RESOCONTO con le IMMAGINI e il VIDEO dell'incontro. RASSEGNA STAMPA con i servizi di tutti i TG sardi

17 June 2021

L’ Università di Cagliari ospita online Medcom 2020+1

Linguaggi, inclusione, media e parità di genere. La sesta conferenza mondiale sui media e la comunicazione, curata con l’Aou di Cagliari e l’Università di Tor Vergata, si apre giovedì. All’evento multidisciplinare, fruibile su https://mediaconference.co/, vengono presentati dieci lavori di studiosi dell’ateneo. Il rettore Francesco Mola, i presidenti di Corecom, Ordine dei giornalisti e Assostampa, Susi Ronchi, Francesco Birocchi e Celestino Tabasso, prendono parte ai saluti inaugurali

Questionnaire and social

Share on: