Attivo nel nostro Ateneo l’innovativo percorso di formazione gratuito offerto agli studenti e ai neolaureati che vogliono accrescere le proprie conoscenze e la competitività del proprio profilo professionale. Gianni Fenu, delegato ICT: “La collaborazione con aziende di livello internazionale rafforza la presenza del Nostro Ateneo sugli scenari nazionali e internazionali più vicini ai modelli di diffusione e rafforzamento della cultura del digitale a favore della crescita delle competenze dei nostri studenti”. E' POSSIBILE ISCRIVERSI ON LINE
10 January 2020
Anche a Cagliari è attivo il Samsung Innovation Camp

Il corso propone 25 ore di formazione online sulle principali discipline digital: marketing, comunicazione, business, data analytics, uso innovativo delle tecnologie, privacy e sicurezza online

Sergio Nuvoli

Cagliari, 16 dicembre 2019 - A seguito dell’accordo tra Università degli Studi di Cagliari e Samsung siglato il mese scorso, ha preso il via nei giorni scorsi la Samsung Innovation Camp con una giornata di presentazione alla presenza, tra gli altri, di Gianni Fenu, delegato rettorale per l’ICT, e di Anastasia Buda, Corporate Citizenship Manager di Samsung.

Samsung Innovation Camp è un programma che oltre agli enti firmatari coinvolge una serie di aziende partner internazionali e locali (Accenture, Randstad, ecc.) per promuovere l’avvicinamento alle competenze digitali e si svolge, prevalentemente on line, in un arco di tre mesi.

Si tratta di un percorso di formazione gratuito offerto agli studenti iscritti alle università pubbliche italiane e ai neolaureati che vogliono accrescere le proprie conoscenze e la competitività del proprio profilo professionale. Oltre alla formazione in aula il corso propone 25 ore di formazione online sulle principali discipline digital: marketing, comunicazione, business, data analytics, uso innovativo delle tecnologie, privacy e sicurezza online.

Il professor Fenu presenta il programma agli studenti
Il professor Fenu presenta il programma agli studenti

Il programma è incentrato sull’approfondimento delle discipline ICT, aperto a tutti gli studenti, e si rivolge alle discipline sia STEM sia non STEM dell’ultimo anno delle triennali

Il corso si propone di essere di supporto alla didattica fornendo agli studenti competenze complementari a quelle fornite dall’università; fornire competenze tecniche a studenti con background formativi diversi, relativi sia agli ambiti umanistici che a quelli economici e tecnico-scientifici, favorendo la collaborazione tra studenti di corsi di laurea differenti; fare da tramite tra mondo accademico e aziende favorendo l’inserimento degli studenti nel mondo del lavoro nel loro contesto territoriale. Il progetto è nato nel 2017 con l’intento di formare giovani professionisti sulle competenze digitali per rispondere alle esigenze del mercato del lavoro. Nelle scorse edizioni hanno preso parte al progetto 15mila studenti e neolaureati provenienti da 16 atenei pubblici dislocati su tutto il territorio nazionale e 30 aziende con sede nelle aree geografiche delle università coinvolte.

“La collaborazione con aziende di livello internazionale rafforza la presenza del Nostro Ateneo negli scenari, nazionali e internazionali – commenta il professor Fenu - più vicini ai modelli di diffusione e rafforzamento della cultura del digitale a favore della crescita delle competenze dei nostri studenti”.

Il programma è incentrato sull’approfondimento delle discipline ICT, aperto a tutti gli studenti, e si rivolge sia alle discipline STEM che non STEM dell’ultimo anno del corso di studio triennale e ai neolaureati. Per partecipare, è sufficiente partecipare alla selezione dei migliori 60 tra tutti coloro che compileranno il modulo di iscrizione disponibile al link indicato in questa pagina.

Il programma è attivo, oltre che nell’Università di Cagliari, anche negli Atenei di Bari, Catania, Firenze, Genova, Milano (Politecnico e Bicocca), Pisa, Salerno, Trento e Verona.

Anastasia Buda, Corporate Citizenship Manager di Samsung, durante il suo intervento alla presentazione
Anastasia Buda, Corporate Citizenship Manager di Samsung, durante il suo intervento alla presentazione

Links

Last news

25 May 2022

Dottorato di ricerca, e poi? Le tante prospettive per il post-doc

Francesco Mola: "Stiamo investendo molto per i primi livelli della formazione e per la possibilità di remunerare maggiormente dottorandi e assegnisti. Per le borse daremo certamente fondo a tutte le possibili risorse". Il rettore e i prorettori Carucci, Colombo, Onnis e Putzu hanno partecipato alla conferenza coordinata dal professor Sergioli che ha riunito tutti i responsabili dei corsi dell'Università di Cagliari insieme a tanti post-doc dell'ateneo che ora lavorano con successo in ambiti non accademici, anche a livello internazionale. "Un incontro da ripetere" il parere unanime di tutti i partecipanti

25 May 2022

Svoltiamo, l'App del futuro per una mobilità intelligente e sostenibile

Ideata dai ricercatori del Crimm un’applicazione innovativa e gratuita per smartphone che verrà utilizzata per la prima volta a Cagliari. Il progetto Svolta ha coinvolto dal 2019 oltre undicimila cagliaritani. Alla conferenza stampa hanno preso parte, per l’Università di Cagliari, Gianni Fenu e Italo Meloni. Per la municipalità è intervenuto Alessio Mereu. Nutrita presenza di studenti e dottorandi, associazioni del mondo della bici e amici dell'ambiente

24 May 2022

RadUni. Unica Radio si aggiudica il premio per il miglior programma 2022

Nel corso del festival nazionale delle radio universitarie, a Catania, la radio degli studenti dell'ateneo cagliaritano vince un nuovo riconoscimento con ''Dietro le quinte'', format dedicato alla musica classica in programma al Teatro lirico di Cagliari. Estremamente positivo il commento di Angelo Di Benedetto, speaker di RTL 102.5

Questionnaire and social

Share on: